Mestieri verdi che vanno forte 

Se ami la natura e vuoi una professione che ti garantisca un futuro, leggi qui

di Cristina Conti  - 20 Gennaio 2005

Alcuni anni fa c'è stato un boom delle professioni legate al verde e tanti giovani hanno scommesso il proprio futuro in quello che sembrava un mercato pieno di promesse. «Tuttavia enti, parchi e istituzioni che si occupano di protezione ambientale non sono stati in grado di rispondere alle grandi aspettative e così molti sono rimasti delusi» spiega Paolo Galli, ecologo e docente di biologia all'università Bicocca di Milano. «Adesso, però, altri spazi si stanno aprendo nel settore. In particolare i tour operator stanno scoprendo i vantaggi di avere specialisti che illustrino ai turisti piante e animali del luogo o li guidino nelle escursioni».

L'informatore scientifico della natura, così si chiama questo nuovo professionista, utilizza dunque le proprie conoscenze per raccontare a chi è in vacanza i segreti dell'ecosistema del luogo in cui si trova: mare, montagna, tropici. Se ti piace l'idea, hai una laurea e cerchi un lavoro, al Ventaglio stanno cercando esperti. Puoi mandare il curriculum via fax al numero 0246754965, o per e-mail a serviziricreativi.ventaclub@ventaglio.com). «Per fare l'informatore della natura non importa se si è laureati in materie scientifiche o umanistiche» avverte Paolo Galli.

«Basta essere appassionati d'ambiente. Le conoscenze specifiche si possono acquisire frequentando un master come quello che organizziamo all'università Bicocca in collaborazione con l'università di Genova e i principali tour operator». Il master viene ripetuto ogni anno, ma il prossimo parte a fine febbraio e se ti interessa chiama subito: il 26 gennaio chiudono le iscrizioni (www.isnweb.it; tel. 0264483417). Un'altra professione pionieristica legata alla natura è quella dell'informatico verde. «È un esperto con competenze in campo agrario e informatico che progetta software per risolvere i problemi di gestione delle aziende agricole o del verde» spiega Ivano Valmori, informatico verde e fondatore della società Image line di Faenza (www.imageline.it; tel. 0546680688).

«Si va dalla informatizzazione di un sistema di irrigazione all'offerta di prodotti multimediali molto più sofisticati. Noi stiamo realizzando un portale Internet per l'agricoltura, con banche dati online dove trovare, per esempio, l'antiparassitario giusto per una certa pianta». L'informatico verde lavora soprattutto in proprio e non esiste un percorso standard per accedere a questa professione. Di solito si parte con un diploma o una laurea a indirizzo agrario e poi si frequentano corsi di informatica. Spesso le società del settore, tra cui la stessa Image line, propongono stage a neodiplomati o neolaureati desiderosi di fare esperienza.

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
mamme/maternita-e-lavoro/mestieri-verdi-che-vanno-forte$$$Mestieri verdi che vanno forte
Mi Piace
Tweet