del

Quello che so sul sesso l’ho imparato da Woody

di Elisa Leonelli
Vota la ricetta!

La prima volta che ha sentito la parola "orgasmo" era in unfilm di Allen. E oggi lui le tiene lezioni sugli uomini. Proprio così: Scarlett Johansson, assente a Venezia, accetta però di parlare a Donna Moderna. Di sessualità, di fidanzati e delle sue celebri curve

La prima volta che ha sentito la parola "orgasmo" era in unfilm di Allen. E oggi lui le tiene lezioni sugli uomini. Proprio così: Scarlett Johansson, assente a Venezia, accetta però di parlare a Donna Moderna. Di sessualità, di fidanzati e delle sue celebri curve

Un caffè con Donna Moderna

Per lo stilista Marc Jacobs, che l'ha voluta come testimonial della nuova campagna Louis Vuitton, "esalta la femminilità elegante di uno stile senza tempo". E per il regista Woody Allen, che l'ha appena diretta per la terza volta in tre anni, "ha un sex appeal dirompente". Con tali lusinghiere referenze non poteva che essere lei, la 22enne Scarlett Johansson, la star più ammirata al Festival di Venezia (ma solo sullo schermo: all'ultimo momento ha dato forfait). In Diario di una tata, presentato fuori concorso, la giovane diva ha un look inusuale e tutt'altro che fatale: capelli castani invece che biondi, jeans e T-shirt al posto degli abitini strizzati che indossa alle première. "Annie è una studentessa che per una serie di equivoci finisce a fare la baby sitter" spiega, agitando le mani da bambina su cui spiccano le unghie laccate di rosso. "È un personaggio ironico, brillante, diverso da quelli che interpreto di solito. È stato Woody a dirmi che gli sembravo perfetta per questo ruolo".

Ormai lei è la nuova musa di Allen. Dopo Match Point e Scoop, quest'estate avete girato in Spagna il terzo film insieme, che si dovrebbe intitolare Mezzanotte a Barcellona.

"Woody e io pensiamo che il termine "musa" sia davvero bizzarro. Non è che quando mi vede gli viene l'ispirazione. Sono io che farei qualsiasi cosa per lui, pure cucirgli l'orlo dei pantaloni".

Ma è stato lui a definirla "sessualmente travolgente".

"Anche Woody è travolgente, nessuno mi fa ridere come lui. Ho iniziato a guardare i suoi film da bambina, compresi quelli che non avrei dovuto perché ero troppo piccola. Ricordo quando a 10 anni ho visto Tutto quello che avreste voluto sapere sul sesso ma non avete mai osato chiedere: è stato il mio primo incontro con Woody. E con il sesso".

In che senso?

"Sì, insomma, la prima volta che sentivo parlare di orgasmo e spermatozoi".

E ad Allen l'ha detto?

"Dopo qualche tempo che c'eravamo conosciuti, era una cosa alquanto imbarazzante da confessare. Adesso che siamo amici ci ridiamo su, anche se ogni tanto lui si ricorda di avere il triplo dei miei anni e mi tiene una lezione di ripasso sugli uomini".

Per Allen ha girato la sua prima scena hot, in Match Point, o sbaglio?

"Quella nel campo di grano con Jonathan Rhys Myers, sì: c'era talmente tanto polline che per reazione allergica ho avuto gli occhi gonfi per giorni. Al cinema tutto sembra sempre più bello di come è nella realtà".

Gli uomini, però, li conquista davvero. Le riviste Esquire, Fhm e Playboy, delle autorità in materia, l'hanno eletta donna più sexy del mondo. E l'elenco dei suoi fidanzati è piuttosto lungo.

"Quale sarebbe l'ultimo? Ah sì, Justin Timberlake: dimenticavo che ha lasciato Cameron Diaz per colpa mia".

Non era vero?

"Certo che no! Abbiamo fatto insieme il video di una sua canzone, What goes around comes around, e ci siamo divertiti durante le riprese. Tutto qui".

