Le foto più emozionanti di oggi

  • 1 71
    Credits: © Michele Borzoni, Terraproject

    31 ottobre. Si dice che il 2018 sarà l'anno dei concorsi pubblici, anche perché si prevede che entro cinque anni 450mila persone andranno in pensione nella Pubblica Amministrazione. Migliaia di giovani attendono di partecipare da tutta Italia al tanto atteso mega "concorsone" che metterà in palio una manciata di posti di lavoro. Si preannuncia uno scenario simile alla fotografia scattata da Michele Borzoni durante il concorso per l'assunzione di 40 storici dell'arte (e 1550 concorrenti) da parte del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, in mostra fino al 19 novembre a Palazzo Piepoli di Bologna per la biennale di fotografia Foto/Industria. Lo scatto fa parte del progetto fotografico molto ampio di Michele Borzoni intitolato "Workforce", un ritratto del mondo del lavoro in Italia, duramente colpito e traformato dalla crisi economica del 2009.

  • 2 71
    Credits: Patrik Stollarz, Getty Images

    31 ottobre. "I più famosi orsetti gommosi del mondo sono prodotti da schiavi". Lo dice un documentario trasmesso dalla televisione tedesca secondo il quale la famosa azienda produttrice di caramelle impiegherebbe fornitori che in Brasile sfruttano i lavoratori, pagati 10 euro al giorno, costretti a bere acqua sporca e lavorare senza sosta, senza nemmeno il tempo per andare al bagno. In Germania l'azienda farebbe affidamento su allevamenti in cui gli animali sono tenuti in condizioni pessime. Il tutto per ricavare due ingredienti come la cera di carnauba e la gelatina, che servono a rendere lucidi gli orsetti e impedire che si attacchino tra loro. Secondo uno studio dell'Organizzazione mondiale del lavoro e dell'Organizzazione per le migrazioni ancora oggi sono 40,3 milioni le persone che vivono nelle condizioni di schiavitù moderna. Di questi il 71% è rappresentato da donne e bambini.

  • 3 71
    Credits: Alessandro Di Meo, Ansa

    31 ottobre. Sapete chi è Roberto Pontecorvo? E' il 27enne italiano selezionato tra più di ventimila domande dalla Fondazione Obama tra "i giovani leader innovatori civici di tutto il mondo". Tra i suoi meriti c'è un'idea di sviluppo territoriale per il suo paese, Praiano, in costiera amalfitana, trasformato in un museo a cielo aperto: i visitatori hanno a disposizione un'App e una guida per le 150 opere esposte. Da questo progetto è nato un modello di sviluppo territoriale per il Lungotevere di Roma: "Agenda Tevere". L‘artista sudafricano William Kentridge ha già realizzato un monumentale affresco della storia di Roma intitolato "Triumphs and Laments" sul muraglione destro del fiume tra Ponte Mazzini e Ponte Sisto. Grazie soltanto all'uso di una idropulitrice l'artista ha fatto emergere le sue figure dalla patina di smog accumulatasi negli anni sul travertino bianco. Secondo i calcoli dell'autore l'affresco sparirà nell’arco di sei o sette anni.


  • 4 71
    Credits: Alessandro Di Meo

    30 ottobre. Ad introdurre il visitatore alla mostra “Bernini” alla Galleria Borghese di Roma sarà il gruppo scultoreo “Ratto di Proserpina”. Commissionato allo scultore dal cardinale Scipione Borghese venne presto allonato da Villa Borghese (donato a un altro cardinale, Ludovico Ludovisi); solo nel 1908 venne acquistato dallo Stato Italiano e ricollocato nella Galleria Borghese. Dove lo ammiriamo ancora oggi.

  • 5 71
    Credits: Hauke-Christian Dittrich

    30 ottobre. Halloween è in arrivo in tutto il mondo. Ma non dappertutto a trionfare sono il buio e l’oscurità; qui a Isernhagen, in Germania, le illuminazioni non mancano, i colori accesi la fanno padrone ad evidenziare gli scheletri che decorano le case.

  • 6 71
    Credits: Yasuyoshi Chiba

    30 ottobre. Suore della chiesa di Santa Maria della Missione pregano alla messa domenicale a Kisumu, in Kenya. La religione cattolica è seguita dal 25% della popolazione in relativa pace e tranquillità.

  • 7 71
    Credits: Musa Al Shaer

    30 ottobre. Una coppia si scatta un selfie con bacio davanti a un murale che ritrae Benjamin Netanyahu (primo ministro israeliano) e Donald Trump (presidente degli Stati Uniti) che si baciano; l’opera è dell’artista Lushsux e si trova sul muro che separa le città di Betlemme e Gerusalemme. Dopo che il graffito era stato vandalizzato con scritte ora è stato risistemato dal suo creatore.

  • 8 71
    Credits: Tolga Akmen

    26 ottobre. Oggi la premier inglese Theresa May si è vista recapitare una lettera scritta da Oliver Simpson, un bambino di 9 anni che chiede lo stop della pratica del fracking (la frattura di un terreno tramite la pressione dell’acqua) vicino alla sua casa nel Derbyshire; ad accompagnarlo nella consegna la stilista Vivienne Westwood, da anni paladina della guerra al fracking. Questa pratica aggressiva ed invasiva contaminerebbe chimicamente acque sotterranee e aria, tanto da essere vietata in certi paesi.

