Leggi i libri che piacciono ai vip

Negli Stati Uniti le celebrities danno consigli di lettura e i fan accorrono numerosi. Ha iniziato nel 1996 Oprah Winfrey, la più famosa conduttrice americana, con il Book Club che ha fatto conoscere autori fino a quel momento ignoti al grande pubblico. Da un anno ci si è messo anche il fondatore di Facebook Mark Zuckeberg, che con il post settimanale sulla sua pagina fan condiziona le vendite: il primo titolo consigliato, La fine del potere di Moisés Naím, ha fatto sold out in 3 giorni negli Usa, costringendo la casa editrice a una tempestiva ristampa.In Italia si è cominciato da poco. Fabio Volo in radio (e persino nei romanzi) rivela le letture a detta sua imprescindibili: in testa Viaggio al termine della notte di Céline e Sulla strada di Kerouac. E Lorenzo Jovanotti nelle “JovaReview” su YouTube descrive i libri che gli hanno cambiato la vita, come Ogni cosa è illuminata di Jonathan Safran Foer. «È bello che questo trend stia prendendo piede anche da noi: nell’era dei social network, è un modo utile per promuovere la lettura» osserva Saro Trovato, sociologo e fondatore della community Libreriamo. «E funziona soprattutto sui ragazzi che finora hanno vissuto la lettura come un’attività noiosa, imposta dalla scuola. Con la diffusione dei nuovi media, che permettono anche la condivisione di e-book pubblicati online, sono tornati a leggere per piacere. E oggi lo fanno più degli adulti».Ecco in queste pagine le altre celeb che hanno fatto impennare le vendite.

/5

Il miliardario Bill Gates cita un saggio e le vendite si impennano. Un caso? No, un trend. Perché oggi in tanti scegliamo i titoli con una “marcia” in più: il consiglio dato da attori, cantanti e altre celeb

Scelti per te