Com’è semplice vendere on line 

Se cerchi clienti per i tuoi
gioielli o per gli abiti che disegni,
apri un negozio su Internet

di Cristina Conti  - 13 Gennaio 2005

Aprire un negozio è sempre stato il tuo sogno, ma i costi di avvio sono scoraggianti. Hai pensato che puoi vendere on line? L'e-commerce è un mercato in veloce espansione. Nel 2004 sono stati spesi 1950 milioni di euro per acquisti su Internet, con un incremento del 68 per cento rispetto al 2003 (dati Anee-Assinform). E un ruolo sempre più significativo in questa crescita ce l'hanno proprio i singoli commercianti, come potresti essere tu.

Se l'idea ti sembra interessante, il modo più facile per cominciare è www.ebay.it.

Nel sito d'aste online esiste un'area dedicata ai negozi e se vuoi aprire una tua vetrina, eBay ti mette a disposizione tutti gli strumenti necessari a prezzi molto competitivi: il canone mensile va da un minimo di 3,95 euro per il "negozio base" fino ai 39,95 euro del  "negozio premium" che offre una maggiore visibilità nell'home page del sito. A queste spese vanno aggiunte commissioni tra il 4 e il 5 per cento sulle vendite. Ma si guadagna davvero? «Per noi è stato un successo» spiega dice Daniele Bogiatto, che insieme alla moglie Jenny su eBay vende carte d'epoca, ovvero stampe, poster, libri antichi. «Dal niente siamo arrivati in un anno a un fatturato di 40 mila euro, con un guadagno netto di 20 mila».

Anche Sergio Ciarrocchi, gioielliere, ha scoperto i vantaggi dell'e-commerce: «Dovevo smaltire anelli, orecchini, bracciali del magazzino e ho cominciato a proporli su eBay» racconta. «Oggi, con tre ore di lavoro al giorno, fatturo 4000 euro a settimana». L'idea di confonderti tra i tanti inserzionisti di eBay non ti piace? Se hai esperienza di Internet puoi costruirti il tuo sito utilizzando software come quelli che trovi su www.nonsoloshop.it, www.software-e-commerce.com e www.epicuro.it. Oppure puoi rivolgerti a un web master (come Bmedia, di Torino, www.bmedia.it, tel. 011 2257572) e farti progettare un negozio virtuale su misura. Quanto alla scelta delle forme di pagamento, il metodo più sicuro e veloce, anche per te che devi riscuotere, è la carta di credito.

Puoi appoggiarti a una banca: la più utilizzata in Italia è la Banca Sella (tel. 800142142) che offre un'assistenza completa per l' e-commerce: il costo di attivazione del servizio varia da 100 a 400 euro, a seconda del tipo di assistenza che richiedi. A questo costo fisso devi aggiungere il canone mensile (da 7 a 18 euro) e le commissioni (3-4 per cento). Un servizio analogo, ma senza costi di attivazione è offerto da www.paypal.com, che però è in inglese. Resta il problema di spedire la merce: i canali privilegiati sono le Poste Italiane (www.posteitaliane.it) oppure società private come Dhl (tel. 199199345).

I costi variano a seconda del peso e della destinazione del pacco. Indicativamente, partono dai 7 euro per pacchi fino a 20 chili spediti in Italia e salgono, naturalmente, per le spedizioni all'estero. Comunque sono previsti sconti, convenzioni e abbonamenti per le società. Come quello stipulato da eBay per i propri clienti che prevede sconti fino al 30 per cento sulle normali tariffe.

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
 
 
mamme/maternita-e-lavoro/com-e-semplice-vendere-on-line$$$Com’è semplice vendere on line
Mi Piace
Tweet