Gonna a tubino: a chi sta bene e come abbinarla

  • 1 8
    Credits: Shutterstock

    Gonna a tubino classica nera

  • 2 8
    Credits: Pinterest @ Fashion Soul

    Gonna a tubino con cerniera per fisici curvy

  • 3 8
    Credits: Pinterest @ Who What Wear

    Gonna a tubino elasticizzata

  • 4 8
    Credits: Pinterest @ Nice Look

    Gonna a tubino di pelle

  • 5 8
    Credits: Pinterest @ J.Crew

    Gonna a tubino animalier

  • 6 8
    Credits: Pinterest @ Just the design

    Gonna a tubino con bottoni

  • 7 8
    Credits: Pinterest @ ShopStyle

    Gonna a tubino in paillettes

  • 8 8
    Credits: Pinterest @ lolobu.com

    Gonna a tubino in pizzo

/5

Di pizzo, di pelle, di paillettes, oppure con spacco, con bottoni o cerniera, ce n’è per tutti i gusti, di gonne a tubino! Ogni fisicità ha un modello che più le dona. Scopri quale scegliere e come abbinarla!

La gonna a tubino è il trionfo della femminilità e dell’eleganza. Il suo inventore fu Christian Dior, negli anni 40. Dapprima era il pezzo sotto di un vestito, poi la gonna a tubino divenne un capo a se da abbinare al top. Alla fine della seconda guerra mondiale un capo così femminile fu una vera e propria conquista per l’eleganza di una donna. Audrey Hepburn e Marylin Monroe, la amarono da subito e iniziarono ad introdurla nel loro guardaroba. Si può dire che, a parte gli anni 70 in cui passò di moda per lasciare spazio a gonne ampie e lunghe, dagli anni 80 in poi tornò in auge conquistando un suo spazio che non ha più perso.

In qualsiasi modo la si abbini la gonna a tubino non perde mai la sua allure, e a seconda del modello e di qualche accorgimento può donare un po’ a tutte le fisicità, dalle più asciutte alle più formose. Attenzione però all'intimo da abbinarvi: la pencil skirt per natura è fasciante, per lo meno sui glutei e sui fianchi, quindi richiede una biancheria senza cuciture, oppure una culotte-shaping che modella giro vita e fianchi. Adesso sei pronta per rubare 7 fantastiche idee su come indossarla?

Gonna a tubino con cerniera

Partiamo sfatando un mito: non è assolutamente vero che le curvy non possano portarla. Anzi! È un capo che può starti molto bene, l’unico accorgimento è evitare l’effetto “sottovuoto” scegliendola completamente chiusa e molto fasciante. Hai bisogno di un minimo di agio nel movimento, e allora ti vengono in aiuto cerniere o spacchi che ti lasciano lo spazio per camminare. Portala in modo semplice, con un top sottile infilato, e un minimo di tacco, quanto basta per slanciare la figura. Opta per colori scuri che snelliscono il lower body, e tieni i colori più brillanti per il top.

Gonna a tubino con maglione oversize

Se al contrario sei molto asciutta e alta puoi sfoggiare un abbinamento bellissimo che è la gonna a tubino (con orlo anche sotto al ginocchio), maglione dolcevita oversize, e tronchetti. Un outfit decisamente comodo oltre che di grande impatto. In questo caso la gonna sarà elasticizzata (visto che puoi permettertelo!), per contrastare con il maglione abbondante.

Gonna a tubino di pelle con le sneakers

Che sia eco o vera, stretch o dritta non importa, la gonna in pelle è sempre bella! Soprattutto perchè la pelle dona al capo un sapore ricercato e importante, anche qualora sia combinata a sneakers e pullover. Non essendo un materiale molto elastico la pelle non è il massimo della comodità: evita i modelli ultra-fascianti che non danno agio alla camminata!

Gonna a tubino animalier con il dolcevita

Stampa animalier che passione! Se sei tra le amanti del pattern più grintoso che ci sia, di sicuro ti piacerà la gonna a tubino animalier! È ricercata, cool e se abbinata a un dolcevita scuro e a un paio di decolleté eleganti, fa la sua figura! Di certo è un outfit con cui non passerai inosservata. Scegli una vestibilità non molto aderente che cada dritta allungandosi qualche centimetro sotto al ginocchio, in versione midi. Su lower body molto formosi e pieni è meglio evitarlo però, perché questa stampa tende un po’ ad allargare la figura e ad aggiungere qualche chilo “visivo”.

Gonna a tubino con i bottoni

Ti piace da morire la linea attillata ma non ti senti a tuo agio nel portarla? Non precluderti la soddisfazione di indossare la gonna a tubino ma semplicemente sceglila in versione “aperta” sul davanti o di lato, con dei bottoni che la rendano più “morbida” e comoda da portare. Abbinala in modo semplice e raffinato, con un maglioncino sottile di cachmere e un paio di cuissardes di velluto. In questa versione che segna meno la silhouette è adatta un po’ a tutte!

Gonna a tubino in paillettes

Fa subito sera, ma ormai le paillettes sono sdoganate anche di giorno se sdrammatizzate nel modo giusto. Attenzione però a come indossarle, perché seppur molto belli, i lustrini con tutto quel brillore tendono a dilatare la figura. Se sei morbida nel lower body scegli i sofisticatissimi nero, blu notte o grigio scuro, e indossala con un minimo di tacco per slanciarti! Indossata con una giacca sciancrata o un blazer e il tacco 10 è perfetta per un evento serale formale ed elegante, messa con delle sneakers e un maglioncino è perfetta per un vernissage, un compleanno o un aperitivo tra amici. Via libera ai colori più colori se invece sei magrolina!

Gonna a tubino in pizzo

Il pizzo sta rivivendo un periodo d’oro: quando lo indossi ha il potere di impreziosire in un attimo l’outfit, anche se poi lo stai indossando con i jeans. La gonna a tubino in pizzo è fantastica come variante a quelle più classiche,   è super-versatile e da sola basta a fare il look. Lasciando le gambe in vista per via della sua trasparenza è importante che queste siano sottili e affusolate. Non importa se il fianco è pieno e abbondante, ma ci vogliono decisamente delle belle gambe! Se tu le hai allora la puoi interpretare come vuoi, mantenendola elegantissima e classica con una camicia in crepe e delle décolleté con tacco a spillo, oppure stravolgendolo completamente abbinata a una felpa o a una t-shirt, il chiodo di pelle e delle sneakers o dei sandali sexy.

Adesso hai scelto la tua gonna a tubino del cuore?

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te