Login Registrati
Facebook Twitter Instagram Pinterest Google Plus
Abbonati
I libri da leggere in autunno

I libri da leggere in autunno

Credits: Shutterstock
10.11.2017 di

Dal classico della letteratura femminista "Il racconto dell'ancella" di Margaret Atwood al noir di Daniele Bresciani "Nessuna notizia dello scrittore scomparso": i nostri consigli letterari

Con l’arrivo in Italia dell’acclamata serie tv The Handmaid’s Tale (da settembre su Timvision), prodotta da Hulu e con protagonista Elizabeth Moss, è il caso di recuperare il classico della letteratura femminista cui la storia è ispirata per le tue letture d’autunno. Si tratta de Il racconto dell’ancella di Margaret Atwood (Ponte alle Grazie), pubblicato per la prima volta nel 1985: il romanzo, spesso descritto come una distopia, è un racconto in prima persona della vita di una “ancella” durante un regime di teocrazia totalitaria che, in un futuro non troppo lontano, ha sottomesso tutte le donne agli uomini. È una lettura per certi tratti angosciante, ma fondamentale. Ma non è il solo libro che ti consigliamo: come sempre, ne abbiamo scelti per tutti i gusti, dal noir di Daniele Bresciani Nessuna notizia dello scrittore scomparso (Garzanti) al romanzo di “rinascita sentimentale” di Daniela Mazzoli, Sarò strana io (Quodilibet), dal nuovo libro di Nicholas Sparks, La vita in due (Sperling & Kupfer), al ricettario strampalato di Livia Aymonino, La lunga notte di Adele in cucina (Giunti).

17 libri da leggere quest’autunno

“Bataclan – Terrore a Parigi”, di Anne Giudicelli e Luc Brahy (Mondadori Comics)Il 13 novembre saranno due anni dai tragici attentati terroristici che colpirono Parigi. Che cosa successe davvero quella notte? Questo libro è un reportage a fumetti (dal taglio giornalistico), che ripercorre nei dettagli gli eventi sanguinosi che avvennero in Francia in quei giorni. Le tavole, realizzate

“Il racconto dell’ancella” di Margaret Atwood (Ponte alle Grazie)Ho iniziato a leggere Il racconto dell’ancella (Ponte alle Grazie) di Margaret Atwood incuriosita dalle recensioni sulla serie tv tratta dal

“Nessuna traccia dello scrittore scomparso” di Daniele Bresciani (Garzanti) A volte, chi ci è più vicino non è chi crediamo che sia. Parla di tradimento, e delle maschere che molti indossano, il secondo

“Il mare dove non si tocca” di Fabio Genovese (Mondadori)A volte fa bene tornare indietro nel tempo e ricordare quando eravamo bambini. Come guardavamo il mondo, quanto ci sembravano strani o affascinanti gli

“Gulliver” di Jonathan Swift (Mondadori)Gulliver desidera girare il mondo, ma quando si imbarca in cerca di avventure, un naufragio lo porta sulla sconosciuta spiaggia di Lilliput, popolata di

“Sarò strana io” di Daniela Mazzoli (Quodilibet)Sarò strana io (Quodlibet) è un romanzo originalissimo composto da testi brevi, o a volte brevissimi come aforismi, scritti ogni sera dall’autrice prima di

“Il mago e la figlia del boia” Olier Potzsch (Neri Pozza)Il quarto capitolo di una delle serie più lette al mondo, che racconta le avventure del boia con l’anima Jakob Kuisl, si apre in Baviera nel 1666 con una

“La lunga notte di Adele in cucina” di Livia Aymonino (Giunti) Come si affronta l’autunno della vita? Attraverso l’originale “diario-ricettario” di un’eterna ragazza che non riesce a capacitarsi di essere approdata

“Non tornare indietro” di Sophie Hannah (Garzanti) Mentre porta i figli a scuola, Nicki passa davanti a una villa che conosce bene. C’è la polizia, perché nella notte si è consumato l’omicidio del noto opinionista Damon

“Bodhisattva Blues” di Eduard Canfor Dumas (Piemme)Ed si trova a uno stallo, senza una donna e con un lavoro precario. Eppure un tempo era un Bodhisattva: una persona che aiuta gli altri a trovare

“Il rifugio delle ginestre” di Elisabetta Bricca (Garzanti) Sveva fa la copywriter e ha dimenticato il suo passato felice, quando ogni estate scorrazzava nei campi. La madre in punto di morte le strappa una

“La vita in due” di Nicholas Sparks (Sperling & Kupfer)Non è facile fare il “mammo”, come s’intitola uno dei capitoli più belli di questo romanzo, consigliato a tutte le famiglie che stiano affrontando

“Gli effetti collaterali delle fiabe” di Anna Nicoletto (Piemme)Melissa ha creduto nell’Amore, pagandone le conseguenze. Quando, disoccupata e disillusa, incontra Stefano, non crede ai segnali di Cupido. Ci

“Le cose che credevamo di sapere” di Mashuda Snaith (Corbaccio)Da quando è scomparsa la sua amica del cuore, Ravine si è ammalata. A 18 anni soffre di dolori cronici che le impediscono di muoversi. La mamma,

“Sempre libera” (Bao Publishing)Tra i tanti modi per celebrare i 40 anni dalla scomparsa di Maria Callas, il 16 settembre del 1977, il più sorprendente è Sempre libera (Bao Publishing): una storia a

“Valeria senza veli” di Elìsabet BenaventRitroviamo le 4 amiche madrilene, coi loro amori e i loro sogni, nell’ultimo episodio della fortunata saga di Valeria, dove l’erotismo sottile si mischia a

“Mad – Nessun limite” di Cloé Espositor (tre 60)Provate ad avere una sorella perfetta che ha avuto tutto dalla vita: un marito fascinoso, un bambino bellissimo, una condizione sociale prestigiosa. E provate

“Boss Man” di Vi Keeland (Sperling & Kupfer)Si incontrano nel bagno di un ristorante, dove Reese si è rifugiata per chiamare la sua migliore amica. Lui, attraente quanto indisponente, ascolta il resoconto

scelti per te

Riproduzione riservata
Outbrain

Altri approfondimenti

Correlate

Ti potrebbe interessare anche

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie.