Come interpretare il pianto del neonato 

Avrà fame o sonno? In questa piccola guida l'ostetrica ci spiega come interpretare i diversi pianti dei nostri piccoli... e avere molta pazienza!

di Sara Notarantonio

Quando il neonato piange non tappare subito quel pianto ma ascoltalo e cerca di capire cosa ti sta chiedendo il tuo bambino. Rispondere sempre al pianto del bambino va a formare un rapporto sicuro tra lui e il genitore. Non lasciarlo mai piangere da solo, prendilo sempre in braccio, rassicuralo e rispondi al suo bisogno. Se non capisci quale sia questo bisogno basta che resti con lui e che stai insieme a lui in quel pianto. Lasciarlo piangere non serve a nulla, anzi, il bambino non smette perché capisce e si autoconsola, ma perché si rassegna. Il tuo bambino è stato per 9 mesi nella tua pancia dove tutti i suoi bisogni venivano soddisfatti immediatamente. Non sa cosa vuol dire aspettare 5 minuti. Il neonato non fa capricci e ricordati che consolare non è viziare!
Come interpretare il pianto del neonato?
Il tempo che passerai insieme al tuo bambino, a stretto contatto, ti aiuterà tantissimo a capirlo. Oltre al pianto noterai anche un linguaggio che si accomuna ad ogni tipo di pianto. Non aspettarti quindi di uscire dall'ospedale e di capire insieme a questa guida cosa significa ogni suo pianto... ci vogliono molti giorni di conoscenza e fiducia tra voi prima di riuscire ad interpretarli.
Fidati del tuo istinto e armati di una montagna di pazienza!

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
mamme/neonato/come-interpretare-pianto-neonato$$$Come interpretare il pianto del neonato
Mi Piace
Tweet