Vacanze di Natale: le mostre da non perdere a dicembre

  • 1 6

    A TORINO: PER SCALDARSI ALLE TONALITÀ DI MATISSE

    50 opere di Henry Matisse e 47 di suoi amici, artisti del suo tempo, rivali o alleati. Da Mirò a Braque, da Legér a Derain. La mostra  Matisse e il suo tempo, dal 12 dicembre fino a maggio 2016, è una di quelle occasioni davvero preziose per fare un viaggio nella Francia (e nel Marocco) dei primi anni del Novecento, quando il mondo artistico francese era il vero cuore pulsante della cultura europea del tempo. Dove: a Torino, palazzo Chiablese, piazzetta Reale, www.mostramatisse.it, per informazioni: tel. 0110240113

  • 2 6

    A BRESCIA: PER EMOZIONARSI CON LE STORIE DI CHAGALL

    Provengono tutte da San Pietroburgo le 33 opere del pittore Marc Chagall, tra le quali due meravigliosi taccuini con disegni e poesie mai esposti al pubblico prima d’ora. E, accanto ai celeberrimi capolavori come l’Ebreo in rosa, Gli amanti blu e la Passeggiata, in un inedito accostamento, la mostra Marc Chagall. Opere russe propone le tavole e gli schizzi di una Storia della vita di Chagall realizzata dal premio Nobel Dario Fo. La mostra diventa così l’occasione di uno stimolante dialogo tra due epoche e due linguaggi artistici diversissimi. Dove: a Brescia, Museo di Santa Giulia, fino al febbraio 2016, chagall.bresciamusei.com, per informazioni: tel 0302977833-834  

  • 3 6

    A FERRARA: PER SCOPRIRE L’AMORE TRA DE CHIRICO E LA CITTÀ

    Era la prima Guerra Mondiale quando Giorgio De Chirico, che –con il fratello- si era arruolato volontario lasciando Parigi,  viene inviato militare a Ferrara. Nell’arco di tre anni (1915-1918) l’artista, travolto dalla bellezza di Ferrara, rende omaggio alla città estense raffigurandola in diverse opere.  100 anni dopo Ferrara restituisce la cortesia con questa grande mostra che riunisce accanto a 70 opere del padre della metafisica- quelle di alcuni tra i suoi amici e ispiratori: da Carlo Carrà a Man Ray, da Salvador Dalì a Max Ernst. Una mostra che ci parla di un momento cruciale per l’arte e la cultura europea del Novecento.  Dove: a Ferrara, Palazzo dei diamanti, fino al 28 febbraio 2016, www.palazzodiamanti.it,  tel. 0532244949

  • 4 6

    A FIRENZE: PER PERDERSI NELLA SPIRITUALITÀ

    Copre un arco di cento anni (dalla fine del 1800) e decine di grandissimi artisti la mostra Bellezza Divina, fino al 24 gennaio 2016 a Palazzo Strozzi. Le opere di Millet, Van Gogh, Munch, Chagall, Picasso, Fontana e di molti altri artisti vengono qui messe a confronto sui temi del sacro e dello spirituale. L’occasione per riflettere su come questo tema abbia affascinato da sempre gli artisti, ciascuno fedele alla sua ricerca e alle suggestioni del suo tempo.

    Dove: a Firenze, presso Palazzo Strozzi, www.palazzostrozzi.org, tel 0552645155

  • 5 6

    A ROMA: PER CONFRONTARE L’ARTE ANTICA ALLE SCULTURE DI HENRY MOORE

    Già la cornice è di quelle suggestive e bellissime delle Grandi Aule  presso il Museo delle Terme di Diocleziano. E se poi, con cura e sapienza espositiva, davanti a bassorilievi, calchi e mosaici antichi, si trovano i volumi morbidi e sinuosi di uno scultore modernissimo come Henry Moore, l’emozione è assicurata. In tutto, 77 opere divise in cinque sezioni tematiche. Tra tutte, segnaliamo in particolare le suggestive Madre e figlio e Figura distesa, dedicate a due temi iconografici ricorrenti nella produzione di questo scultore affascinato da sempre dalla figura femminile e dalle potenzialità della tridimensionalità.

    Dove: a Roma, Terme di Diocleziano, viale Enrico de Nicola 79, fino al 10 gennaio 2016, www.archeoroma.beniculturali.it, tel. 0639967700

  • 6 6

    A CAPRI: PER PERDERSI IN UN MUSEO A CIELO APERTO

    Installazioni, videoproiezioni notturne, sculture. Venti artisti della scena contemporanea internazionale hanno disseminato le loro opere lungo le stradine  di Capri, creando un suggestivo dialogo con l’architettura e il paesaggio. Si tratta dell’evento Capri, the island of art che, fino alla fine di dicembre, animerà questa località meravigliosa. Mentee alla trecentesca Certosa di San Giacomo, che riapre al pubblico dopo un parziale restauro, ci sarà l’esposizione Canone inverso. Dove: a Capri, www.capritheislandofart.org

/5
di

Silvia Calvi

Da Matisse a Chagall, da De Chirico a Henry Moore: scopri le mostre da non perdere durante il  periodo delle Feste

 

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te