  • 9 71
    Credits: Kabir Dhanji

    26 ottobre. In Kenya si è votato ad agosto e si vota di nuovo oggi; il precedente voto (e le elezioni tutte) sono state annullate. Di nuovo lo “scontro” è tra l’uscente Uhuru Kenyatta e Raila Odinga; di nuovo è dato per vincente Kenyatta e di nuovo Odinga promette e aizza boicottaggio in caso di sconfitta. Gli ultimi giorni di campagna elettorale sono stati turbolenti e l’apertura dei seggi ne è un riflesso: l’affluenza alle urne, al momento, non è delle più alte.

  • 10 71
    Credits: Cao Yuxi

    26 ottobre. L’artista cinese Cao Yuxi è stato suggestionato da alcuni post su Instagram della Nasa; post che parlavano di buchi neri, dell’eclissi di luna del 21 agosto; della vastità e oscurità dello spazio vicino a Saturno viste grazie alla sonda Cassini. Ha tradotto tutte queste suggestioni in “Oriens”, un’installazione audiovisiva al Today Art Museum di Pechino. Dove lo spettatore viene catapultato in un turbine di luci, suoni e proiezioni visive sentendosi quasi risucchiato in un buco nero.

  • 11 71
    Credits: Jordanian Royal Court, Getty Images

    25 ottobre. Sua Maestà la Regina Rania Al Abdullah di Giordania ha incontrato i profughi Rohingya fuggiti in Bangladesh dopo le persecuzioni in Myanmar. Dopo aver passato un po’ di tempo con le famiglie e i bambini che vivono nel campo di Kutupalong, Rania, membro del consiglio della Croce Rossa Internazionale (IRC),  ha chiesto maggiore aiuto alla popolazione da parte della comunità internazionale.


  • 12 71
    Credits: © Tim Flach

    25 ottobre. Fino al 1973 la caccia è stata la più grande minaccia per la sopravvivenza dell'orso polare. Oggi lo scioglimento dei ghiacci dovuto al riscaldamento globale, spinge gli animali a nuotare attraverso i mari ghiacciati per trovare la loro fonte di cibo essenziale. Per preservare il proprio calore corporeo e l'energia, questo orso polare si è rifugiato in un pozzo nella neve. L'autore della fotografia è il londinese Tim Flach (fotografo, artista e regista) e fa parte del libro "Endangered", "In pericolo", il risultato di uno straordinario progetto pluriennale nato per documentare le specie animali minacciate a causa dei danni che l'uomo ha provocato negli ecosistemi.

  • 13 71
    Credits: Patrick Hertzog, Getty Images

    25 ottobre. La deputata svedese Linnea Engstrom fotografa il cartello con la frase #MeToo durante un dibattito al Parlamento europeo di Strasburgo sulla lotta contro le molestie sessuali e gli abusi nell'Unione europea. La campagna #MeToo è stata lanciata dall'attrice Alyssa Milano su Twitter e in poche ore è stata condivisa da quasi mezzo milione di utenti. E' un invito alle donne a non tacere gli abusi subiti perché le molestie sessuali non sono episodi rari ma più diffusi di quanto si creda, come dimostrano tutte le testimonianze raccolte grazie alla campagna stessa.


  • 14 71
    Credits: Carl Court

    24 ottobre. Cosa si deve provare a comprare (comprare si, avete letto bene!) un dipinto di Leonardo Da Vinci? Il 15 novembre a New York da Christies verrà battuta all’asta l’opera “Salvator Mundi”, l’ultima opera attribuita a Leonardo. La cifra di partenza si aggira sui 100 milioni di dollari ma l’opera è circondata da un mistero circa la sua originalità: il Cristo benedicente raffigurato tiene in una mano una sfera trasparente che, curiosamente, non riflette la luce. Questo particolare sembra agli esperti un errore troppo grossolano per il genio di Leonardo. E quindi forse qualcuno sta per sborsare 100 milioni di dollari per un dubbio Da Vinci.

  • 15 71
    Credits: Brian Hamill

    24 ottobre. C’è qualcosa che fa sognare New York più dei set dei (vecchi) film di Woody Allen? Film del calibro di “Manhattan”, la pellicola del 1979 che è una delle pietre miliari del regista tanto da essere inserita nel National Film Registry della Biblioteca del Congresso degli Stati Uniti. Oggi possiamo respirare l’atmosfera di queste pellicole girovagando tra le foto della mostra “Brian Hamill’s Test of Time: Woody Allen, New York e gli altri” alla galleria ONO Arte Contemporanea a Bologna. Brian Hamill è un fotografo di scena che ha lavorato su ben 26 set di Allen. Da qui, dalle foto dei set di Woody Allen, il suo lavoro si amplia ad indagare sulla cultura newyorkese tra gli anni Sessanta e gli Ottanta.

  • 16 71
    Credits: Christopher Furlong

    24 ottobre. Una folla si ripara dalla pioggia torrenziale facendo la fila e accampandosi in strada per la notte, per assistere alla cremazione e alla cerimonia funebre del re thailandese Bhumibol Adulyadej , noto come Rama IX. Il suo regno è stato il più longevo della storia, 70 anni. La popolazione lo considerava un semi-Dio, simbolo dell’unità della nazione. Per questo oggi la folla si accalca nonostante il maltempo per dare l’ultimo saluto all’amato re dopo 5 giorni di cerimonie.

