del

Pensioni, Tasi e canone Rai: ecco le 6 novità principali

di Oscar Puntel
Vota la ricetta!

La legge di Stabilità appena presentata ci cambierà la vita. Dalla pensione alle tasse, fino al canone Rai, qui ti spieghiamo come

Un caffè con Donna Moderna

La legge di Stabilità appena presentata ci cambierà la vita. Dalla pensione alle tasse, fino al canone Rai, qui ti spieghiamo come

Il Consiglio dei Ministri ha presentato la legge di Stabilità, ovvero la finanziaria, la legge con cui il governo definisce la sua politica economica nel prossimo triennio. Il testo verrà ora dibattuto in Parlmento, per circa due mesi. Poi, dovrà essere approvato anche dalle autorità dell'Unione europea, come prevedono i regolamenti comunitari. Queste le principali novità.

Part time agevolato. I lavoratori dipendenti "anziani", con almeno 63 anni e 7 mesi di età, potranno chiedere di lavorare a tempo parziale, beneficiando di una riduzione dell'orario di lavoro dal 40 al 60%. Ovviamente lo stipendio sarà più basso, ma non ci saranno conseguenze per la pensione, perché sarà lo Stato a integrare i contributi mancanti. La misura potrebbe interessare 25mila lavoratori.

Via Imu e Tasi. L'imposta sulla prima casa (Tasi) sarà abolita, per tutte le abitazioni, incluse quelle di lusso. Contemporaneamente, sparirà anche l'Imu, l'imposta municipale unica, sui terreni agricoli. Potrebbe invece essere aumentata l'Imu sulle seconde e terze case.

Lavoratori autonomi. Avranno un loro specifico "Jobs act" dentro la legge di Stabilità. Tra le misure: chi aprirà una partita Iva potrà contare su 5 anni di tassazione agevolata al 5%. Poi: detrazione delle spese di formazione. Sospensione del pagamento dei contributi in caso di malattia. Pagamenti certi, entro 60 giorni dal lavoro consegnato.

Bonus ristrutturazioni. Gli incentivi per ristrutturazioni e risparmio energetico proseguiranno per un altro anno. Chi ristruttura potrà beneficiare di una detrazione dell'Irpef al 50%. Potranno essere detratte anche le spese legate all'acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici, purché legati alla ristrutturazione. Detrazioni del 65% dell'Irpef, anche per le spese di riqualificazione energetica della casa.

Canone Rai in bolletta. Si pagherà di meno: 100 euro, anziché i 113,50 euro del 2015. Ma li pagheranno tutti, perché dal prossimo anno il canone Rai sarà inserito nella bolletta della luce. Possedere una presa elettrica è considerata condizione "automatica" per possedere un apparecchio TV. Chi evade avrà una sanzione amministrativa superiore di 5 volte: quindi, multa da 500 euro. Dal 2017 si pagherà ancora di meno: 95 euro.

Uso dei contanti. Dal 2011 si potevano usare i contanti, per i pagamenti, solo fino a un massimo di mille euro. Ora questo limite è stato alzato: l'uso dei contanti è consentito fino a un tetto massimo di 3mila euro.

Un caffè con Donna Moderna

Un caffè con Donna Moderna