Infertilità: prime diagnosi e cure

Credits: Corbis
1 4

2 ottobre 2015 - Capita a sempre più coppie: dopo mesi di rapporti non protetti il bambino non arriva. Anche se il periodo di ricerca deve variare a seconda dell'età della coppia (un anno se la donna ha meno di 35 anni e 6-8 mesi se è over 35) arriva il momento di stabilire se si tratta di vera e propria infertilità.  
La dott.ssa Giulia Santi, ginecologa, ci spiega che l'infertilità ha mille sfaccettature e può avere diversi approcci terapeutici. "Prima di tutto bisogna effettuare una corretta diagnosi di infertilità: attraverso l'anamnesi (raccolta delle informazioni sulla salute della coppia) e una visita ginecologica per la partner femminile e quella andrologica per il partner maschile."

"Dopo questo primo approccio, il medico specialista deciderà quanti e quali esami prescrivere alla coppia, a seconda di una prima ipotesi medica di infertilità. A mio parere non è mai corretto attribuire una sola causa all'infertilità, perché essendo un meccanismo molto complesso, per il quale ancora non sono chiari ancora tutti i passaggi, è importante non trascurare nessun aspetto."

Vediamo ora quali sono le cause più comuni di infertilità e le possibili cure...

/5

Una coppia su 7 deve rivolgersi a uno specialista perché il bambino non arriva. Ma in quali casi si parla davvero di infertilità? E qual è il percorso prima di arrivare alla fecondazione assistita?

La fertilità in dati
Secondo uno studio del 2010 pubblicato sulla rivista Obstetrics and Gynecology solo il 15% delle coppie riesce a fare un figlio nel primo mese di rapporti non protetti. La percentuale sale al 70% dopo 6 mesi di ricera e dopo un anno di tentativi solo il 15% delle coppie presentano possibili problemi di infertilità. Lo studio però dice che anche la metà di questo 15% riesce ad avere un figlio dopo un altro anno di tentativi.

Le cause dell'infertilità invece sembrano essere equamente ripartite nella coppia. Dai dati raccolti dal Registro Nazionale sulla Procreazione Medicalmente Assisita si evince che nelle coppie che si rivolgono a una struttura per problemi di fertilità la causa sia da ricercare nell'uomo per il 35,4% dei casi e nella donna per il 35,5%. Nel 15% delle coppie i problemi di fertilità riguardano entrambi i partner mentre nel 13,2% dei casi l'infertilità è idiopatica.

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te