  • 17 71
    Credits: Stephan Marr, Brook Mitchell, Getty Images

    23 ottobre. L'installazione "Under One Sky" è una fusione di pittura, scrittura narrazione. Sulla spiaggia di Bondi Beach in Australia, due persone di razza, fede religiosa e nazionalità diverse, si stringono in un abbraccio vestite dello stesso cielo. L'autore è l'artista australiano Stephan Marr.

  • 18 71
    Credits: Jim Watson, Getty Images

    23 ottobre. Barack Obama torna alla politica? L'ex presidente degli Stati Uniti d'America è salito sul palco per sostenere i candidati governatori democratici prima in New Jersey e poi in Virginia con un messaggio molto chiaro: «Rifiutiamo la politica della divisione e della paura». A distanza di poche ore anche il predecessore George W. Bush, durante un raro intervento pubblico ha dichiarato: «L’intolleranza, in qualsiasi forma, è blasfemia per i valori americani».

  • 19 71
    Credits: Alex Brandon, Getty Images

    23 ottobre. Lo stivale militare del generale John Nicholson, a sinistra nella foto, è accanto alla scarpa del Segretario di Stato USA Rex Tillerson, in Afghanistan, dove si sono incontrati per discutere una nuova strategia di collaborazione con il presidente afgano Ashraf Ghani. Tillerson ha ribadito l'impegno degli Stati Uniti a lavorare con il governo di Kabul e i suoi alleati "per ottenere la pace in Afghanistan e negare paradisi sicuri per i terroristi che minacciano tale obiettivo".

  • 20 71
    Credits: © Sebastião Salgado/Amazonas Images/Contrasto

    20 ottobre. Cosa ricordiamo della Guerra del Golfo del 1991? Il conflitto oppose il Kuwait di Saddam Hussein a una coalizione internazionale guidata dall’esercito statunitense. Fu la prima guerra ad alto seguito mediatico e fu la prima grande guerra contro l’ambiente: per fermare l’avanzata della coalizione i soldati iracheni incendiarono oltre 600 pozzi di petrolio in mezzo al deserto. Il fotografo brasiliano Sebastião Salgado che documentò il grave disastro ambientale racconta: «Il cielo era nero, faceva buio anche di giorno…era come affrontare la fine del mondo, un mondo intriso di nero e di morte». Il risultato del suo lavoro nel Golfo sarà visibile fino al 28 gennaio nella mostra dal titolo “Kuwait. Un deserto in fiamme”, presso la Galleria Meravigli a Milano, un monito per il presente e per il futuro.

  • 21 71
    Credits: Spencer Platt, Getty

    20 ottobre. Il quartiere di Brooklyn a New York è un vero manifesto della diversità etnica e culturale: lungo la famosa Coney Island Avenue, che inizia da Brighton Beach Avenue e che si snoda da sud a nord per una distanza di circa 8 chilometri fino a Prospect Park, pachistani, ebrei ortodossi, russi e latini convivono sotto la bandiera americana ma mantengono vive le proprie tradizioni. Il reportage fotografico è di Spencer Platt.

  • 22 71
    Credits: Jimmy Westlake, Nasa

    20 ottobre. Le Orionidi sono le “lacrime” della cometa di Halley: la nube delle polveri lasciate dal suo passaggio viene attraversata dalla Terra e i granelli che bruciano nell'atmosfera danno origine allo spettacolo delle stelle cadenti d’autunno, visibili fra il 2 ottobre e il 7 novembre, con il massimo dell'attività intorno al 20-23 di ottobre. ll picco quest’anno è previsto prima dell'alba di domani, quindi occhi al cielo per i più mattinieri! E se vi perderete lo spettacolo, ci sarà un’altra opportunità, anche se meno spettacolare, ma sempre nelle stesse ore del 22 ottobre. La regola d'oro è sempre quella di allontanarsi dalle luci delle città e, come sempre accade per le stelle cadenti, lo strumento migliore per ammirarle è l'occhio umano.

  • 23 71
    Credits: Carl Court/Getty Images

    19 ottobre. Lo so, l’avvicinarsi del Natale per molti è fonte di stress (regali, viaggi, cene ,traffico…) e poi per la maggior parte delle persone a ottobre il Natale è lontano anni luce…. Eppure a Londra c’è un negozio – il grande magazzino Selfridges- che ogni anno in questo periodo addobba le sue vetrine per il Natale…e per chi ama questo periodo dell’anno come me non può che rallegrarsi e emozionarsi. Ma soprattutto Selfridges ti ricorda  che poi non manca così tanto tempo al 25 dicembre (66 giorni). E voi avete già pensato a come vorreste il vostro Natale 2017?

  • 24 71
    Credits: Paolo Nespoli per ESA

    19 ottobre. Fa impressione l’immagine scattata dal nostro Paolo Nespoli che ha immortalato una vasta “nube” che va da Torino fino all’Adriatico.A prima vista potrebbe sembrare la classica nebbia che a fine ottobre aleggia sulla Pianura Padana , ma a guardar bene è una grossa cappa di aria stagnante che purtroppo avvolge numerose città italiane…

  • 25 71
    Credits: Orestis Panagiotou

    18 ottobre. Le famiglie di rifugiati aspettano in fila all’aeroporto internazionale di Atene di partire alla volta di Lione, Francia. Un numeroso gruppo di rifugiati (234 persone provenienti da Syria, Iraq e Palestina), in Grecia da più di un anno e mezzo, sono ora trasferiti a Lione. Dall’inizio dell’enorme crisi dei migranti 4091 rifugiati dalla Grecia sono arrivati in Francia.