Ma è vero che ora frequenta il 38enne Javier Bardem, suo partner nell'ultimo film di Allen. Le foto di voi due che vi scambiate sguardi languidi e teneri baci, sul set e fuori, sono inequivocabili.

"Ho 22 anni, il sesso mi piace, non ho problemi a dirlo. Mi colpiscono i tipi sicuri di sé, forse è per questo che trovo gli uomini maturi più affascinanti. Quando ho incontrato Bill Clinton sono rimasta folgorata, quasi non riuscivo ad aprire bocca. Ma io non sono un politico, non devo rispondere a nessuno di quello che faccio quando non lavoro".

Le dà fastidio l'attenzione dei giornali?

"I paparazzi mi tampinano pure quando vado a comprare la carta igienica! E io non sono capace di fare finta di niente, do fuori di matto in continuazione. Solo che, a differenza di molti miei colleghi, perdo le staffe a casa mia, non in giro per pub o party. Hollywood è volubile, se fai un passo falso rischi di non lavorare più".

Cosa intende?

"Le faccio un esempio: adesso tutti dicono che la mia voce roca è super sexy, ma ai primi provini mi chiedevano sempre se avevo il mal di gola. Per non parlare dell'assurda ossessione per la linea: ci sono un sacco di attrici troppo magre per i miei gusti".

Vogue America, la bibbia della moda, l'ha definita "curvy and cool", rotondetta e di tendenza.

"Non ho mai fatto una dieta in vita mia, e per fortuna nessun regista mi ha chiesto di perdere peso per una parte. Sono alta 1 metro e 56, non scendo sotto i 55 chili e non entrerò mai in una taglia 40. Ma le mie forme me le tengo volentieri: le donne sono donne appunto perché hanno le curve. Che senso ha volerle eliminare?".

In Diario di una tata c'è un primo piano del suo sedere fasciato da jeans attillati. E fuori scena lei indossa spesso abiti che esaltano le sue forme.

"Il look anni Cinquanta è il più adatto al mio fisico. E poi, se vado a una serata importante mi piace essere glamour: scollatura, tacchi vertiginosi e pettinature complicate".

Le piace fare shopping?

"Adoro le scarpe, ma non sono la tipa che spende mille dollari per un solo paio: preferisco saccheggiare i mercatini vintage. Anche se mia madre mi ripete: "Se te lo puoi permettere, compralo"".

Le dà anche consigli di bellezza?

"Mi diceva sempre di lavarmi la faccia prima di andare a letto: mi è servito".

Ha una mania?

"Le unghie. Sono ossessiva e così mi faccio la manicure da sola alle tre di notte, quando nessuno mi può disturbare".

Scarlett Johansson

Nasce a New York il 22 novembre 1984. Il padre Karsten è di origini danesi, la madre Melanie di origini polacche. Ha un fratello e una sorella più grandi, Adrian e Vanessa, e un gemello, Hunter. A 4 anni dice ai suoi che vuole fare l'attrice, a 8 inizia a recitare, a 10 debutta al cinema. Oggi si divide fra New York (dove abita il papà), Los Angeles (dove vive la mamma-manager) e Londra (dove è spesso per lavoro), ma ovunque vada porta con sé la sua chihuahua Maggie. A 22 anni vanta una ricca collezione di boyfriend, tra cui Benicio Del Toro, Jared Leto e Josh Hartnett.

I suoi successi

Innocenza da bambina e languidezza da femme fatale: il fascino di Scarlett Johansson sta in questo mix, che lei ha alternato in 13 anni di carriera e oltre 30 film. È stata una malinconica sposina in Lost in translation (2003), un'arrampicatrice in Match Point (2005), un oggetto del desiderio in The Black Dahlia (2006). Protagonista del video What goes around comes around di Justin Timberlake e della campagna Louis Vuitton (entrambi del 2007), ora debutta come cantante con il cd Scarlett sings Tom Waits. E fa il bis come stilista con la collezione Scarlett Hearts per Reebok.

Un caffè con Donna Moderna

Un caffè con Donna Moderna