Gamine, sofisticato, boho, tomboy, fatale: trova il tuo stile

  • 1 8
    Credits: Shutterstock

    E tu che stile hai?

  • 2 8
    Credits: Pinterest@ Susanna Protto

    Stile classico tradizionale di Maria Elena Bosco

  • 3 8
    Credits: Pinterest@ Siizu.com

    Stile classico sofisticato di Victoria Beckham

  • 4 8
    Credits: Pinterest@ image.search.yahoo.com

    Stile gamine di Emma Watson

  • 5 8
    Credits: Pinterest@ Steal the look

    Stile boho chic di Drew Barrymore

  • 6 8
    Credits: Pinterest@ Graveravens.com

    Stile TomBoy di Kristen Stewart

  • 7 8
    Credits: Pinterest@ Outfitidentifier.com

    Stile fatale di Eva Mendes

  • 8 8
    Credits: Pinterest@ ilmondoemio.it

    Stile Fashion Victim di Sarah Jessica Parker in Sex and the city

/5

E tu lo sai che tipo di stile hai? I principali sono 7: classico tradizionale, classico sofisticato, gamine, boho chic, tomboy, fatale e fashion victim. Cerca tra questi quello che è più tuo e divertiti a renderlo sempre più incisivo e riconoscibile.

Non sempre si appartiene a un preciso stile in toto, spesso infatti si alternano elementi di diversi stili, ma di base tutte noi possiamo dire di appartenere più ad uno stile che ad un altro, considerate tutte le varianti del caso. Non è nemmeno facile averne uno sempre riconoscibile e curato, e a volte non si sa a quale si appartenga e qual sia il suo linguaggio! Sono 7 gli stili principali a cui bene o male ci si rifà. Individua quello che senti più tuo e lavora per renderlo incisivo, riconoscibile ed essergli sempre fedele, perché lo stile è quello che prima di tutto parla di te.

Classico tradizionale

Lo stile classico tradizionale è quello più conservativo e sobrio tra tutti. È quello che solitamente adottano le donne che operano in politica proprio perché è estremamente classico e pulito. I capi basici di questo stile sono la giacca dal taglio classico leggermente sciancrata in vita, il pantalone a sigaretta, la camicia bianca o azzurra, la gonna e l’abito a tubino (mai troppo fascianti!), il tutto in colori neutri. Se questo è il tuo stile, trasmetti rigore, praticità e sobrietà. Punti a suo favore sono la semplicità e la pulizia nell’immagine, il punto a sfavore è il rischio di scivolare nella banalità: per evitarlo scegli capi con tessuti di ottima qualità, inserisci qualche “colore” intenso oltre ai neutri, e completa il look con qualche bell’accessorio. Il personaggio di riferimento di questo stile è Maria Elena Boschi, sottosegretario di stato alla presidenza del consiglio dei ministri.

Classico sofisticato

Lo stile classico sofisticato rispetto al classico tradizionale è un po’ più ricercato in termini di taglio dei capi e attualità del loro stile. Se hai uno stile classico sofisticato di base sei abbastanza classica nel vestire, ma sempre buttando un’occhio al trend del momento. È uno stile più femminile rispetto al tradizionale che risulta più rigoroso e asciutto. I capi basici di questo stile sono la giacca dal taglio particolare (blazer o a scialle), i pantaloni a palazzo oppure cropped o slim, camicie e sotto giacca in crepe, seta, georgette o chiffon, con dettagli in plissé, fiocchi, polsini alti con bottoni preziosi, gonne midi pencil o a campana, abiti destrutturati e accessori statement di design. È quello stile che punta sulla qualità dei tessuti e sul design, in poche parole quel “Made in Italy” sofisticato che tutto il mondo ci riconosce e ama, quindi se appartieni a questo stile sei molto cool. La star di riferimento del classico-tradizionale è Victoria Beckham.

Gamine

La parola “gamine” in francese significa ragazzina, e lo stile gamine è quello della iconica Audrey Hepburn. E’ uno stile che rimanda al passato, agli anni ’40 e ’50, con degli elementi maschili ma femminilizzati, una sorta di maschiaccio molto raffinato e romantico. I capi basici di questo stile sono il top mariniere, i pantaloni e i jeans slim corti alla caviglia, il trench, le ballerine, il basco, l’abitino con la vita segnata e gonna a campana oppure a trapezio, la gonna pencil e la t-shirt. Comunica leggerezza, semplicità e un tocco di romanticismo. Se ti ritrovi in questo stile, la ragazzina che c’è in te è sempre viva e presente. Si può definire casual-chic di base, se però in occasioni formali hai bisogno di renderlo più strutturato e concreto, introduci una giacca sulla t-shirt o sul top mariniere, e completalo con una scarpa maschile stringata o un mocassino in pelle. La star di riferimento di questo stile è Emma Watson.

