E ancora...

12/12/2008

E ancora... 74159
    • E ancora...

    Il libretto della messa

    E' ormai una consuetudine per gli sposi realizzare un libretto per la messa in cui viene riportata l'intera liturgia del matrimonio: le letture, i salmi, alcuni passi del Vangelo e i canti previsti per tutta la celebrazione. Tutti i passaggi della cerimonia, che solitamente vengono scelti insieme al prete che celebrerà il matrimonio, vengono dunque trascritti su questi libretti da posizionare sui banchi per gli invitati.

    I libretti possono essere personalizzati dagli sposi scegliendo per la copertina una riproduzione della facciata, una fotografia o un disegno particolari; essi possono anche essere realizzati seguendo i colori base scelti per gli addobbi della chiesa e rimanere poi come ricordo agli gli invitati. Per questo il nostro consiglio è di stamparne almeno uno ogni due persone!

    Ristorante classico, agriturismo o location con catering?

    La scelta del luogo del ricevimento dipende molto dalle esigenze di gusto ed economiche degli sposi. Rispetto a qualche anno fa, c'è oggi un'inversione di tendenza: bando ai ristoranti con pranzi interminabili e pantagruelici. A questi, oggi le coppie preferiscono l'agriturismo dai prezzi certamente più contenuti e dall'ambientazioni spesso molto gradevoli, immerse nella natura.

    La scelta di una villa d'epoca con servizio catering rimane in testa alla classifica anche se spesso è la più costosa. In una cornice fiabesca è possibile infatti realizzare sia pranzi seduti che cene a buffet, sfruttando ambienti completamente diversi per i vari momenti che compongono la giornata: aperitivo in giardino, pranzo seduti in una sala affrescata, taglio della torta nel parco secolare e la sera danze sulla veranda rischiarata solo dal fuoco di torce e candele. In pochi sanno resistervi...

    Come scegliere la musica e a chi rivolgersi?

    Riguardo alla scelta della musica bisogna operare una distinzione tra chiesa e ricevimento.

    Per la celebrazione in chiesa oggi è possibile scegliere tra soluzioni diverse: dal più richiesto organo accompagnato da un soprano all'arpa; dai fiati all'ultima tendenza di importazione americana quale un suggestivo coro gospel!

    Al ricevimento invece meglio sempre prevedere un genere di musica che non sia troppo invadente e rumorosa, per non guastare la convivialità impedendo agli invitati di fare conversazione. Ecco perché le scelte più frequenti ricadono su un gruppo di due o tre elementi jazz oppure, ancora più spesso se la location è munita di filodiffusione, su un cd di canzoni realizzato dagli sposi stessi.

    L'addio al nubilato...qualche idea?

    Solitamente più sobri delle speculari celebrazioni al maschile, gli addii al nubilato vengono organizzati dalla damigella o da un'amica della sposa: spesso si tratta di una semplice cena tra amiche seguita da una serata a ballare, più raramente di un week-end in qualche località amena o in una capitale. Ultimamente piace molto regalare alla sposa un percorso anche di una sola giornata in una beauty-farm a farsi coccolare con vari trattamenti di bellezza!

    Come organizzare i tavoli?

    Esistono due diverse possibilità riguardo alla disposizione dei tavoli al ricevimento: la forma più classica prevedere che gli sposi siedano al tavolo con i testimoni e i genitori, ma è anche possibile che gli sposi decidano di sedere ad un tavolo dedicato solo a loro dal quale si alzeranno spesso e volentieri per girare un po' tra i tavoli e conversare con parenti e amici.

    Quanto agli altri invitati, sono sempre gli sposi a decidere la loro disposizione e divisione a tavola: questo avviene solitamente sistemando parenti con i parenti, amici con gli amici.

    Un ottimo aiuto per "dirigere" l'individuazione del posto a tavola senza troppo caos è quello costituito dal posizionamento di un segnaposto o di un segnatavolo e relativo "tableau de mariage", in cui vengono riportati i nomi di tutti gli invitati accanto al tavolo assegnato.

    Se partecipo solo alla cerimonia in chiesa, cosa regalo agli sposi?

    Prima di fare un regalo agli sposi è sempre bene informarsi presso di loro o presso le loro famiglie per sapere se hanno desideri particolari, se hanno scelto, e dove, una lista di nozze. Partecipare solamente alla cerimonia, se non si è invitati al ricevimento, non vincola in ogni caso a fare un regalo.

    © Riproduzione riservata

  • Tag: 
E ancora...
14

di x

Vota

rispondi

di x

Vota

Attendere prego
avatar

matrimonio/organizzazione/e-ancora$$$E ancora...
 
Mi Piace
Tweet