Fai la prova costume! 

Dubbio di inizio estate: meglio la trasgressione del due pezzi o la seduzione dell'intero? Per non sbagliare metto nel borsone del week-end un bikini da abbronzatura integrale e nella valigia delle vacanze un intero da sirena

di Maristella Campi  - 21 Giugno 2006

L'estate è scoppiata e io sono all'ultima spiaggia: devo fare la prova costume, oggi o mai più. Non è quella che riguarda i chili di troppo: ormai, quelli che erano da eliminare, sono stati eliminati, gli altri rimangano pure dove sono. Piuttosto, la nuova prova riguarda il tipo di costume da mettere nel borsone del week-end e, poi, nella valigia delle vacanze: come ogni estate scatta la mia indecisione cronica tra il due pezzi e l'intero. E non posso chiedere un consiglio alle mie amiche: anche loro sono afflitte dallo stesso dilemma. Allora metto in azione il "costumometro".

Il bikini emana il fascino della seduzione, dà un senso di libertà e regala l'illusione della trasgressione. Impossibile dimenticare la bambola Brigitte Bradot sulla spiaggia di Saint Tropez, con il malizioso "davanzale" avvolto dai quadrettini Vichy, o la sirena Ursula Andress con un due pezzi (forse oggi lo definiremmo ascellare) che ha lasciato un ricordo indelebile non solo nel cuore di 007, ma anche nell'odierno immaginario maschile. E poi, il 5 luglio il bikini compie 50 anni: portati bene, anzi benissimo, passati attraverso reggiseni a balconcino anni Cinquanta o a triangolo anni Settanta, coppe rinforzate per maggiorate o coppe imbottite per ragazze grissino, push up per seduttrici da spiaggia o ricami glitterati per aficionados all'happy hour on the beach. E allora, pancia in dentro e petto in fuori: decido per il due pezzi.

L'intero ha il fascino del "vedo-non vedo": accarezza il corpo come una seconda pelle, esalta le forme nel punto giusto, nasconde qualche piccolo, incontrollabile difetto, dà una certa sicurezza a chi non si sente così sicura di essere in perfetta forma. E poi, diciamolo ha il suo lato sexy: solletica l'immaginazione con scollature superabissali, tagli superinguinali e schiene supernude. E allora, spalle dritte e falcata da gatta: decido per l'intero.

Un bel match, non c'è che dire. Alla fine, infilo nel borsone del week-end un bikini superslim, con il reggiseno a triangolo e lo slip tenuto insieme da sottili laccetti sui fianchi, molto figlia dei fiori anni Settanta, perfetto per raggiungere un'abbronzatura quasi integrale. Nella valigia delle vacanze, invece, metto un intero bondage, supersgambato e superscollato, con una serie di nastri che avvolgono i fianchi e si incrociano sulla schiena, molto sirena sinuosa. Risultato: anche questa estate due pezzi e intero finiscono il match in assoluta parità.

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
 
 
moda/fai-la-prova-costume$$$Fai la prova costume!
Mi Piace
Tweet