Come si diventa wedding planner 

Organizzare un matrimonio dalla a alla zeta, trovare soluzioni creative per qualsiasi richiesta, rassicurare la sposa presa dal panico... una bella sfida! Ti appassiona? Ecco come puoi diventare una professionista delle nozze altrui

 - 20 Marzo 2009

Moltissime ragazze (spessissimo neo-spose) mi chiedono come si fa a diventare wedding planner. Ci sono molti corsi nati per rispondere a questa nuova domanda spesso tenuti da agenzie che già svolgono questo lavoro.

Personalmente ritengo che non siano indispensabili perché questo è un lavoro che si impara principalmente sul campo.

È sicuramente più utile contattare una wedding planner e chiedere di poterla affiancare il giorno del ricevimento: oltretutto questo vi permetterebbe di provare mantenendo comunque la vostra occupazione attuale, visto che i matrimoni si svolgono prevalentemente il sabato.

È importante crearsi una rete di contatti (professionisti del settore come fotografi, società di banqueting eccetera) ma non basta: dovrete essere in grado di concretizzare ogni idea della sposa, cercando quindi tra i più svariati campi (gli artigiani del ferro e del legno, ad esempio, sono figure spesso importantissime per la realizzazione di un evento).

Come si progetta un evento? Ricordandosi sempre che il matrimonio è degli sposi, non vostro. Cercate di conoscerli, di capire le loro personalità. Sembra banale? Non lo è affatto. È fondamentale seguirli durante le prime fasi di ricerca: location e abito vi faranno già capire che tipo di ragazza avete davanti (romantica, sofisticata, minimal...) e a quel punto sta a voi proporre gli allestimenti adeguati.

Siete responsabili della realizzazione di tutta la giornata: dovrete essere in grado di gestire i tempi dei professionisti coinvolti, tutti si rivolgeranno a voi per qualsiasi dubbio e necessità. Sarete quindi i primi ad arrivare sul posto, insieme ai camerieri del catering e gli ultimi ad andare via.

Siate sempre pronti a risolvere qualsiasi problema (mai farsi prendere dal panico, ci sono già le spose per questo...) e a infondere sicurezza. La dote fondamentale per una wedding planner professionale, oltre alla creatività, è l'organizzazione mentale: gestire un matrimonio sotto ogni aspetto è più faticoso di quel che si crede.

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
 
 
mamme/maternita-e-lavoro/come-si-diventa-wedding-planner2$$$Come si diventa wedding planner
Mi Piace
Tweet