del

Gli 80 anni di Ornella Vanoni

Vota la ricetta!

Secondo una scrittrice, è il periodo migliore della vita. Quello in cui si è più libere. Impariamo da lei, che lo è sempre stata

Un caffè con Donna Moderna

Secondo una scrittrice, è il periodo migliore della vita. Quello in cui si è più libere. Impariamo da lei, che lo è sempre stata

La scrittrice Diane Athill, che oggi ha 96 anni, nel suo libro Da qualche parte verso la fine spiega che per lei gli 80 anni sono stati il periodo migliore. A questa età, spiega l’autrice, di può essere finalmente libere di dire e di fare ciò che si vuole. Ogni stranezza è tollerata, se non concessa. E la frase che giustifica tutto ciò è: «Poveretta, ormai è andata». Di questa indulgenza approfittano tante formidabili e lucidissime ottantenni, tra cui Ornella Vanoni, 80 anni il 22 settembre. Una donna dalle vita formidabile, ma soprattutto la cui franchezza è inarrivabile per me, che mi arrabatto tra timidezze ed esitazioni.

Ho letto di recente, per esempio, che  a una signora che la elogiava per come portasse bene i suoi 80 anni, la leggendaria cantante ha risposto: «Anche lei porta bene i suoi 120 chili». Questa è una frase che vorrei usare  anche io quando mi dicono, credendo di lusingarmi, che «alla mia età non sono ancora da buttare».

Ma vi elenco altri 4 motivi per cui io ammiro la Vanoni.

1)   Perché lei che da atea è diventata credente, si è messa a studiare la Bibbia. E perchè dichiara, in tutte semplicità, una verità innegabile eppure spesso smentita dai fatti: chi si professa cattolico dovrebbe conoscere i Vangeli.

2)   Perché fa le cose a modo suo. Notoriamente, la cantante è allergica all’uso della toilette. Per fare la pipì preferisce giardini, piazzole, spazi aperti. Noi signorine che, se il bagno non è pulito, storciamo il naso, potremmo imparare un uso creativo della natura.

3)   Gino Paoli, commentando la loro relazione, sostiene che insieme si siano divertiti moltissimo. Lei invece ricorda quanto ha pianto. Ecco, teniamo presenti le inconciliabili differenze tra noi e gli uomini e impariamo a essere coinvolte il giusto.

4)   Perché si dichiara finalmente felice. Ecco, a volte ci vuole una vita per arrivarci. Ma da un lato ci sono persone che non ci arrivano mai. Dall’altra mi dico: fosse anche solo per questo l’avanzare degli anni non fa più paura.

Grazie, Ornella.

Un caffè con Donna Moderna

Un caffè con Donna Moderna