del

Marco Mengoni e il nuovo album: 5 cosa da sapere

di Massimo Longoni
Vota la ricetta!

Il 4 dicembre esce il nuovo album di Marco Mengoni, Le cose che non ho. Sarà di sicuro un successo. Volete sapere perché? Per questi 5 buoni motivi

Un caffè con Donna Moderna

Il 4 dicembre esce il nuovo album di Marco Mengoni, Le cose che non ho. Sarà di sicuro un successo. Volete sapere perché? Per questi 5 buoni motivi

Nel 2015 Marco Mengoni ha pubblicato uno dei dischi più venduti dell’anno e ha ottenuto grande successo con un tour nei palasport. Ma il cantante non si ferma mai. E così il 4 dicembre esce il suo nuovo album, Le cose che non ho. Dal 28 aprile al 22 maggio del 2016 sarà poi nei palazzetti di tutta Italia per una nuova serie di concerti. Ecco cinque cose che devi sapere sul nuovo lavoro.

Chiude un ciclo supercreativo

Le cose che non ho è la seconda parte di Parole in circolo, uscito a gennaio. «Per me è stato un periodo creativo particolarmente lungo e stimolante. I due album sono la fotografia di una specie di playlist in divenire, canzoni nate nel corso del tempo e che segnano una mia crescita» dice Mengoni.

È più impegnato

Il brano Parole in circolo è il momento più importante del nuovo disco. «Parla di libertà e di gesti per cambiare il mondo» dice il cantante. «Mi sento molto vicino a personaggi come Martin Luther King o Gandhi, che hanno combattuto per migliorare la nostra civilità. Per me mandare un messaggio è fondamentale: facciamo anche canzonette, ma non solo».

È più parlato

A X Factor Mengoni aveva stupito tutti per le sue doti vocali. In questo album è cambiato anche il suo modo di cantare. «Voglio dare più peso alle parole e usare meno gli acuti» spiega. «Ho preferito muovermi su tonalità più basse, senza virtuosismi di grande effetto ma che possono distrarre dal significato del pezzo».

Ha una canzone scritta dalla popstar Sia

A ottobre Mengoni ha vinto per la terza volta il premio come Miglior Artista Europeo agli Mtv European Music Awards. Nel nuovo album c’è Rock Bottom, una canzone che la stella del pop Sia ha scritto per lui e che lui interpreta inglese. «Il testo è un inno al coraggio e alla necessità di trarre forza dalle situazioni difficili. Non l’ho tradotto per non perdere nulla del suo significato».

Ha un duetto con Giuliano Sangiorgi

Tra le canzoni dell’album spicca Due Satelliti, scritta da Giuliano Sangiorgi e nella quale il cantante dei Negramaro fa anche un cameo vocale. «Ci conosciamo da tanto ma non avevamo mai collaborato. Questo pezzo è la perlina che mancava per completare la collana. Ho deciso di inciderlo subito alla fine del tour in modo che la voce risultasse più vissuta».

Un caffè con Donna Moderna

Un caffè con Donna Moderna