del

Michelle Hunziker

di Moreno Pisto
Vota la ricetta!

La Hunziker seduce con un sorriso. Ma per colpa di quel sorriso, rivela, dopo un po' i suoi compagni scappano. Il nostro giornalista non è fuggito. Anzi

La Hunziker seduce con un sorriso. Ma per colpa di quel sorriso, rivela, dopo un po' i suoi compagni scappano. Il nostro giornalista non è fuggito. Anzi

Un caffè con Donna Moderna

Scoop clamoroso! Michelle Hunziker ha ricevuto una proposta di matrimonio. Dove? A Milano, in un negozio della marca di gioielli che lei pubblicizza. Non me lo sono sognato. C’erano i fotografi, c’era l’anello, c’ero io e c’era lei: Michelle, 29 anni, una figlia di 10, Aurora. E una vita sentimentale tormentatissima: un matrimonio andato male con Eros Ramazzotti e due relazioni, con Marco Sconfienza e Salvatore Passaro, finite peggio, a colpi di pettegolezzi, copertine di giornali e battaglie legali. «Adesso sono single» dice Michelle. Davanti alla mia faccia incredula aggiunge: «Sai, gli uomini li faccio scappare». Nota bene: la Hunziker è bellissima nel suo tubino nero, che fa risaltare il fisico perfetto, i capelli biondi, il sorriso smagliante.

Fai scappare gli uomini, tu?

«Sì. Non riesco a trovare qualcuno che mi stia accanto davvero. Tutta colpa della mia infanzia».

In che senso?

«Da piccola ero tracagnotta. Avevo i capelli corti, a spazzola. Non mi si filava nessuno, nemmeno di striscio (ride). Fino ai 15, 16 anni ero pure piatta, mentre tutte le mie amiche avevano già le tette».

Cosa c’entra con i maschi in fuga?

«C’entra, c’entra. La mia arma di seduzione è sempre stata l’autoironia. Ma dopo un po’ gli uomini vogliono la sensualità. Peccato che in fatto di sex appeal non sia il massimo... Così, davanti a me che la butto sempre sul ridere, alla lunga loro si scocciano o si spaventano. E scappano» (io, però, non mi sono fatto scoraggiare. E visto che questa è l’ultima intervista che Michelle rilascia prima di andare in vacanza dopo il successo a Striscia la notizia, le ho preparato una sorpresa: una dichiarazione d’amore. All’improvviso le stringo la mano e tiro fuori un anello dalla tasca).

Michelle, mi vuoi sposare?

«Mamma mia, l’anello è bellissimo».

Cerimonia sul lago di Como e viaggio di nozze su un’isola deserta...

«Ma quale lago di Como! Voglio un matrimonio a Eurodisney. Celebrato da Pluto, il mio personaggio preferito, e con Topolino e Minnie come testimoni» (ride).

Mi prendi in giro?

«No! Vedi che anche tu ti sei già stancato della mia ironia? Sogno una cerimonia così perché spesso mi sento un fumetto».

Tutto ciò che desideri: ma mi sposi o no?

(Ride ancora) «Adesso ci penso».

Come sarebbe a dire “ci penso”?

«Voglio risposarmi, ma devo prima trovare il mio principe azzurro. Magari sei tu, purtroppo però non ti conosco. E poi ora non posso fare viaggi di nozze. Lo sai, vero, che ho avuto problemi al collo?» (decido di conquistarla con calma).

Certo. Ora come stai?

«Meglio. Dopo mesi e mesi di lavoro il corpo mi ha fatto capire che stavo esagerando, e che era arrivato il momento di staccare. Mi è venuta una cervicale bestiale. Mi sto curando con i massaggi, il nuoto e un’alimentazione più ordinata. Poi a Pasqua andrò in vacanza con Aurora».

E in televisione quando torni?

«Ad agosto scade il mio contratto con Mediaset e sto trattando il rinnovo. Non credo ci saranno problemi: già parliamo dei programmi, ci sono molti progetti in ballo. Comunque dovrei tornare a settembre».

Mai pensato a un libro sulla tua vita?

«Lo scriverò. Ho solo 29 anni, ma ho vissuto molto intensamente. Potrei iniziarlo nei prossimi mesi e finirlo tra due o tre anni».

Prima vuoi fare uno show tutto tuo?

«Qualcosa del genere, sì. Ma non voglio essere proprio da sola».

Ti piacerebbe diventare un giorno direttore di una rete tv?

«Mai dire mai. Anche se non sono ancora al livello di Simona Ventura: lei  sta per fare il grande salto».

Hai lavorato a Zelig con Claudio Bisio, a Love bugs con Fabio De Luigi e a Striscia la notizia con Ezio Greggio. Chi è il tuo preferito?

«Ezio, ci intendiamo al volo. È il top. Lui sì che capisce la mia autoironia».

Simona Ventura o Alessia Marcuzzi?

«Simona è più tagliente».

Paolo Bonolis o Pupo?

«Bonolis è molto bravo».

Pupo no?

(Si spazientisce) «Anche Pupo. Ma dai! Non puoi chiedere queste cose a me che sono a Mediaset!».

Con chi ti piacerebbe lavorare?

«Con Paola Cortellesi, Luciana Littizzetto, Raffaella Carrà. Sai che coppia  la Raffa e io!».

E con Fiorello?

«Fiore fa solo “one man show”. Sa bene che mi piacerebbe condurre un programma con lui. Quando gliel’ho detto, ha risposto sinceramente: “Sarei geloso dei miei spazi”. Lui è così: fatica a condividere il palcoscenico».

È vero che ti avevano proposto di presentare  Sanremo?

«Sì, ma Mediaset mi ha blindato. Mi è dispiaciuto per Giorgio Panariello: fare il Festival è difficilissimo».

Con te sul palco gli ascolti sarebbero andati meglio...

(Urla) «Boh! Comunque grazie. Quasi quasi ti sposo».

A Sanremo c’erano Eros Ramazzotti e Laura Pausini. Gelosa?

«Ma no!».

Neanche un po’?

«La mia è una gelosia sottile, non la metto in piazza. Comunque Eros e io abbiamo passato momenti peggiori. Ora che ci siamo rappacificati, vederlo a Sanremo con Laura non mi ha fatto né caldo né freddo» (tempo scaduto. Michelle deve andare, e io devo avere una risposta definitiva).

Allora: mi sposi o no?

«Mi avevi quasi convinto. Poi con l’ultima domanda ti sei giocato il mio sì».

Un caffè con Donna Moderna

Un caffè con Donna Moderna