del

AV Milano-Bologna: il treno correrà, il biglietto corre

di Simona Santoni
Vota la ricetta!

Il 16 dicembre Romano Prodi e Mauro Moretti, ad di Ferrovie dello Stato, hanno lanciato il countdown per la linea ad alta velocità che collegherà, tra un anno, i due capoluoghi in un'ora. È invece prossimo l'aumento del costo del ticket: da gennaio 2008 +5% su ogni tratta

Il 16 dicembre Romano Prodi e Mauro Moretti, ad di Ferrovie dello Stato, hanno lanciato il countdown per la linea ad alta velocità che collegherà, tra un anno, i due capoluoghi in un'ora. È invece prossimo l'aumento del costo del ticket: da gennaio 2008 +5% su ogni tratta

Un caffè con Donna Moderna

Una notte da incubo per 450 passeggeri di un Eurostar in viaggio da Lecce a Roma, bloccato per quasi dodici ore, al freddo e al gelo, in provincia di Caserta per un'avaria. E neanche ventiquattro ore dopo, nel primo pomeriggio del 16 dicembre, la festa di Trenitalia per il lancio del countdown per la linea ad Alta Velocità/Alta Capacità Bologna-Milano. Una delle tante contraddizioni a cui l'Italia è abituata. Mentre il Sud rimane fermo, nel vero senso della parola, al Nord si cerca di correre (per ora a parole).

Entro dicembre 2008 i treni correranno a una velocità massima di 300 km/h sulla nuova linea AV/AC Milano-Bologna e, un anno dopo, saranno concluse anche le linee veloci fra Bologna e Firenze e Torino e Milano. Lo ha annunciato e promesso l'amministratore delegato delle Ferrovie Mauro Moretti, alla stazione di Bologna, dove ha dato l'avvio al conto alla rovescia. E ha aggiunto: "Ci impegnamo a completare la linea ad alta velocità da Salerno e Torino. Con opere cadenzate. A partire da gennaio apriremo la Napoli-Salerno. A giugno il passante sud di Milano-Rogoredo. E da settembre a dicembre la Bologna-Verona e la Bologna-Milano".

Con lui, in una celebrazione di "quello che sarà" che ricorda le tante pre-inaugurazioni di grandi opere berlusconiane, il presidente del Consiglio Romano Prodi, il ministro dei Trasporti Alessandro Bianchi, il sindaco di Bologna Sergio Cofferati, il presidente delle Ferrovie Innocenzo Cipolletta e l'amministratore delegato Eni Paolo Scaroni.

La linea AV/AC Milano-Bologna permetterà di collegare le due città in una sola ora, invece dell'ora e 42 minuti attuali, percorrendo un tragitto di 182 km (di cui 32 su viadotti e ponti). L'opera prevede la realizzazione della nuova stazione "Mediopadana" di Reggio Emilia per mano dell'architetto spagnolo Santiago Calatrava, lo stesso che ha progettato il grande ponte strallato sul Po all'altezza di Piacenza e quelli di Reggio Emilia.

Anche da Milano, con un orologio su piazza Duca d'Aosta, davanti alla stazione centrale e al Pirellone, dove si trovano gli uffici di Roberto Formigoni & co, è partito il countdown. -364 giorni. Mentre i pendolari hanno in mente un altro conto alla rovescia: -14 giorni all'aumento del 5% del costo dei biglietti ferroviari. Questo dopo l'incremento del 10% attuato all'inizio del 2007. Dal 2008 scatteranno le nuove tariffe. E questa non è una promessa. È presto realtà.

Un caffè con Donna Moderna

Un caffè con Donna Moderna