Tutti i vincitori di Cannes 2016

Credits: Il regista Ken Loach, Palma d'Oro a Cannes 2016
/5
di

Mattia Carzaniga


Ken Loach vince la Palma d’oro al Festival di Cannes 2016 con il film I, Daniel Blake (Io, Daniel Blake).

Una vittoria a sorpresa e anche un record personale, considerato che il regista inglese aveva già vinto esattamente dieci anni fa con Il vento che accarezza l’erba.

I, Daniel Blake è la storia di un uomo della working class britannica alle prese con un mondo del lavoro sempre più duro e burocratizzato, che sembra aver smarrito ogni tipo di umanità.

Il verdetto della giuria presieduta dall’australiano George Miller – e con membri come Valeria Golino, Kirsten Dunst e Vanessa Paradis – è stato imprevedibile fino alle ultime battute della cerimonia di chiusura del 69° festival internazionale del cinema.



  • 1 10

    Ken Loach vince la Palma d'Oro con il film “I,Daniel Blake”. Qui viene premiato da Mel Gibson e dal presidente della giuria Georges Miller.

  • 2 10

    L'attore iraniano Shahab Hosseini ha vinto il premio come migliore attore. 

  • 3 10

    Il regista Xavier Dolan ha vinto il Grand Prix per il film "Just the end of the world". Qui è premiato da Donald Sutherland e Valeria Golino.

  • 4 10

    Jaclyn Jose ha vinto il premio come Migliore Attrice per il film Ma’Rosa”.

  • 5 10

    La componente della giuria Vanessa Paradis alla cerimonia di premiazione di Cannes 2016.

  • 6 10

    Olivier Assayas, premio per la regia per Personal Shopper, ex equo con Cristian Mungiu.

  • 7 10

    Cristian Mungiu, premio della regia per Bacalaureat, ex equo con Olivier Assayas.

  • 8 10

    La giurata Kirsten Dunst alla cerimonia di premiazione di Cannes 2016.

  • 9 10

    La regista inglese Andrea Arnold, premio della giuria per il film American Honey.

  • 10 10

    Valeria Golino, componente della giuria di Cannes 2016, alla cerimonia di premiazione.

Un palmarès che premia i veterani ma non tralascia i giovani, come l’enfant prodige canadese Xavier Dolan, che dopo il premio della giuria due anni fa con Mommy vince un altro Grand Prix con Juste la fin du monde (È solo la fine del mondo), mélo familiare che ha diviso la critica con superstar francesi come Vincent Cassel, Marion Cotillard e Léa Seydoux.

Scelte ben poco glamour anche sul versante attori: la Palma per la migliore interpretazione maschile va a Shahab Hosseini, il protagonista dell’iraniano The Salesman (Il cliente) di Asghar Farhadi, regista premio Oscar per Una separazione che vince anche il premio per la sceneggiatura.

Tra le donne trionfa invece Jocelyn Jose, la filippina del durissimo dramma Ma’ Rosa di Brillante Mendoza. Trascurate insomma tutte le favorite più note, dalla Sonia Braga di Aquarius alla Isabelle Huppert di Elle.

Il premio della regia va ex aequo al francese Olivier Assayas per Personal Shopper, il film con Kristen Stewart tra i più fischiati del concorso, e a Cristian Mungiu per Bacalaureat, ritratto spietato della società romena di oggi.

L’impresa che non riesce a Cannes 2016 è quella di premiare davvero le donne. Fino alla vigilia della cerimonia di chiusura in tanti erano sicuri di vedere la Palma d’oro nelle mani di Andrea Arnold, la regista inglese di American Honey.

Sarebbe stata la prima regista donna a vincere “in solitaria”, dopo una Palma andata nel 1993 a Jane Campion per Lezioni di piano, ma ex aequo con Addio mia concubina di Chen Kaige. Ad Arnold è andato “solo” il premio della giuria.

Non si è dunque scritta la Storia, al Festival di Cannes 2016, ma il verdetto finale fa contenta la maggior parte dei critici.

Anche il pubblico, quando nei prossimi mesi vedrà i film premiati, sarà d’accordo?

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te