Grandi libri per piccoli lettori

Credits: Shutterstock
/5
di

la redazione di Donna Moderna

10 recensioni di 10 giornaliste e mamme di Donna Moderna per bambini e ragazzi da 0 a 15 anni  

Che paura! (Fabbri, da 5 a 9 anni)

Letto da Marina D’Incerti, mamma di 2 gemelli di 5 anni 
Questo libro si può leggere come un manuale di self help, un volume di esercizi yoga e una raccolta di racconti. Io e i miei figli ci siamo divertiti a scorrere l’indice delle paure, da quella di perdersi a quella di ammalarsi: bisognava alzare la mano e dire se l’avevamo mai sentita. Poi abbiamo provato la respirazione per ritrovare il coraggio di dormire da soli.
La frase cult. «Più avanti venne fuori che la mano di Gianni non era stata inghiottita da Buio, ma si era persa nella manica del pigiama».
Ci piace perché. È un libro da leggere e mettere in pratica insieme: gli esercizi di respirazione yoga faranno bene anche a mamma e papà.

Dov’è Orso? (Mondadori, da 0 a 3 anni)

Letto da Sara Peggion, mamma di 2 bambini di 11 e 2 anni 
Sotto al divano, sull’altalena, dentro al lavandino, nel cassetto, tra i cuscini. «Ma dove si è nascosto Orso?» si chiede il protagonista di questo libro illustrato che racchiude 3 caratteristiche della prima infanzia: l’ansia per la perdita del pupazzo-feticcio, la passione per il nascondino (io-mi-naccondo-tu-mi-cecchi, nello slang del mio 2enne), la meraviglia di avere un amico immaginario, un grande orso buono che si addormenta nel letto con te.
La frase cult. «Uffa non so dov’è e ora sono stanco! Ho voglia di dormire».
Ci piace perché. I disegni delicati vanno di pari passo con la semplicità della storia: un perfetto libro della buonananna.

Il re bambino (Mondadori, da 6 a 10 anni)

Letto da Paola Nardi, mamma di 2 ragazzine di 13 e 8 anni 
Due regni adiacenti sono il teatro delle buffe avventure (Mondadori) di due sovrani profondamente diversi. Edwin ha 8 anni, è buono, generoso e talmente goloso da spendere tutti i suoi averi in dolciumi per i sudditi. Nurbison è il suo antagonista: un anziano despota che non vede l’ora di mettere la mani sul regno del ragazzino. Con l’aiuto di una mucca travestita da maiale ce la fa, ma non è una vittoria duratura.
La frase cult. «Usate delle armi se proprio dovete, ma assicuratevi che siano inoffensive».
Ci piace perché. L’autore, Andy Riley, affronta in modo originale il tema della vittoria del bene sul male, con scene surreali e personaggi assurdi.

Il libro delle torte di fango (Corraini, da 3 a 90 anni)

Letto da Myriam Defilippi, mamma di un ragazzo di 15 anni
Può una zia (io) che brucia tutti i dolci cucinare insieme alla nipote 4enne? Sì, se prepara una torta di fango con un ricettario giocoso, ma rigoroso. Gi ingredienti: terra, acqua e sassolini. Gli strumenti per spignattare: tazze, una pietra, una teglia. Il forno è il sole. E la magia sono le candeline ecologiche: non rivelo come siano fatte, dico però che gli occhi di Lisa, mia nipote, brillano di gioia quando ci soffia su.
La frase cult. «Le torte di fango vanno solo preparate e guardate. Non mangiate».
Ci piace perché. Il mito della musica John Cage ha scritto il libro negli anni ’50. E ci ricorda che per divertirsi bisogna sporcarsi le mani.

Il libro che ti dice proprio tutto sui maschi e sulle femmine (Il Castoro, da 9 a 90 anni)

Letto da Isabella Fava (mamma di un ragazzo di 15 anni)
Françoize Boucher è una illustratrice francese, madre di 4 figli. I suoi disegni sono colorati, i personaggi buffi. Ha una grande dote: l’ironia, con la quale scardina stereotipi e luoghi comuni. Come in questo libro (Il Castoro): un manifesto per i bambini moderni alla scoperta del sesso. Parla di ragazze che con le mestruazioni diventano supereroine e ragazzi che con gli ormoni dell’adolescenza diventano cool.
La frase cult. «È la natura: siamo tutti diversi ed è meglio cosi!» è scritto accanto alla tabella delle evoluzioni fisiche.
Ci piace perché. Vi aiuterà a superare l’imbarazzo di parlare di certi temi (compresa l’omosessualità) con i vostri figli.

