Mail certificate: non sempre la Pec è sicura

Credits: Shutterstock
/5
di

Giovanni Ziccardi

Stanno circolando false fatture allegate a mail Pec (la posta elettronica certificata), con regolare firma digitale. Sembrano provenire da reali indirizzi certificati, in realtà contengono un virus

Un'opinione di:
Docente di Informatica giuridica

Fino a qualche mese fa sembrava che la Pec, la posta elettronica certificata, di solito utilizzata dai professionisti o per comunicare con enti pubblici, fosse più sicura delle mail normali e la si potesse aprire tranquillamente.

Invece stanno circolando false fatture allegate a mail Pec, con regolare firma digitale. Sembrano provenire da reali indirizzi certificati (legalmail.it o sicurezzapostale.it), hanno come oggetto “invio fattura” e contengono un documento “.zip”.

L’allegato contiene parte di un virus; una volta aperto, scarica da Internet la parte mancante e installa il malware completo sul computer della vittima. Il risultato è che tutti i dati vengono cifrati.

L’invio di virus via Pec è molto insidioso perché chi riceve una mail certificata ha meno remore nell’aprire gli allegati. È invece importante non abbassare mai la guardia e controllare bene l’indirizzo da cui arriva la mail.


Cosa ne pensi? Scrivi a dallatuaparte@mondadori.it

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te