  • 26 71
    Credits: How Hwee Young

    18 ottobre. Hostess cinesi preparano e portano il tradizionale tè ai delegati prima della cerimonia d’apertura del 19esimo Congresso Nazionale del Partito Comunista Cinese a Beijing. Per la Cina questo è l’evento politico più importante: qui viene decisa la leadership del paese e qui si fanno progetti per i successivi 5 anni. Si può capire, quindi, tutta la solennità del rito del tè…

  • 27 71
    Credits: Angelo Carconi

    18 ottobre. Camminare sulle ninfee di Claude Monet vi sembra una follia? Da oggi si può, virtualmente, alla mostra “Monet” inaugurata oggi al Vittoriano di Roma. 60 opere in cui “immergersi” (quasi letteralmente si può dire) e ripercorrere la vita del padre dell’Impressionismo.

  • 28 71
    Credits: Bulent Kilic

    17 ottobre. L’esercito curdo ha ripreso Raqqa strappando l’ultimo baluardo, la zona dello stadio, dalle mani dello Stato Islamico. Proprio qui, nel vecchio stadio, al momento della liberazione ancora si trovavano centinaia di prigionieri. L’assedio alla città è iniziato a giugno: quasi 5 mesi per togliere ai jihadisti la città eletta come capitale del Califfato; e 3250 morti di cui 1130 civili, 270 bambini.

  • 29 71
    Credits: Matthew Mirabelli

    17 ottobre. Ieri a Malta la giornalista e blogger Daphne Caruana Galizia, una delle protagoniste dello scandalo dei MaltaFiles e dei Panama Papers, è morta nell’esplosione della sua auto causata da una bomba. Il suo nome è diventato famoso perché in base a quegli scottanti documenti aveva indicato Malta (e il primo ministro Joseph Muscat e consorte come principali burattinai) come lo stato nel Mediterraneo base dell’evasione fiscale nell’Unione Europea. Ovviamente subito il premier ha negato ogni coinvolgimento nella vicenda e ha promesso indagini veloci per giungere alla verità. La folla l’ha salutata così.

  • 30 71
    Credits: Jr

    Metti un picnic gigante tra Stati Uniti e Messico. Questa è la “sfida” dello street artist Jr a Donald Trump. Con una enorme tavola imbandita su cui troneggiano due occhi che ti guardano dritti in faccia l’artista sfida il muro di Trump. Si chiama Giant Picnic l’ultima installazione di Jr, a Tecate, e raduna due popoli alla stessa tavola per mangiare un unico cibo, per ascoltare un’unica musica (la band, una, suonava disposta metà di qui e metà di là), per dimenticare - almeno per un attimo - che lì esista un muro.

  • 31 71
    Credits: Carl Court

    Il cielo su Londra è da brivido; la colpa è tutta della tempesta Ophelia che con la sua forza ha trasportato fin in Inghilterra la sabbia dorata del Sahara. L’Irlanda è in ginocchio a causa di ingenti danni e di mancanza di luce in tutto il paese; Spagna e Portogallo sono flagellati dai molti incendi divampati. A breve la coda di Ophelia (o il figlio, come alcuni in queste ore lo stanno chiamando) arriverà anche in Italia, portando bassa pressione, maltempo e abbassamento delle temperature. Bye-bye ottobrata!

  • 32 71
    Credits: Jennifer Sprague

    16 ottobre. A nessuna vittima di un reato si chiede cosa indossasse al momento di un'aggressione, solo alle donne che subiscono violenza sessuale. Una delle prime domande che viene fatta alle vittime  di stupro da chi raccoglie la testimonianza è: «Com’era vestita?». Questa domanda è diventata "What were you wearing?", una mostra allestita dagli studenti dell’Università del Kansas, negli Stati Uniti. Si tratta di 18 vestiti, esposti ognuno accanto a un pannello con una storia (vera) di poche righe raccontata da una donna che ha subito abusi sessuali e che indossava un vestito simile a quello esposto nel momento della violenza. «Mi ricordo di come strisciavo sul pavimento cercando quello stupido vestito. Un prendisole. Mesi dopo mia madre, in piedi davanti al mio armadio, si sarebbe lamentata del fatto che non lo avevo più messo. Avevo sei anni», rivela un’ex bambina dall’infanzia violata.

  • 33 71
    Credits: Nicolas Khayat, Zumapress

    16 ottobre. Buon compleanno Angela Lansbury! L'attrice, notissima al grande pubblico per l'interpretazione della scrittrice-detective nella serie televisiva "La signora in giallo", compie oggi 92 anni. E ad andare in pensione non pensa affatto: «Sono felice di avere la possibilità di lavorare alla mia età. Per me è sempre come se fosse l'inizio! Finché ci saranno cose nuove da fare, non smetterò. Dovranno aspettare la mia morte per tirarmi giù dal palcoscenico».

