Punta da subito su una seconda lingua 

Imparare l’inglese o il francese da piccolissimi è più facile

 - 21 Settembre 2012

Lo dicono le ultime ricerche: non è vero che un’educazione bilingue ritarda lo sviluppo linguistico dei piccoli. «Imparare l’inglese o il francese da piccolissimi è più facile perché nei primi 3 anni di vita si è più predisposti all’apprendimento » spiega Letizia Quaranta, ideatrice di www.bilinguepergioco.com e dei Learn with Mummy, gruppi di gioco in varie città italiane.

I requisiti giusti

«Non è necessario che mamma o papà siano bilingue. Tutti possono provare » assicura l’esperta. «A patto che si divertano e diano ai bambini stimoli costanti e frequenti».

Il metodo adatto

I meno esperti possono affidarsi a cartoni, film e libri. Chi si sente più sicuro, invece, può proporre un momento della giornata, come il bagnetto, nella seconda lingua. «Sì anche alle canzoni» consiglia Letizia. «Soprattutto quelle da mimare, che divertono tutti i bambini».

L’errore da evitare

Mettere sotto pressione il figlio, stressandolo con test e “interrogazioni”, è controproducente. «Succede se mamma e papà hanno aspettative esagerate rispetto all’età del bambino» conclude Letizia Quaranta.

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
mamme/back-to-school2/la-seconda-lingua$$$Punta da subito su una seconda lingua
Mi Piace
Tweet