I papà ancora non eguagliano le mamme, non solo in Italia 

Non si tratta di un cliché: le statistiche di un recente rapporto ONU svelano come in nessun Paese al mondo i papà abbiano gli stessi compiti delle mamme

di Serena Sabella
Credits: 

Corbis

Lo State of the World's Fathers, il primo rapporto dell'Onu che ha analizzato in dettaglio il ruolo dei padri, rivela (o conferma!) che il gender gap tra genitori purtroppo esiste: le donne, secondo il rapporto, dedicano da due e dieci volte più tempo ed energie rispetto agli uomini sia per la cura dei bambini che per i lavori domestici. Le donne, oggi, costituiscono il 40% della forza lavoro ma, nonostante questo, gli impegni familiari sono gestiti (quasi) completamente da loro. "Quasi" perché fortunatamente esistono anche piccole eccezioni!

Dalla ricerca emerge la voglia dei papà di lavorare meno fuori casa, una percentuale che va dal 61 al 77% sarebbe pronta a passare più tempo con i propri figli assumendosi incarichi e impegni familiari. Per ora, però, soltanto 92 Paesi offrono il congedo di paternità (Italia inclusa) anche se non sempre questa opportunità è fruibile concretamente.

Kate Gilmore, vice direttore esecutivo dell'agenzia dell'Onu per la popolazione (Unfpa), ha definito lo studio "storico" per l'importanza dei dati emersi: "Gli uomini che hanno un rapporto stretto con i figli vivono più a lungo, hanno meno problemi di salute mentale e fisica, hanno meno probabilità di essere dipendenti dalle droghe, e sono più produttivi sul lavoro".
Se i compiti e i doveri familiari fossero equamente suddivisi avremmo mamme meno frustrate e papà più produttivi. La difficoltà sta nel convincerli a collaborare.

 
 
 
mamme/famiglia/oggi-papa-non-eguagliano-mamme-non-solo-in-italia$$$I papà ancora non eguagliano le mamme, non solo in Italia
Mi Piace
Tweet