• Home -
  • Moda-
  • La nuova moda equo-solidale

La nuova moda equo-solidale 

Etnica, ma non solo: è di scena una moda speciale, fatta di capi belli da portare, amici della pelle e creati nel rispetto dell'ambiente e di chi li produce

di Laura M. Bosisio  - 20 Luglio 2007
Tag: solidarieta

In molti paesi del Sud del mondo i turni di lavoro del settore tessile sono massacranti, i salari bassissimi, i controlli ambientali inesistenti. I capi prodotti in queste terribili condizioni di vita spesso finiscono nei mercatini o nei negozi delle nostre città. Ma esiste un'alternativa? In queste gallery puoi scoprire come indossare abiti "puliti", confezionati nel rispetto dei lavoratori e dell'ambiente. Sono creazioni che racchiudono un mondo di tradizioni e culture e consentono a tanti gruppi di produttori di vivere dignitosamente, garantire cure e istruzione ai loro figli e partecipare alla crescita sociale della loro comunità. Scommettiamo che ti conquisteranno?

In libreria:

Guida al vestire critico, a cura del Centro Nuovo Modello di Sviluppo (EMI, pp. 330, prezzo 15 euro)

Geografia del supermercato mondiale, a cura del Centro Nuovo Modello di Sviluppo (EMI, pp. 144, prezzo 10,30 euro)

No logo. Economia globale e nuova contestazione, Klein Naomi (Baldini Castoldi Dalai, pp. 598, prezzo 6,90 euro)

The Take, DVD e libro, Avi Lewis, Naomi Klein (Fandango Libri, 18 euro)

Su Internet:

Campagna Abiti Puliti (osservatorio italiano che aderisce alla Clean Clothes Campaign)

Centro Nuovo Modello di Sviluppo

Ethical Trading Initiative

Fair Labor Association

International Textile, Garnment & Leather Workers' Federation

Centre for Research on Multinational Corporations (SOMO)

Sweatshop Watch

China Labour Bulletin

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
moda/la-nuova-moda-equo-solidale$$$La nuova moda equo-solidale
Mi Piace
Tweet