Prepariamo i bambini al rientro a scuola  

 - 03 Agosto 2012

Dopo un periodo di vacanza così lungo è utile preparare i bambini, soprattutto i più piccoli, all'idea del rientro. In alcuni casi si dovrà affrontare un posto tutto nuovo (per esempio la scuola primaria se si è stati alla materna). Ma anche ritornare dagli stessi compagni con l'insegnante dell'anno prima non è facile. Il "back to school" va pensato per tempo: si potranno così escogitare piccoli accorgimenti per riabituarci al pensiero di un nuovo lungo anno scolastico.


Cominciamo a reintrodurre il tema scuola nelle conversazioni di casa. Basta lanciare qualche riflessione del tipo "Chissà come saranno diventati i tuoi compagni in questi due mesi!" "Chissà dove sarà stato in vacanza il tuo compagno di banco.." È bello provare a immaginare insieme come sarà il nuovo anno scolastico.


Non presentiamo la scuola come una minaccia incombente (vanno evitate frasi del tipo "Adesso finisce la bella vita, vedrai a scuola..."). Anche se i compiti non sono finiti e il tempo non basta, non presentiamo la scuola come il luogo dei castighi. Meglio invece comunicare l'entusiasmo di chi si aspetta delle novità piacevoli.


Raccontiamo la nostra esperienza scolastica, facendo capire che un po' preoccupati eravamo anche noi: ai figli piace sentire i racconti degli adulti e scoprire che anche loro sono stati bambini!


Prepariamo gradualmente il bambino ai cambiamenti che dovrà affrontare con l'inizio dell'anno scolastico. Si comincia con l'anticipo del sonno anche solo di mezz'ora e di altrettanto tempo per il risveglio (spiegando che anche agli adulti serve un po' di rodaggio per riprendere il ritmo giusto).


Festeggiamo il primo giorno di scuola. Magari con una pizza insieme per trovare lo spazio e il tempo per farci raccontare le novità. Un rito, un piccolo segnale per dire che qualcosa è cambiato: si ricomincia "tutti" con la vita di ogni giorno. E la scuola è un "lavoro" proprio come quello dei genitori.


Cerchiamo di stabilire da subito un dialogo aperto e fiducioso con gli insegnanti, nuovi o vecchi, : gli insegnanti sono i nostri alleati nel progetto di crescita dei figli.


Prepariamoci alle lezioni andando insieme a comperare il corredo scolastico. Una buona occasione per cercare il materiale, scegliere gli oggetti con razionalità, con un occhio anche al costo! Sapere quanto costano gli astucci, i quaderni, i pennarelli, è un modo per capirne meglio l'uso e ragionare sulla necessità delle firme e sul rapporto qualità-prezzo.


Prepariamo insieme lo zaino per il primo giorno di scuola; diamo un posto agli oggetti, spieghiamo come si curano le proprie cose (che spesso a scuola si rompono, si perdono o... spariscono!).


Affrontiamo l'argomento "compiti delle vacanze" per chi passa alle classi successive alla prima e aveva avuto la consegna di preparare una certa quantità di esercizi. Argomento dolente ma necessario. Ragioniamo su quello che abbiamo fatto e su ciò che si può ancora fare, a seconda dei giorni che restano per l'avvio delle lezioni. Se i compiti non sono finiti per il primo giorno di lezione, siamo sinceri, non li abbiamo finiti! Bando alle vecchie scuse, tipo quaderni persi o impedimenti gravi. Meglio una sincera ammissione che delle scuse banali.

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
mamme/back-to-school2/prepariamo-i-bambini-al-rientro-a-scuola$$$Prepariamo i bambini al rientro a scuola
Mi Piace
Tweet