Gli abiti della notte degli Oscar 2016  

Conquista la statuetta come migliore attrice protagonista Brie Larson. E quella del vestito più bello?

di Marina D'Incerti

Nella notte degli Oscar 2016 il massimo dell'attenzione è stata conquistata come sempre dalle candidate alla statuetta. Applausi per la vincitrice Brie Larson, bellissima in Gucci, qualche sussurro alle spalle di Alicia Vikander con un abito scenografico diLouis Vuitton che non ha convinto, tanto di cappello a Cate Blanchett sempre una spanna sopra in Armani Privé.

Agli Oscar 2016 come sempre il dress code è stato da gran sera: su questo tappetto rosso le star non amano sperimentare stilisti emergenti e look troppo stravaganti. Qui si viene per primeggiare in eleganza, lusso, griffe. Uno stile che fa da filo conduttore e contraddistingue l'annata è difficile da individuare. Anche quest'anno abiti lunghi, con due tagli: gonna ampia o a sirena. Qualche strascico e alcune scollature "pericolose". Generosa quella di Sofia Vergara, censurabile quella di Lady Gaga, glamour quella di Charlize Theron. Il nero non manca mai, vedi Jennifer Lawrence e Julianne Moore.

Ogni anno, però, spicca una tinta "nuova", che celebra e lancia la tendenza del momento. In questa edizione degli Oscar 2016, è stato il blu in tutte le sfumature dal notte al pavone e in versione cangiante che vira al viola (con buona pace della superstizione), vedi Patricia Arquette e Naomi Watts. Salire sul palco a ritirare il premio con l'abito giusto significa entrare nella storia.

Non ha sbagliato Gwyneth Paltrow nel 1999 (vinse per Shakespeare In Love) con l'abito di taffetà rosa firmato Ralph Lauren: bollato al momento come vestito della Barbie, resta una delle sue mise più belle di sempre. Non si è fatta trovare impreparata Jennifer Lawrence che nel 2013, giovanissima vincitrice per Il lato positivo, è letteralmente "volata" sul palco su una nuvola firmata Dior. La rivelazione Lupita Nyong'o (12 anni Schiavo, nel 2014) deve parte della sua fortuna come testimonial di griffe e copertine all'apparizione celestiale nell'abito plissé di Prada.

Quest'anno sentiva di avere la statuetta tra le mani Brie Larson che si è preparata al meglio anche con una bellissima acconciatura di capelli: pronta per essere fotografata da ogni angolatura. Si era detta  pronta per la vittoria anche Kate Winslet ma fasciata in un abito nero dai sinistri luccicchi, se fosse salita sul palco avrebbe suscitato più di una critica.

Anche per gli stilisti, essere abbinati al nome delle star è il massimo. Ogni anno le firme più scintillanti dell'alta moda e della gioielleria (gli abiti sono sempre completati da parure preziosissime) si dannano per abbigliare le papabili alla vittoria e non solo: la gara del red carpet infatti non è la stessa della statuetta. Le invitate che presenziano solo per arricchire il parterre delle celebrities sono tantissime e tutte vogliono essere bersagliate dai flash e decretate la più bella o la più vistosa della serata.

A rubare la scena alle vincitrici della statuetta, nel bene e nel male, per l'edizione 2016 sono state sicuramente Olivia Wilde super sexy in Valentino e Heidi Klum, avvolta in un abito multivelo stile uovo di pasqua. Tra gli uomini oltre a un perfettissimo Leo DiCaprio in Armani, meritano la menzione Eddie Redmayne super slim in Alexander Mc Queen e Jared Leto con un completo un po' stile pigiama di lusso, firmato Gucci.

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
moda/tendenze/oscar-2016-look-vincitori$$$Gli abiti della notte degli Oscar 2016
Mi Piace
Tweet