A Londra il papà ha gli stessi diritti della mamma 

E' una rivoluzione attesa da tempo: ogni neo-genitore ha il diritto di restare a casa con i propri figli. In Inghilterra il congedo dal lavoro, esteso fino a dieci mesi, spetterà in alternativa alla mamma o al papà

di Rachele De Cata  - 17 Gennaio 2011
 

La notizia, rilanciata dal sito di un quotidiano, è di quelle che interessano tutti i genitori: il congedo obbligatorio, che dà diritto all'astensione dal lavoro per un periodo di cinque mesi, diventa questione di famiglia.

Non in Italia, è bene dirlo subito, ma la strada, a livello europeo, pare segnata: in Inghilterra, terra da sempre sensibile alle necessità dei genitori, partirà ad aprile il nuovo piano famiglia, che prevede un'aspettativa di dieci mesi da usufruire in alternativa tra mamma e papà.

Sarà insomma la coppia a decidere chi deve occuparsi del bebè, e, se la mamma vuole tornare al lavoro subito dopo il parto, avrà dirittto di restare a casa il neo-padre.
Rivoluzione culturale e sociale, che ha trovato consensi bipartisan, con un regime economico che promette di non ridurre sull'astrico le famiglie: retribuzione al 90 per cento nelle prime sei settimane, poi a scalare fino al decimo mese.

E tu? Cosa ne pensi? Dì la tua sul forum

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
 
 
mamme/maternita-e-lavoro/congedo-maternita-per-i-papa$$$A Londra il papà ha gli stessi diritti della mamma
Mi Piace
Tweet