  • 34 71
    Credits: Maxx Wolfson, Getty Images for IRONMAN

    16 ottobre. 2.454 agguerriti super atleti sono arrivati da tutto il mondo a Kailua Kona, alle Hawaii, per sfidarsi nell'evento più importante del campionato mondiale di Triathlon. I numeri dell'Ironman sono impressionanti: 3,8 chilometri di nuoto, 180 chilometri in bici e per finire 42,195 chilometri di corsa. Nella foto durante la prima frazione in acqua si sfidano le donne, che sono quasi il 30% dei partecipanti totali.


  • 35 71
    Credits: Narendra Shrestha, Epa

    16 ottobre. Pabitra Devi Jaisi ha 29 anni, è madre di quattro figli, usa una grande foglia come ombrello mentre aspetta sotto la pioggia di mangiare. Pabitra abita nel villaggio di Mastamandali nel distretto di Acham, in Nepal. Non le è permesso vivere nella sua casa durante periodo delle mestruazioni, secondo la tradizione "Chaupadi". Deve aspettare fuori fino a quando la suocera o la figlia non le portano il cibo. Si crede che se Pabitra entra in casa durante il suo ciclo, qualcuno della famiglia si ammalerà. Questa usanza è praticata dalle comunità hindu religiose in alcuni distretti del Nepal occidentale, specialmente nel distretto occidentale di Accham, che si trova a 424 chilometri dalla capitale di Kathmandu. Le ragazze e le donne sono costrette a restare in piccole capanne o tettoie costruite lontano dalle loro case, o addirittura in grotte, per sette o nove giorni durante il loro periodo mestruale. Sono considerate "impure" e per questo non possono partecipare alle normali attività quotidiane.

  • 36 71
    Credits: © Ashley Gilbertson, UNICEF

    13 ottobre. Il 15 ottobre di ogni anno si celebra in tutto il mondo il "Global Handwashing Day" (giornata mondiale per la pulizia delle mani): la campagna nata per motivare le persone in tutto il mondo a migliorare le proprie abitudini di igiene personale. Secondo l'Unicef all'incirca 1.000 bambini ogni giorno muoiono a causa di malattie diarroiche, la seconda causa di mortalità infantile nel mondo, dovuta alla mancanza di acqua pulita e di servizi igienici di base. Lavare le mani con il sapone è un gesto che potrebbe sembrare banale, ma è uno dei "vaccini" più economici ed efficaci contro le malattie virali. I bambini della scuola media del villaggio Hnen Ser Kyin in Myanmar ridono e scherzano nel cortile mentre lavano le mani.

  • 37 71
    Credits: Mondadori Portfolio

    13 ottobre. Una colonia di oltre 18.000 coppie di pinguini Adelia in Antartide ha subito un catastrofico crollo riproduttivo nel 2017: soltanto due pulcini sono sopravvissuti. Gli Adelia vivono grazie al krill, i piccoli gamberetti che sono alla base dell’alimentazione di tanti animali antartici. L'inusuale estensione dei ghiacci nel periodo estivo, ha provocato problemi per gli spostamenti dei pinguini adulti in cerca di cibo per i pulcini e ha prodotto come risultato la morte dei piccoli.

  • 38 71
    Credits: Luis Tejido, Epa

    13 ottobre. Compie 20 anni uno dei Musei d'arte contemporanea più famosi del mondo: il Guggenheim di Bilbao. Disegnato dall'architetto canadese Frank Gehry, grazie a questo edifcio la capitale basca è diventata una meta turistica tra le più ambite del mondo. I progettisti rivelano che il museo non possiede una sola superficie piana in tutta la struttura e i pannelli del rivestimento somigliano alle squame di un pesce...che per l'occasione si veste di variopinti colori.


  • 39 71
    Credits: Charles McQuillan, Getty Images

    13 ottobre. I videogiochi arrivano a teatro: i personaggi del gioco "Minecraft Time Riders" Maddy e Liam provano lo spettacolo "Playcraft" al Playhouse Theatre and Arts Center di Londonderry, nell' Irlanda del Nord. Durante lo spettacolo gli attori interagiscono con proiezioni virtuali del videogioco come il ponte di Brooklyn, Times Square e i paesaggi neolitici.

  • 40 71
    Credits: Saul Loeb

    12 ottobre. Alla Casa Bianca i pantaloni li porta (anche) Melania Trump! Elegantissima, strizzando un occhio a un look decisamente garçon, riceve- insieme al marito- i coniugi Trudeau con tailleur pantalone gessato, camicia immacolata e cravatta maliziosamente sciolta al collo. Impegno dopo impegno la First Lady sembra sempre più a suo agio nei panni della potente moglie del presidente americano.

  • 41 71

    12 ottobre. Un gruppo di papaveri celebrativi sul Memorial Wall durante la commemorazione della battaglia di Passchendaele al Tyne Cot Cemetery a Flanders, Belgio. Il ricordo è dedicato ai soldati neozelandesi, caduti in battaglia contro l’esercito tedesco.

  • 42 71
    Credits: Christian Merz

    12 ottobre. Turisti e spettatori scalano la cima di una montagna per assistere allo show aereo della Swiss Air Force a Axalp, in Svizzera. Ogni anno in questo periodo i piloti della flotta elvetica dimostrano la propria abilità durante questo show acrobatico: dopo aver scalato una montagna di 2200 metri gli spettatori si godono uno spettacolo eccellente!

