del

Elton e David

Vota la ricetta!

Le nozze, le prime tra gay in Inghilterra, hanno coronato una passione vera. Romantica. Che ha cambiato la vita della rokstar

Le nozze, le prime tra gay in Inghilterra, hanno coronato una passione vera. Romantica. Che ha cambiato la vita della rokstar

Un caffè con Donna Moderna

Nozze stellari, quelle tra lo zar del rock inglese e il suo fidanzato David Furnish. Nozze strillate, consacrate da ogni giornale del globo. Ma soprattutto matrimonio romantico. Elton e David si conoscono e stanno insieme da dodici anni. Non c’è molto sulla cronaca della loro storia, ma gli amici raccontano che da subito è scoccata la freccia di Cupido. «Si sono incontrati a uno di quei folli party di Elton nella sua tenuta di Eltons Towers: David era un giovane cerbiatto timido. Un regista alle prime armi con la passione dei canarini e del flauto» racconta un’amica vicina alla star. «Ma da lì non sono più stati capaci di lasciarsi.

In principio Elton soffriva di qualche gelosia: David era bellissimo e corteggiatissimo. Ma è stato come il lupo che incontra Cappuccetto Rosso. Quel ragazzo con la sua dolcezza quasi infantile lo ha placato, gli ha dato il senso della vita insieme  a quello della famiglia». Grazie a David, Elton ha rimesso a posto i cocci della sua vita spericolata. Non beve e non si droga più e, dice: «Tratto molto bene il mio corpo». Lo si può notare dalla freschezza del neosposo nelle foto delle nozze. A dir la verità, a parte il fatto che a sposarsi erano due signori, tutto ha seguito il copione di un matrimonio più che tradizionale. Comprese le due suocere che versano copiose lacrime di gioia.  Una felicità difficile da non capire. I due sposi aspettavano da tempo questo momento, e sono riusciti a mantenere la promessa scambiata tre anni fa: «Ci sposeremo il primo giorno possibile dopo che la legge verrà approvata». Così è stato. E per capire quanto gli inglesi, piccoli e grandi, approvano la libertà conquistata del matrimonio gay, arrivano graditi perfino gli auguri affettuosi di Tony Blair. Per Elton John, e per le 687 coppie gay che lo stesso giorno hanno convolato sulle ali della marcia nuziale. Non tutte avranno gli agi e gli spazi e i tesori che i due (a proposito, chi nelle nozze gay prende il nome dell’altro?) possono vantare. Due cuori e svariate capanne: la tenuta di Windsor dove si sono festeggiate le nozze, la casa a Venezia sul Canal Grande, la villona a Nizza. Un patrimonio valutato intorno ai 185 milioni di sterline che andrà tutto, per volere di Elton, al suo compagno di vita. E chi vuol fare velenose allusioni s’arrangi. Questa è una vera storia d’amore.

Un matrimonio da record

Per le nozze con David Furnish, il 21 dicembre Elton John ha organizzato una festa da vero re del rock. Nel suo maniero a Windsor, le Elton Towers, ha invitato 750 divi, da Mick Jagger a Victoria Beckham, da Sting a Donatella Versace. I due sposi si sono scambiati fedi con diamanti gialli da 31 carati e hanno celebrato con fiumi di champagne Crystal, fiori da 75 mila euro e una enorme torta decorata da cristalli Swarowski. Il costo della serata? Un milione e mezzo di euro.

Un caffè con Donna Moderna

Un caffè con Donna Moderna