Come si diventa pierre 

Spigliata, infaticabile, piena di idee. Ecco le tre qualità che non possono mancare a una brava pierre. Il suo compito consiste nel promuovere l'immagine di un'azienda

di Annalisa Piersigilli  - 17 Febbraio 2009

Spigliata, infaticabile, piena di idee. Ecco le tre qualità che non possono mancare a una brava pierre. Il suo compito consiste nel promuovere l'immagine di un'azienda: organizza eventi, tiene i rapporti con la stampa, segue le mosse della concorrenza e, nelle grandi agenzie, collabora con società esterne che si occupano di ricerche di mercato.

Per fare questo lavoro bisogna seguire un corso di laurea in Relazioni pubbliche o in Scienze della comunicazione (sono più di 70 quelli attivi nelle Università italiane).

Chi, invece, ha già una laurea, può frequentare un master in Relazioni pubbliche e Comunicazione d'impresa come quelli proposti dalla Federazione relazioni pubbliche italiana (www.ferpi.it ).

Dopodiché è importante fare molta esperienza sul campo, meglio se in una

agenzia con un ufficio stampa già avviato. Chi, invece, sogna di mettersi in proprio deve aprire una Partita Iva e presentarsi ai potenziali clienti. La parola d'ordine per avere successo è: specializzarsi. Oggi i settori che richiedono più esperti di comunicazione sono quelli dell'ambiente e del turismo.

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
mamme/maternita-e-lavoro/come-si-diventa-pierre2$$$Come si diventa pierre
Mi Piace
Tweet