  • 43 71
    Credits: Mafalda Rakoš

    12 ottobre. “I want to disappear - Approaching Eating Disorders” è il nome del progetto fotografico dell’austriaca Mafalda Rakoš. Racconta il calvario di chi soffre o ha sofferto di disturbi alimentari; e di quello, spesso sconosciuto, di chi sta loro accanto. La fotografa stessa porta addosso le cicatrici della medesima odissea e ha deciso di raccontare la sua storia (e quella di altre ragazze incontrate in un gruppo di sostegno) per squarciare almeno un pò il velo su questa piaga di cui ancora si parla poco. Nonostante nel mondo ne soffrano quasi 70milioni di persone.

  • 44 71
    Credits: Indranil Mukherjee, Getty Images

    11 ottobre. Un bambino Rohingya usa la sua ciotola per ripararsi dal sole nel campo profughi di Palangkhali. Un'enorme ondata di rifugiati arriva quotidianamente in Bangladesh dal vicino Myanmar. Per sfuggire alla repressione dell’esercito birmano molti tentano l’attraversamento del fiume Naf che separa i due Paesi, ma già decine di persone sono morte a causa dei naufragi delle imbarcazioni, spesso di fortuna. La maggior parte delle vittime sono bambini. Secondo i dati dell’Onu ogni giorno arrivano in Bangladesh circa 2000 persone.

  • 45 71
    Credits: Daniel Schweizer

    11 ottobre. Una veduta della miniera di Carajás, in Brasile, la più grande miniera di minerali di ferro del mondo e uno dei più grandi fornitori di acqua potabile, al centro della foresta pluviale amazzonica. E' un'immagine del film svizzero "Trading Paradise" di Daniel Schweizer, presentato al Film Festival Diritti Umani Lugano. Il film denuncia i danni della deforestazione per mano dell'uomo: la metà dell’intero patrimonio forestale del mondo è stato distrutto nell'arco di un secolo e secondo le stime, se le cose non miglioreranno, tra 100 anni non avremo più risorse...Quello che succede qui influenzerà il futuro di tutto il pianeta.

  • 46 71
    Credits: Jorge Guerrero

    10 ottobre. Giornata cruciale oggi per Barcellona! Tra poco meno di due ore Carles Puigdemont, presidente della Generalitat de Catalunya, anima e promotore dello storico referendum per l’indipendenza, riferirà davanti al Parlamento di Barcellona. C’è certezza su quello che dirà (sarà di certo una proclamazione d’indipendenza da Madrid) ma nello stesso tempo una grande incertezza aleggia sulla formula che adotterà. Dichiarerà un processo graduale, a tappe? O sarà uno strappo violento e immediato? Intanto la città si sta preparando…

  • 47 71
    Credits: Diego Ibarra Sánchez

    10 ottobre. Al Mudima Lab di Milano si inaugura oggi la terza mostra del progetto Guerre; si chiama Hijacked Education e gli scatti sono di Diego Ibarra Sánchez che da più di 10 anni si muove in diversi scenari di guerra (Pakistan, Afghanistan, Iraq, Siria tra gli altri) scandagliando con agghiacciante lucidità la condizione di bambini e ragazzi in età scolare in scenari e periodi di guerra. Punta l’attenzione sulla consapevolezza che l’istruzione e la cultura sottratte ai bambini li condanna inevitabilmente a restare indietro, derubati del futuro che invece spetterebbe loro.

  • 48 71
    Credits: Damien Meyer

    10 ottobre. Difficilmente Emmanuel Macron poteva fare di peggio! Non è da tutti riuscire a dire, davanti a degli operai in sciopero per evitare di perdere il lavoro, “invece di piantare casino farebbero meglio a cercarsi un lavoro”. E’ successo oggi a Rennes, Bretagna. La luna di miele tra il paese francese e il suo presidente ha già dato segno di scricchiolare, la simpatia iniziale ha iniziato ad affievolirsi. Tanto più se il giovane Macron continuerà a dimostrare poca attenzione e poco rispetto verso il popolo che l’ha eletto.

  • 49 71
    Credits: Jean-Philippe Ksiazek

    9 ottobre. Allevatori francesi issano un cartello con una frase del poeta Victor Hugo che recita “Chi salva un lupo uccide una pecora” durante una manifestazione a Lyon: gli allevatori chiedono attenzione sui crescenti attacchi da parte lupi a danno di allevamenti di pecore. Si scagliano contro il cosiddetto “wolf plan”, che proteggerebbe i lupi a scapito della mandrie.

  • 50 71
    Credits: Indranil Mukherjee

    9 ottobre. Un’anziana rifugiata Rohingya aspetta il proprio turno al centro medico del campo profughi Palangkhali nel distretto di Ukhia, Bangladesh. Un alto funzionario delle Nazioni Unite ha dichiarato che il piano del Bangladesh di costruire il più grande campo profughi al mondo non può essere attuato; il sovrappopolamento porterebbe malattie rapidamente trasmissibili. Ancora nessun piano né discussione seria sulla sorte di questi perseguitati!