Boho chic

La definizione “boho” è l’abbreviazione di bohémien. Bohémiens erano gli artisti di fine ‘800 che volevano discostarsi dallo stile di vita tradizionale del tempo, anche nell’abbigliamento. Oggi il linguaggio di questo stile parla con stampe vintage optical o fiorate dai colori caldi o pastello, frange qua e là, la gonna lunga, le tuniche, l’eco-pelliccia, le camicie in chiffon dalle maniche abbondanti e balze, la jumpsuit a fiori, tanti bangles, il cappello a tesa larga, gli stivali morbidi in pelle color cognac o in camoscio, i jeans a palazzo o a zampa. Per dirla in poche parole ti basta guardare gli outfit del Coachella Music Festival che ogni anno si tiene in California, un condensato fantastico di bellissimi outfit in stile Boho Chic. Se appartieni a questo stile sei sicuramente una donna creativa, un po' naif, e ti senti libera di esprimenti senza condizionamenti nè paure. È adatto a uno stile di vita libero e creativo, non facilmente adattabile all’ufficio o a situazioni molto formali, quindi dosa i suoi elementi stilistici abbinandoli a capi più classici se vuoi comunque mantenerlo anche in situazioni formali. La star di riferimento di questo stile è Drew Barrymore.

TomBoy

Lo stile TomBoy è prettamente il maschile, applicato alla donna. Hai presente la mitica Marlene Dietrich in tuxedo nero? Ecco, i capi basici di questo stile sono il blazer (anche doppio petto), il pantalone classico in versione sigaretta, cropped o palazzo, la t-shirt e la camicia esclusivamente in bianco, le francesine e i mocassini, le calze fantasia ricercate, le bretelle, il Borsalino, l’anello chevalier che si porta al mignolo e l’orologio importante. Nella sua versione più casual prevede il jeans con il giubbotto di pelle e una sneakers urban o la francesina, oppure un bermuda con la giacca. Se appartieni a questo stile sei una donna anticonformista, decisa, sensuale e anche un po’ misteriosa. Se vuoi ammorbidirlo e renderlo più femminile indossa i capi basici con delle décolleté alte, punta su dettagli femminili del sotto giacca (plissè, bottoni preziosi) e cura molto bene il make-up. La star di riferimento di questo stile è Kirsten Stewart.

Fatale

Lo stile fatale è pura sensualità e femminilità, la cui icona incontrastata fu Marilyn Monroe. Forse è lo stile in cui la maggior parte degli uomini vorrebbero riconoscere le loro compagne! Lo stile fatale è sentirsi 'donna' e non avere paura di sostenerlo e mostrarlo. I capi basici di questo stile sono la gonna pencil a vita alta e fasciante, i top scollati infilati nella gonna con la cintura, lo chemisier ben stretto in vita e l’abito anni ’50 con scollo a V profonda e gonna a campana, i pantaloni a vita alta che accarezzano le curve, le decolleté molto scollate o le open toe, il rossetto e lo smalto intensi. Se il tuo stile è fatale sei una donna estroversa, molto sicura di sé, e grintosa, pur conservando una delicata grazia. La femminilità non è mai una cosa da nascondere, va solo dosata in base alle situazioni. Se vai ad un party ben venga l’abito fasciante stile anni ’50 e i tacchi a spillo, se invece devi andare in ufficio scegli lo chemisier con un kitten heel. Basta dosare e il gioco è fatto, il tuo stile fatale rimarrà intatto. La star di riferimento di questo stile è Eva Mendes.

Fashion Victim

Non è facile essere una vera fashion victim, richiede aggiornamento costante e un budget alto per accaparrarti sempre l’ultimo modello…di qualsiasi cosa! Lo stile fashion victim è quello che si incarna perfettamente nella Carrie di Sex and the city: outfit che ti fanno pensare “ma come avrà fatto mai a concepirli?”. I capi basici di questo stile…non esistono! Non c’è nulla di basico, classico, banale o prevedibile, piuttosto sono capi inaspettati, originali, fuori dalle righe e a volte anche un po’ azzardati. Quello che più conta è come vengono mixati, perché la vera fashion victim è una maestra del mix and match, è un talento naturale, come chi sa disegnare molto bene senza aver fatto dei corsi! Se hai uno stile fashion comunichi creatività, estroversione, amore per la ricerca e per il design. Il limite di questo stile può essere l’esagerazione e l’ostentazione, quindi cerca di dosare i pezzi di ultimissima tendenza con pezzi più semplici e puliti. La star di riferimento di questo stile è Sarah Jessica Parker.

Adesso che sai a quale stile appartieni divertiti a migliorarlo sempre di più per renderti sempre riconoscibile!

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te