del

Stefano D’Orazio

Vota la ricetta!

Suona la batteria con i Pooh dal 1971. Ecco come ha cominciato e quali sono le sue passioni

Suona la batteria con i Pooh dal 1971. Ecco come ha cominciato e quali sono le sue passioni

Un caffè con Donna Moderna

Strano rapporto con gli strumenti, quello di Stefano. A sei anni trova nella calza della befana le bacchette della sua prima batteria. Per la troppa foga le spacca e le sostituisce con due mestoli da cucina. Poi, la prima batteria sera: una Hollywood rossa comprata con le mance guadagnate facendo il bagnino a Ostia. E subito le esperienze dal vivo con i giovani gruppi rock romani.

Oltre a bruciare le tappe della sua carriera di musicista, Stefano brucia letteralmente anche il suo primo impianto voci. Il gruppo in cui suonava giovanissimo (i Sunshine) racimola i soldi per comprare un impianto professionale per la prima esibizione importante. Ma i ragazzi sbagliano voltaggio e tutto va in fumo.

Ha 17 quando fa incursione nel teatro underground e con le sue percussioni accompagna uno spettacolo di Carmelo Bene. Nel '71 diventa il batterista ufficiale dei Pooh. Se volete fargli un regalo, mandategli una scultura a forma di elefantino: ne colleziona di tutte le grandezze, e ne ha più di seimila.

Un caffè con Donna Moderna

Un caffè con Donna Moderna