• Home -
  • Mamme-
  • Il cestino dei tesori: come si fa e a cosa serve

Il cestino dei tesori: come si fa e a cosa serve 

Vuoi intrattenere il tuo bambino con un'attività rilassante e stimolante? Prova il cestino dei tesori

Credits: 

Pinterest/indulgy.com

 

Il cestino dei tesori è stato utilizzato per decenni dai professionisti per l'infanzia come mezzo per stimolare i sensi dei più piccoli e soddisfare la loro naturale curiosità. Si tratta di un’idea molto semplice ideale per intrattenere il bambino e stimolare tutti i suoi cinque sensi.

Cos'è il cestino dei tesori

Il cesto dei tesori è effettivamente un vero e proprio cestino, preferibilmente di vimini (o altro materiale naturale) contenente alcuni oggetti di uso quotidiano e realizzati con materiali naturali: legno, stoffa, gomma, carta. Il bambino sarà portato a osservare, toccare, selezionare, annusare gli oggetti, concentrandosi con calma e soddisfazione.

Cosa inserire nel cestino dei tesori

Per selezionare gli oggetti da inserire nel cestino dei tesori per il tuo bambino tieni anzitutto presente che deve stimolare almeno uno dei cinque sensi: tatto, olfatto, gusto, udito e vista.

Gli oggetti non devono essere troppo piccoli (per non essere ingoiati) e non devono avere bordi taglienti. Tieni sempre presente che il bambino li tocca e spesso li porta alla bocca. Evita anche fili o bordi staccabili o materiali con coloranti che stingono

Ecco un elenco di idee: pigne, conchiglie, spugne naturali, gusci di noce di cocco, gomitoli di lana, sottopentola in paglia, pennelli da barba, spazzolino da denti, pettini in legno, spazzole in setole naturali, sonaglini, mollette da bucato, anelli delle tende, cucchiai, portauova, fruste da cucina, pentolini, scatole di metallo di dimensione medio piccola, coperchi dei vasetti di marmellata, formine per biscotti, piumino per cipria, pezzi di tubi di gomma, palla da tennis, pacchettini ben cuciti di tessuto con lavanda, timo, chiodi di garofano. Meglio evitare plastica e altri materiali sintetici.

Da che età introdurre il cestino dei tesori

Il cestino dei tesori è rivolto in particolare ai bambini di età compresa fra i 6 e i 10 mesi. In questa fase infatti il bambino riesce a stare in posizione seduta senza cadere. Allo stesso tempo sviluppa la capacità prensile manuale, quindi ama afferrare oggetti di piccole dimensioni.

Poiché non può ancora muoversi da solo, ma è incuriosito dall’ambiente che osserva, apprezza molto il cestino dei tesori, che gli permette di stare seduto e soddisfare la sua curiosità verso gli oggetti di uso quotidiano.

Come e quando presentare il cestino dei tesori

Scegli un momento in cui il bambino non ha fame e non ha sonno. Si divertirà più a lungo.

Il cestino dei tesori è un’esperienza che il bambino può svolgere da solo, ma è importante restare accanto in modo da poter intervenire se ha bisogno di aiuto. Posiziona il cestino vicino al tuo bambino in modo che possa raggiungere e spostare tutti gli oggetti che sono all’interno. Ricorda di cambiare ogni tanto gli oggetti che si trovano nel cestino per mantenere l’attenzione del bambino nel tempo. Controlla regolarmente gli oggetti del cestino per assicurarti che siano tutti intatti e sicuri.

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
mamme/cestino-tesori$$$Il cestino dei tesori: come si fa e a cosa serve
Mi Piace
Tweet