Ambra Angiolini torna in tivu con Coppie in attesa

/5
di

Silvia Gianatti

Al via il 14 giugno la seconda edizione di Coppie in attesa, la docu-fiction in quattro prime serate che racconta la storia di nove coppie e dei loro bambini in arrivo. Le racconta Ambra Angiolini, attrice, conduttrice, ma soprattutto mamma

Ambra Angiolini è oggi attrice pluripremiata, tra cinema e teatro, conduttrice radiofonica, è stata cantante. È soprattutto mamma: di Jolanda e Leonardo. E forse proprio per questo è stata scelta per condurre la seconda edizione del programma che racconta le storie di coppie in attesa che affrontano il lungo viaggio verso la nascita dei loro bambini. E forse proprio per questo ha accettato.

Mancava da molto sul piccolo schermo e attorno al suo ritorno c’è tanta curiosità. È sempre stato così, fin dagli esordi. Ogni cosa che fa, attira attenzione. Perché nella sua carriera abbiamo visto tante facce diverse, eppure sempre uguali: non si è mai snaturata, riuscendo a vestire panni molto diversi. Non è una che annoia, Ambra. E lei per prima non si è annoiata mai.

Sarà che è stata un fenomeno televisivo dei primi anni ’90, sarà che quando ha scelto di intraprendere la carriera di attrice ha stupito tutti, sarà che il suo compagno è stato per undici anni il cantante Francesco Renga e proprio da lui ha avuto due figli, che entrambi hanno sempre protetto dai flash dei fotografi, riuscendo a dimostrare che quando si vuole mantenere la privacy si può. Con Renga ora è finita, già da un po’. E da quel po’ ogni pretesto è buono per parlare dei suoi nuovi molto presunti flirt. Ultimo il “bacio” a Massimo Giletti, che ha fatto replicare l’attrice con un ironico hashtag sul web: #ambrabaciatutti. Che è un po’ come dire, ma davvero non avete altro di cui parlare?

Ora è lei che torna a parlare, in un programma che più di una conduzione ha bisogno di una narrazione. E di uno sguardo discreto in nove storie diverse, complesse, che fanno da specchio all’esperienza di diventare genitori, all’attesa della maternità. L’attesa di rivederla sullo schermo è invece terminata, ripercorriamo quindi le tappe più importanti della sua carriera. E vita. Pronti a rivederla su Rai2 il 14 giugno.

  • 1 10
    Credits: Olycom

    Il suo debutto ufficiale è a Non è la Rai, il programma cult degli anni 90. Nell’edizione del 92/93 Gianni Boncompagni le dà un piccolo ruolo nel programma (dopo averla fatta esordire quindicenne nel programma estivo Bulli e Pupe). Lui pigmalione, lei in poco tempo reginetta indiscussa.

    Da un piccolo spazio, con uno zainetto dal contenuto sconosciuto, alla conduzione vera e propria, con auricolare nell’orecchio, per dire quello che Boncompagni aveva da dire. Odiata, amata. Da lì, e dal Telegatto come personaggio rivelazione dell’anno, non si è più fermata.

  • 2 10
    Credits: Olycom

    Durante Non è la Rai diventa anche cantante. Non ha una voce bellissima, non è una cantante con la C maiuscola, eppure pubblica quattro dischi, con riconoscimenti platino e oro. E T’appartengo è ancora oggi una canzone che tutti quelli della sua generazione cantano. E se prendono L’ascensore, in automatico sentono nella testa “Batte forte il cuore”.

  • 3 10
    Credits: Olycom

    È del 1995 il suo debutto d’attrice. In Favola, con la regia di Fabrizio De Angelis. Non servono parole, basta la locandina.


  • 4 10

    Sempre il 1995 è l’anno in cui Ambra non è più quella di Non è la Rai, ma prende la conduzione di Generazione X. Non funziona però come il programma precedente e dura solo una stagione.

    Ambra però è ormai quasi fenomeno di costume e Pippo Baudo la vuole nella conduzione del Dopofestival di Sanremo.

  • 5 10
    Credits: Olycom

    Il contratto con Mediaset si conclude e Ambra debutta come conduttrice radiofonica, si dedica al sociale, diventa la prima madrina del Gay Pride, ci riprova come attrice in una fiction televisiva.

    Si butta nel teatro. E mai scelta fu più azzeccata. È lì che la critica più feroce inizia a cambiare idea nei suoi confronti. È lì che finalmente trova spazio per mostrare il suo talento. Riceve anche il premio come attrice teatrale rivelazione del 2000.


  • 6 10
    Credits: Olycom

    Partecipa al musical Emozioni di Sergio Iapino, recita in Giamburrasca di Rita Pavone. Ma soprattutto si fidanza con il cantante Francesco Renga da cui, nel 2003, ha la sua prima figlia Jolanda, che prende il nome dalla madre del compagno. Nel 2006 nasce anche Leonardo. E l’Italia guarda con occhi a cuore la famiglia felice. Lei, andata a vivere a Brescia, per permettere ai figli di vivere in un clima sereno, lontano dai flash, lui, vincitore di Sanremo nel 2005, da sempre molto amato.

  • 7 10
    Credits: Getty

    Il 2007 è l’anno del suo debutto sul grande schermo, è l’anno di Saturno Contro di Ferzan Ozpetek, per cui vince i premi più ambiti: dal David di Donatello, al Nastro d’argento. Ambra si scrolla definitivamente di dosso lo zainetto di Non è la Rai.

  • 8 10

    Quindi altri film, dalla Comenicini che la vuole in Bianco e Nero, arrivando a Immaturi-il viaggio di Paolo Genovese, film perfetto per quella generazione cresciuta con lei. Altra radio, altri monologhi, altre partecipazioni tv. Soprattutto famiglia.

  • 9 10
    Credits: Getty

    Nel 2015 invece la separazione. Senza rabbia, senza rancore, così dice. Prima il presunto tradimento di lui, poi forse di lei, poi la decisione unanime di prendere strade diverse, con massimo rispetto per amore dei bambini. Ambra e Francesco si lasciano e i fotografi li seguono. Alla ricerca della nuova storia da poter mettere in copertina, del nuovo flirt da raccontare.

  • 10 10

    Ambra quindi torna ora in tv, in quattro prime serate, nella docu-fiction Coppie in attesa 2, per raccontare la maternità, l’attesa di quei nove mesi che lei ha sempre tenuto protetto, di cui  non ha mai voluto far mostra. Lo fa per raccontare qualcosa che accomuna tante donne, per narrare nove storie. In attesa di lasciar proseguire il racconto della sua (che da oggi sappiamo continuerà al cinema con il ruolo di Dora, la protagonista del film di Max Croci La verità vi spiego sull’amore tratto dall'omonimo libro di Enrica Tesio, autrice presente anche tra le pagine del nostro giornale!)


Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te