del

Francesco Abate racconta il lato comico delle mamme

di Annarita Briganti
Vota la ricetta!

Il nuovo libro di Francesco Abate, "Mia madre e altre catastrofi" (Einaudi), parla del rapporto tra una mamma cinica e comica e il figlio scrittore raccontato attraverso i social

Il nuovo libro di Francesco Abate: Mia madre e altre catastrofi

Il nuovo libro di Francesco Abate, "Mia madre e altre catastrofi" (Einaudi), parla del rapporto tra una mamma cinica e comica e il figlio scrittore raccontato attraverso i social

Un caffè con Donna Moderna

Il rapporto tra una mamma cinica e irresistibilmente comica e il figlio scrittore raccontato attraverso i social. Il nuovo libro di Francesco Abate, Mia madre e altre catastrofi (Einaudi), è divertente e ha un dietro le quinte curioso. Ce lo svela l’autore.

Come è nato il libro?
«È un omaggio a una donna speciale, mia madre, attraverso la raccolta dei nostri dialoghi, che via via pubblicavo su Facebook. Vedova da quando aveva 50 anni, con 3 figli a carico, ha affrontato con grande forza le difficoltà, senza mai abbandonare le proprie aspirazioni: essere femminista, credente e maestra in una scuola di periferia».

Non ha paura di passare per mammone?
«Non c’è questo rischio, perché lei non mi ha mai viziato. La prima volta in cui ci siamo abbracciati è stata 2 anni fa, dopo uno spettacolo teatrale in cui ho messo in scena la mia malattia, l’epatite, e il mio trapianto di fegato. Sono vivo per miracolo, mi avevano dato anche l’estrema unzione. Ho conosciuto davvero mia madre solo scrivendone. Questo libro è stato il modo di “fare i conti” tra di noi, in senso buono».

Come si chiama sua madre?
«Mariella. Ma io ho anche una “seconda mamma”: Piera Degli Esposti (vedi box sopra, ndr). Quest’attrice immensa, che ha fatto la storia del teatro e del cinema, è sempre stata un mio mito. Ho passato Capodanno a rivedere i suoi film. L’ho incontrata con l’aiuto di un regista sardo, Peter Marcias, e lei ha accettato di recitare nei booktrailer: 5 video di pochi minuti, online sul canale YouTube di Einaudi. Piera somiglia all’originale, mia madre, in modo impressionante. Arrivano entrambe dritte al cuore».

Un caffè con Donna Moderna

Un caffè con Donna Moderna