Zanna Bianca (Salani, da 9 a 14 anni)

Letto da Stefania Carlevaro, mamma di un bambino di 9 anni
Il capolavoro di Jack London (Salani) è uno dei libri che più amiamo in famiglia. Protagonista è Zanna Bianca, per tre quarti lupo e per un quarto cane, cresciuto nel Wild: il nord selvaggio dal cuore gelato. Sopravvive a mille avversità, alle angherie di un feroce padrone... Finché la sorte non lo getta tra le braccia di un uomo che lo ama e lo rispetta.
La frase cult. «Era il più fiero della covata. Poteva emettere un brontolio più forte degli altri e le sue minuscole rabbie erano molto più terribili delle loro».
Ci piace perché. È un classico affascinante per ragazzi, che racconta la natura nel suo aspetto più vero e selvaggio.

Miti bambini (Bompiani, da 4 a 6 anni)

Letto da Alessia Cogliati, mamma di 2 bimbe di 6 e 2 anni 
Da «Babbo Natale esiste?» fino a «Mamma, tu ci credi in Gesù?», devo dire che le domande che mia figlia Maria Sole è riuscita a pormi in 6 anni di vita (e 4 di capacità espositiva) abbracciano tutti i temi dell’esistenza. Normalmente mi zittisco per qualche secondo e poi arranco cercando di elaborare una risposta vera ma alla sua portata. Ecco perché questo libro (Bompiani) di Giuseppe Caliceti è utile come un salvagente gettato in mezzo al mare quando stai affogando.
La frase cult. «Perché esistono le storie? Per essere raccontate!».
Ci piace perché. Con il sorriso parla di argomenti importanti come l’amore, la morte, il razzismo.

Le Olimpiadi del coraggio (Einaudi Ragazzi, da 9 a 13 anni)

Letto da Roberta Lancia, mamma di 2 bimbi di 12 e 10 anni
John Carlos e Tommie Smith crescono nell’America razzista. Peter Norman, in Australia. Il libro (Einaudi Ragazzi) racconta la storia di questi 3 atleti, cresciuti sulle piste da corsa. Il destino li farà incontrare sul podio olimpico di Città del Messico nel 1968, nell’immagine che tutti ricordiamo: i due velocisti neri a capo chino coi pugni alzati guantati di nero. Un gesto eclatante, che a loro costerà un prezzo altissimo.
La frase cult. «Il ragazzo era allibito. Aveva sempre pensato a se stesso come a John, mai come a un “nero”».
Ci piace perché. Insegna a mettere in secondo piano il proprio individualismo in nome di un ideale di uguaglianza.

L’universo nei tuoi occhi (DeAgostini, da 12 a 15 anni)

Letto da Barbara Rachetti, mamma di 2 ragazze di 16 e 14 anni 
Mia figlia dice: «Sembra di essere in classe con Libby, la ragazza più grassa d’America, e subire con lei le angherie di Jack, il bullo della scuola». Ma in questa storia (DeAgostini) nulla è come sembra: Jack, un duro in apparenza, soffre di una malattia neurologica che gli impedisce di riconoscere i visi delle persone. E Libby è una “falsa” vittima: la sua forza interiore è pari alla sua enormità.
La frase cult. «Siete desiderabili. Grasse e magre, alte e basse, carine o bruttine. Non permettete a nessuno di sostenere il contrario».
Ci piace perché. Parla di bullismo ai ragazzi, con il loro linguaggio e con uno sguardo originale.

Viola giramondo (Il battello a vapore, da 8 a 12 anni)

Letto da Marta Bonini, mamma di 2 bimbe di 5 e 3 anni 
Impossibile non innamorarsi di Viola Vermeer: quasi 10 anni, sbarazzina, curiosa e impertinente. In questo libro (Il battello a vapore), si imbarca con la sua grande famiglia, il Cirque de la lune, su un piroscafo che attraverserà la Manica. Ma una notte di tempesta lascia la nave in balia delle onde: per fortuna alcuni passeggeri hanno un piano folle e geniale per portare tutti in salvo...
La frase cult. «Zio, chi tiene entrambi i piedi per terra... sta fermo!».
Ci piace perché. Ha una trama che fa venire voglia di viaggiare. E di puntare il dito sul mappamondo per decidere la destinazione della prossima avventura. Quella delle mie figlie? Il Perù.

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te