I tre porcellini 

Una favola da riscoprire: qui ti proponiamo la versione classica e un'altra dal finale più dolce... scegli tu quale leggere ai tuoi bambini!

di Maddalena De Bernardi

La favola dei tre porcellini rappresenta il momento della crescita. Grazie all'esperienza di vita si conquista la maturazione e la competenza necessaria per poter creare la propria abitazione: l'uscita di casa e l'andare per il mondo rappresenta la maturità che è conquista di indipendenza e libertà. La fiaba è stata pubblicata per la prima volta da James Orchard Halliwell-Phillipps intorno al 1843, all'interno della raccolta Nursery Rhymes and Nursery Tales, che riprendeva un racconto orale antecedente. Pur rimanendo intatto lo schema narrativo alla base, esistono diverse varianti della storia, sia per quanto riguarda gli animali (con i fratelli Grimm diventano sette capretti), sia per quanto riguarda i tentativi del lupo per convincere i porcellini.

L'importanza del lupo, che rappresenta le persone di cui è necessario diffidare, è nella presa di coscienza che diventare adulti implica la capacità di sapersi difendere da soli, ma per farlo è necessario rimanere attenti, lavorare sodo e non credere alle parole degli sconosciuti. In alcuni versione meno crudeli della storia i fratellini riescono a salvarsi, ma la morale resta identica: per trovare la propria sicurezza bisogna lavorare sodo e essere saggi!

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
 
 
mamme/favole-per-bambini/tre-porcellini-storia$$$I tre porcellini
Mi Piace
Tweet