In piscina c’è posto 

Se nuoti bene e ami lo sport che cosa aspetti? Con questi corsi diventi istruttore di acquafitness e trovi subito un impiego

di Cristina Conti  - 08 Marzo 2006

L'acquafitness è sempre più diffusa. Ormai ci si mantiene in forma con la ginnastica in acqua non solo nelle piscine, ma anche nei centri benessere e nei villaggi vacanze. Tanto che la richiesta di istruttori è in forte aumento. Ma chiariamo subito una cosa: non è un lavoro per tutti.

«Soprattutto adesso che i corsi che vanno più di moda sono molto tecnici, come lo spinning, lo yoga e il kick boxing in acqua, abbiamo bisogno di istruttori preparati e competenti» spiega Mimi Rodriguez Adami, direttore tecnico della Federazione italiana di aerobica e fitness (Fiaf). «Oltre a eseguire gli esercizi insieme alle persone che seguono le lezioni, chi insegna deve dedicare tre o quattro ore a settimana all’allenamento personale». In genere un istruttore parte da una paga base di 15-20 euro all’ora. Ecco i corsi da seguire e come trovare lavoro.

Dove imparare.

Per insegnare acquafitness non serve la laurea, ma è obbligatorio un corso di formazione. I più indicati sono quelli organizzati dalle federazioni sportive. Eccone due.

Ai corsi della Federazione italiana nuoto (tel. 0636200440) sono ammessi solo i maestri di nuoto (per avere il brevetto servono due corsi di tre mesi). Le lezioni per diventare istruttori di acquafitness invece durano due fine settimana e costano 350 euro. Per sapere quando partono i corsi nella tua città contatta le sedi locali: gli indirizzi sono sul sito www.federnuoto.it.

Per iscriverti ai corsi di acquafitness della Scuola italiana aerobica e fitness della Fiaf (tel. 0637352328, www.fiaf.it) devi prima fare un corso di base sull’esercizio fisico. Successivamente potrai seguire le lezioni di ginnastica in acqua (uno stage di 3 weekend costa circa 500 euro). I prossimi corsi partiranno a maggio e giugno a Roma, Milano, Capua (Na) e Pordenone.

A chi proporsi.

Una volta finito il corso hai tre possibilità per trovare lavoro. Eccole.

Palestre e piscine chiedono alle federazioni i nomi di allievi quando hanno bisogno di rimpiazzare qualcuno. Quindi puoi già dare la tua disponibilità all’organizzazione presso la quale hai seguito il corso.

Se non vuoi aspettare contatta le piscine del tuo Comune: chiedi gli indirizzi all’Assessorato dello sport.

Se, invece, ti piace viaggiare manda il tuo curriculum ai villaggi turistici. Valtur (Ufficio Risorse Umane, piazza della Repubblica 59, 00185 Roma, tel. 064706321, www.valtur.it) ha appena iniziato le selezioni per l’estate. Club Med (via Montecuccoli 30/32, 20147 Milano, www.clubmed-jobs.com) cerca istruttori per l’Italia e per l’estero.

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
mamme/maternita-e-lavoro/in-piscina-c-e-posto$$$In piscina c’è posto
Mi Piace
Tweet