  • 51 71
    Credits: Bulent Kilic

    9 ottobre. Un membro del SDF, le Forze Democratiche Siriane appoggiate dalle forze speciali statunitensi, hanno conquistato un avamposto sulla linea occidentale di Raqqa. L’intento è cancellare gli ultimi, sparuti jihadisti dello Stato Islamico nascosti tra le rovine della città siriana. Pochi dubbi circolano sull’esito finale della presa della città da parte dei combattenti siriani; quello che ancora fa paura sono le azioni disperate che possono ancora essere compiute dall’Isis.

  • 52 71
    Credits: Epa

    6 ottobre. Contadini indiani si appostano dentro buche appositamente scavate e tengono in mano dei cartelli in lingua Hindi durante una protesta contro l’acquisizione di 540 acri dei loro terreni da parte del governo per un lussuoso progetto immobiliare. La cifra che il governo offre al villaggio è ritenuta esigua, inadatta alla sussistenza. Siamo nel villaggio di Nindar, vicino a Jaipur nel Rajasthan indiano; la protesta va avanti da due settimane ma solo negli ultimi giorni ha assunto questa forma. Nagender Shekhawat, leader della protesta, dice che se la protesta non avrà un buon esito 5mila famiglie si troveranno senza la terra che coltivano e su cui allevano il bestiame.

  • 53 71
    Credits: Wara Art Matsuri

    6 ottobre. Giganteschi animali di paglia, dall’aspetto ferocissimo, sono comparsi in alcuni campi di riso in Giappone. L’autunno è stagione di raccolto e feste che lo celebrano. Per questo ogni anno a Niigata il Wara Art Festival è animato di queste sculture fatte con la paglia di riso rimasta sul terreno dopo la raccolta.

  • 54 71
    Credits: Todd Antony

    6 ottobre. Dekotora ovvero camion decorato. In Giappone, questa, è un’usanza tanto diffusa quanto insolita che consiste proprio nell’abbellire camion da lavoro con luci al neon, vernici colorate e oggetti di svariata provenienza. Affascinato da questa pratica il fotografo inglese Todd Antony ha percorso il Giappone in lungo e in largo inseguendo questi coloratissimi “bestioni”, che vengono a costare ai relativi proprietari una vera e propria fortuna; il mezzo infatti non deve solo “essere reso bello” ma deve contemporaneamente raccontare una storia, solitamente della famiglia o della città natale del proprietario del camion. Il Dekotora ha talmente preso piede che oggi c’è un’associazione nazionale, l’Utamaro-Kai, che riunisce questi appassionati con scopi benefici.

  • 55 71
    Credits: Jr

    17 ottobre. Metti un picnic gigante tra Stati Uniti e Messico. Questa è la “sfida” dello street artist Jr a Donald Trump. Con una enorme tavola imbandita su cui troneggiano due occhi che ti guardano dritti in faccia l’artista sfida il muro di Trump. Si chiama Giant Picnic l’ultima installazione di Jr, a Tecate, e raduna due popoli alla stessa tavola per mangiare un unico cibo, per ascoltare un’unica musica (la band, una, suonava disposta metà di qui e metà di là), per dimenticare - almeno per un attimo - che lì esista un muro.

  • 56 71
    Credits: Eugene Garcia, Epa

    5 ottobre. Questi due novelli sposi posano per la foto di rito sotto il cartellone di benvenuto a Las Vegas, vicino a un memoriale improvvisato in ricordo delle vittime del massacro avvenuto domenica scorsa durante il festival country "Route 91". Non è ancora chiaro se l'omicida abbia legami con il terrorismo internazionale o se si è trattato della follia di un singolo uomo. Ma la città dei casinò e dei matrimoni lampo comincia a ritornare alla normalità.

  • 57 71
    Credits: Laurent Gillieron, Epa

    5 ottobre. Jacques Dubochet, uno dei tre vincitori del premio Nobel per la chimica di quest'anno, siede come uno studente nel banco dell'università di Losanna, in Svizzera. Lo scienziato svizzero, insieme all'americano di origine tedesca Joachim Frank della Columbia University di New York e lo scozzese Richard Henderson, del Laboratorio di Biologia Molecolare di Cambridge, ha vinto il prestigioso premio per aver sviluppato un nuovo metodo per la visualizzazione delle molecole di cellule e virus grazie alla criomicroscopia elettronica. "E' come se avessimo un Google Earth per le molecole" ha dichiarato.

  • 58 71
    Credits: Diego Azubel, Epa

    5 ottobre. In Giappone la Ferrari è seguitissima dai tifosi di Formula 1, come questo giovanissimo supporter vestito di rosso da capo a piedi nel suo passeggino. Il GP giapponese si svolgerà l'8 ottobre a Suzuka, nel Giappone centrale. Una sconfitta significherebbe abbandonare qualunque sogno di vittoria nel mondiale. La scuderia di Maranello non può deludere dei tifosi così entusiasti!

  • 59 71

    4 ottobre. A Trieste dal 29 settembre si sta svolgendo la 49esima edizione della Barcolana, che terminerà l’8 ottobre. E’ una annuale storica regata velica internazionale; tanto vasta è la portata del suo successo che è considerata una delle regate più affollate del mondo (il record, nel 2001, è stato di 1961 imbarcazioni partecipanti). La particolarità della gara è che a sfidarsi remo a remo sono professionisti e semplici appassionati. Non mancano nemmeno i militari della Scuola Nautica del Corpo Finanzieri Velisti  del Reparto Operativo Aeronavale di Trieste. Chi può non si perda l’arrivo!!

