Il nuovo triangolo a letto: lui, lei e il libro hard

Sfatiamo subito un luogo comune: le italiane che divorano le Cinquanta sfumature di grigio e le decine di libri erotici di successo usciti da penne femminili non lo fanno per compensare con la fantasia una vita sentimentale dove non si batte un chiodo. Prendete le risposte al sondaggio che abbiamo svolto su 300 italiani. Dimostrano che il boom delle storie hard non assomiglia al successo dei libri di gastronomia: cioè se ne leggono tanti perché non si cucina più (ah, come sarebbe bello saper fare gli gnocchi alla parigina!). Al contrario, il racconto hot è spesso fonte di ispirazione. Partiamo dalla risposta numero uno: 40 donne su 100 ammettono senza falsi pudori che anche loro leggono romanzi erotici. Risposta numero due: 32 intervistate su 100 confessano di avere guardato video hard. Un’esperienza considerata fino a oggi un vizio segreto degli uomini, soprattutto di quelli che hanno problemi con le donne. Invece il “voyeurismo femminile” ha un risvolto pratico per la coppia. Lo si capisce con la risposta alla terza domanda del sondaggio. Le letture e i filmati di tipo erotico possono arricchire o migliorare la vita sessuale? Sì, hanno detto 70 donne su 100. E la percentuale sale a 85 su 100 tra le lettrici di romanzi erotici.Stiamo parlando di quei 2 milioni e mezzo di italiane che in questi mesi hanno acquistato i volumi della trilogia di E L James. E come loro hanno fatto oltre 30 milioni di donne nel mondo, perché il bestseller dell’erotismo spopola ovunque, dal Portogallo all’India, e presto diventerà un film. È il libro più venduto di sempre, con buona pace di Ernest Hemingway e Dan Brown. Anche una ragazza acqua e sapone come la tuffatrice Tania Cagnotto non è sfuggita al richiamo di quelle che in America chiamano “porn mummy”, le donne “normali” che scrivono racconti hot per le lettrici normali. «Ho letto le Cinquanta sfumature di grigio quest’estate, dopo le gare olimpiche: è un libro insolito, fantasioso, inquietante e perfino utile» racconta Tania, 27 anni, fidanzata con Stefano Parolin, commercialista con un fisico da nuotatore. Utile in che senso? «Parlando con le amiche ho scoperto che alcune di loro hanno trovato nella storia di Anastasia, la studentessa 21enne del libro, qualche spunto per rendere più interessanti le notti con il compagno. L’importante è che il protagonista maschile del romanzo, Christian Grey, miliardario perverso, si dimostri in realtà un uomo dolce e carino». Il sentimento: ecco l’ingrediente che non deve mancare nel racconto erotico che piace alle donne. Perché una successione di gesta sessuali senza coinvolgimento emotivo è noiosa come il tapis roulant. «Noi ci innamoriamo con la testa, gli uomini con il corpo» dice la giornalista Natalia Aspesi, che dalle pagine de la Repubblica ha commentato con ironia il fenomeno del porno al femminile. Non si sorprende per i risultati del nostro sondaggio. «Le donne hanno meno pudore e maggiore inventiva degli uomini: da sempre sono più disinvolte, solo che non lo dicono. I maschi si vergognano. Vanno a comprare di notte i dvd hard nelle edicole di periferia, nascondendoli tra le pagine de Il Sole 24 Ore.Le donne, invece, parlano di sesso con tranquillità. Quando anni fa sono entrata per un reportage nella redazione di una famosa rivista erotica, più audace di Playboy, ho scoperto che gli autori di quei racconti “porchissimi” erano tutte donne, non più giovanissime, che a prima vista non avevano certo l’aria di mettere in pratica le cose descritte negli articoli. La pornografia è femmina». Nel sondaggio abbiamo consultato anche l’altra metà del talamo. Non è una sorpresa per nessuno che ammetta di guardare video hard il 74 per cento dei maschi, più del doppio delle donne. Mentre gli uomini che leggono romanzi erotici sono solo 39 su 100, meno delle loro compagne. «Sì, confermo: le donne prediligono il racconto scritto, perché l’emozione sensuale nasce dalla trama e dall’atmosfera, mentre gli uomini preferiscono l’immagine, perché vanno al sodo» dice Roberta Rossi, psicoterapeuta e docente di Psicopatologia del comportamento sessuale all’università Sapienza di Roma. Ma che cosa rivelano i titoli dell’ondata di libri che vedete in queste pagine: sottomissione, febbre, possesso, giochi segreti? «Solo dieci anni fa poche donne avrebbero ammesso di guardare video hard» spiega Roberta Rossi. «È cambiato il modo di vivere la sessualità. Capita di vedere un film erotico insieme al proprio compagno per migliorare l’affiatamento della coppia. Non è solo una questione di posizioni e prestazioni. Si è capito che la dimensione sessuale è indispensabile per affinare l’intesa quotidiana e aumentare il benessere fisico e mentale. La donna vuole più amore, chiede di essere più vicina, più stretta. Per questo abbiamo superato molti tabù e abbracciato la letteratura erotica». Ma proprio perché la donna si innamora con la testa, è più coerente degli uomini. «Se l’amore si spegne, si spegne per sempre» dice Natalia Aspesi. «E non c’è niente da fare». Nemmeno leggere un romanzo erotico.

/5

Cresce la febbre dei romanzi erotici

Scelti per te