Camminare sui tacchi alti: tutti i trucchi  

I tacchi alti donano immediatamente un portamento più elegante, ma possono essere anche insidiosi: ecco qualche consiglio pratico su come indossarli

di Paola Toia
Credits: 

Shutterstock

 

I tacchi alti possono essere i migliori amici di una donna: possono slanciare la figura e sfinarla, rendere il portamento più sensuale e farci sentire molto più seducenti. Ma esiste anche un altro lato della medaglia: se non li si sa portare, possono renderci goffe e impacciate e farci ondeggiare con la famosa 'camminata da T-Rex', quella con le ginocchia sporgenti e il baricentro tutto spostato in avanti.  

Niente panico: camminare sui tacchi alti è tutta una questione di tecnica, che con l’esercizio e qualche accorgimento, si può imparare e migliorare.

Ecco qualche semplice consiglio da mettere in pratica su come imparare a camminare sui tacchi:

Compra le scarpe giuste

A parte il gusto personale, vi sono delle regole per comprare in modo intelligente le scarpe: in primis, vai a fare acquisti in serata, quando i piedi sono più gonfi per la stanchezza, di modo che la scarpa si adatti, tenendo un po’ di gioco. Non limitarti a calzare solo la destra o la sinistra, ma entrambe, per provare immediatamente la camminata e sentire se sono comode o no. Infine, non tutti i tacchi alti sono uguali: un tacco 12 a stiletto sarà diverso da uno a rocchetto; per questo, prima di acquistarle sulla fiducia, vanno sempre provate.  

Preferisci i cinturini alla caviglia, la zeppa o gli stivali

Non vuoi rinunciare al piacere di qualche centimetro in più, ma la décolleté tacco 12 proprio non fa per te? Niente paura: preferisci allora le scarpe con i cinturini alla caviglia, per evitare che il piede scivoli verso il basso. Oppure le zeppe, che mantengono il piede più parallelo rispetto al suolo ed evitano che tutto il peso del corpo scarichi sulle dita. O ancora gli stivali a tacco alto, che fasciando la caviglia, danno maggior sostegno alla figura.

Potrebbe interessarti anche: Come camminare sui tacchi alti senza dolore.

Abituarsi ai tacchi

Ora che hai acquistato il tuo nuovo paio di scarpe con i tacchi, devi solo fare pratica: comincia a fare dei piccoli passi, non grosse falcate, e fai attenzione a non piegare troppo le ginocchia in avant

Soprattutto se è la prima volta che le indossi, sarà utile mettere le scarpe nuove anche in casa, di modo da far prendere loro la forma del piede ed evitare fastidiose vesciche in importanti occasioni. Inoltre, questo permetterà di graffiare un po’ la suola, impedendole di essere pericolosamente scivolosa.  

Esercizi per camminare sui tacchi

Un vantaggio dei tacchi alti è che rendono l’andatura più sexy, a patto di saperci camminare. Copia le modelle: immagina una linea diritta davanti a te su cui camminarci con entrambi i piedi, come i funamboli, uno davanti all’altro. Così otterrai una leggera oscillazione dei fianchi e un portamento più seducente.

Indossate le scarpe anche in esterno, per abituarvi alla nuova altezza su terreni sconnessi o comunque molto più irregolari di un pavimento. Un consiglio semplice e pratico? Indossateli per andare a fare la spesa: appoggiarsi al carrello consente di raddrizzare la schiena e di mantenere l’equilibrio.  

Abbi fiducia in te stessa

I tacchi alti richiedono una buona dose di fiducia in se stesse: schiena dritta, testa alta, per un portamento elegante. Se non avrai questo atteggiamento, sarai più propensa a cadere.

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
 
 
moda/moda-pratica/camminare-tacchi-alti$$$Camminare sui tacchi alti: tutti i trucchi
Mi Piace
Tweet