Milano Fashion Week: tutto quello che ti sei persa 

Da Blumarine a Sportmax, da Philosophy a Tod's: ecco come ci vestiremo per l'autunno inverno 2015

di Silvia Schirinzi

Milano Moda Donna si conclude con la sfilata di Giorgio Armani e il "carrozzone" della moda è già in partenza per Parigi per lo sprint finale del lungo mese della moda donna. Se però ti sei persa le ultime sfilate milanesi, ecco un riassunto di tutto quello che abbiamo visto in passerella per l'autunno inverno 2015.

Da Blumarine come sempre vince il romanticismo, declinato però in versione contemporanea, fra ricami floreali e preziosi intarsi. È portavoce di un'eleganza asciutta, invece, la donna di Sportmax: a noi piacciono particolarmente gli outfit in pelle ma anche quello in giallo vitaminico. Ha convinto tutti l'esordio di Lorenzo Serafini da Philosophy: il designer è riuscito infatti a dare quel tocco di freschezza che il marchio necessitava da tempo. Il suo è un nuovo romanticismo vintage, che piacerà moltissimo alle ragazze.

Anche da Ermanno Scervino a vincere è stata l'eleganza vaporosa, con una serie di abiti da sogno che si portano con un make-up deciso. Gran ritorno dell'animalier sulla passerella di Roberto Cavalli mentre Laura Biagiotti sceglie di omaggiare la grande bellezza di Roma con una collezione classica e architettonica. Da Emilio Pucci, invece, l'ispirazione era lo zodiaco: il designer Peter Dundas gioca con il bianco e nero, declinati secondo intricate fantasie optical che, di tanto in tanto, lasciano il posto a tocchi di blu, rosso e verde intensi. Anche da Missoni predomina il colore, spezzettato nell'inconfondibile zig-zag.

Il lusso di Salvatore Ferragamo è tutto nella preziosità dei tessuti e nella precisione delle linee: la signora immaginata dallo stilista Massimiliano Giornetti ama una palette di colori scuri illuminati da lampi di giallo e rosso, predilige una silhouette pulita e verticale, senza fronzoli. È un trionfo di pelle, invece, la collezione di Trussardi mentre Tomas Maier da Bottega Veneta gioca con i pois, mai così essenziali e minimal. Anche Alessandra Facchinetti da Tod's utilizza principalmente la pelle per creare outfit lussuosi ma mai appariscenti. Tutt'altra da atmosfera, invece, da Etro, dove ancora una volta a predominare è la stampa paisley.

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
moda/milano-fashion-week/tendenze-autunno-inverno-2015$$$Milano Fashion Week: tutto quello che ti sei persa
Mi Piace
Tweet