• Home -
  • Mamme-
  • Analisi di un gioco: il Twister

Analisi di un gioco: il Twister 

E' uno dei giochi più divertenti da fare con i bambini. Consiste nell’appoggiare a terra mani e piedi su alcuni cerchi colorati, seguendo gli ordini di un “capo”

di Isabella Fava  - 05 Aprile 2011
Credits: 

Getty

 

«Metti la mano destra sul cerchio rosso. La gamba sinistra su quello giallo. Quella destra sul nero, a fianco della mano sinistra». No, non stiamo dando i colori (pardon, i numeri): questa è la simulazione del twister. Uno dei giochi più divertenti da fare con i bambini.Consiste appunto nell’appoggiare a terra mani e piedi su alcuni cerchi colorati, seguendo gli ordini di un “capo”.

Il risultato? I piccoli si ritrovano tutti intrecciati, in equilibrio precario, e la risata è assicurata. «Il twister è stato inventato e brevettato dagli statunitensi Charles Foley e Neil Rabens,anche se il figlio del loro datore di lavoro ne ha rivendicato la paternità» racconta Andrea Angiolino, autore, insieme a Beniamino Sidoti, del Dizionario dei giochi (Zanichelli).

«Nel 1966 la MB lo lancia in grande, vendendo 3 milioni di copie in un anno». E ancora oggi ha grande successo. Il segreto? «Richiede agilità ed equilibrio e poi insegna a prendere confidenza con il contatto fisico fra le persone «Ma proprio per questo» continua Angiolino «al suo apparire qualcuno ne ha messo in dubbio la moralità. Accuse che adesso fanno sorridere».

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
mamme/gioco-twister$$$Analisi di un gioco: il Twister
Mi Piace
Tweet