  • 60 71

    4 ottobre. “Anew, how it begins/come comincia" è una mostra itinerante che presenta il punto di svolta, i momenti speciali nella vita di persone normali. Venticinque righe e la fotografia di un oggetto per mostrare il cambiamento di una vita: un uovo sodo per l’architetto di città che è diventato chef al mare, una scacchiera per la signora che riscopre l’amore in terza età; la ruota scassata di una bicicletta per il barista che diventa antiquario, la pagina del Corriere della Sera del 1949 per una dodicenne che scopre di essere una lettrice per la vita…Sono 45 storie così che arrivano da tutto il mondo. ANEW ha inaugurato a Venezia e ora inizia a girare l’Italia. Il prossimo appuntamento è a dicembre a Roma, allo Spazio Unicorno.

  • 61 71

    4 ottobre. Bambini di etnia Rohingya fanno la coda per avere la razione di cibo in un campo profughi a Ukhiya, distretto di Cox’s Bazar, Bangladesh. Secondo l’UNHCR più di 500mila profughi Rohingya sono fuggiti da Myanmar a causa delle violenze inaspritesi nelle ultime settimane cercando di passare i confini e rifugiandosi in Bangladesh. Numerose organizzazioni internazionali hanno denunciato violazione dei diritti umani e presunte esecuzioni sommarie per mano dell’esercito di Myanmar. Sono ora in corso trattative tra il governo del Bangladesh e alcuni esponenti politici di Myanmar, che assicurano di voler far tornare i profughi in patria.

  • 62 71

    4 ottobre. Una fotografia scattata da un drone mostra alcuni membri dell’ Association for the Recovery of the Fallen in Eastern Europe (VBGO) al lavoro sui resti di soldati caduti nella Seconda Guerra Mondiale scoperti durante scavi in un’antica trincea a Klessin, nella ex Germania dell’Est al confine con la Polonia. Volontari dalla Germania, dalla Svizzera, dalla Russia, dalla Polonia, dall’Italia e dai Paesi Bassi cooperano ai lavori sotto la supervisione del VBGO. I resti dei caduti in guerra recuperati saranno sepolti finalmente, più di 70 anni dopo che hanno trovato la morte nella Seconda Guerra Mondiale.

  • 63 71

    3 ottobre. E' alto un metro e ottanta, pesa trenta chili, è nato in Danimarca e sa ballare....ma non è umano. Parliamo di Brobot, il robot ballerino che da domani si esibirà sul palco del teatro Elfo Puccini di Milano insieme a tre danzatori in carne ed ossa in una coreografia di Ariella Vidach dal titolo "HabitData#2". Avevamo visto robot operai, badanti, autisti, traduttori, barman e camerieri...sono curiosa di vedere come se la caverà Brobot in scena!

  • 64 71
    3 ottobre. In Catalogna è il giorno dello sciopero generale. La regione è rimasta quasi del tutto ferma per la protesta indetta contro le violenze della polizia durante il referendum per l'indipendenza dal governo di Madrid del primo ottobre. Con i loro caschi gialli e le divise rosse anche i vigili del fuoco protestano a Barcellona. Nella sola città catalana hanno aderito 300mila manifestanti.
  • 65 71

    3 ottobre. Finalmente riapre al pubblico il piano attico del Colosseo. Il quarto e il quinto livello erano destinati alla plebe, la vista degli spettacoli non era ottima, ma gli spettatori avevano il vantaggio di essere riparati dalla pioggia e dal sole. Il percorso di visita si snoda a più di 40 metri di altezza...con una vista spettacolare sull'interno dell'Anfiteatro Flavio e una veduta mozzafiato di Roma!

  • 66 71

    2 ottobre. Un gruppo di giovani vestiti da clown camminano per strada e abbracciano i pedoni che incontrano come terapia post-traumatica da stress dopo il terremoto che ha squassato Città del Messico. La terapia del sorriso funziona anche in questo ambito!

  • 67 71

    2 ottobre. Studenti catalani con una croce rossa a chiudere le loro bocche partecipano a una gigantesca protesta il giorno dopo la terrificante giornata del referendum per l’indipendenza della Catalunya. Il presidente catalano Puigdemont ha richiesto urgentemente una mediazione internazionale per redimere la questione e per far ritirare le forze di polizia dalle strade di Barcellona. Madrid si dice pronta ad usar la forza della legge; la Catalunya non intende rinunciare al 90% di “si” a favore dell’indipendenza.

  • 68 71

    2 ottobre. Un pupazzo grande 7,30 metri con le sembianze di una nonna, creato dalla compagnia di teatro di strada Royal de Luxe, naviga su un letto sul lago di Ginevra; è l’ultimo atto di “The Saga of the Giants”, una performance di 3 giorni che ha richiamato 100mila spettatori .

  • 69 71
    Credits: Bulent Kilic

    17 ottobre. L’esercito curdo ha ripreso Raqqa strappando l’ultimo baluardo, la zona dello stadio, dalle mani dello Stato Islamico. Proprio qui, nel vecchio stadio, al momento della liberazione ancora si trovavano centinaia di prigionieri. L’assedio alla città è iniziato a giugno: quasi 5 mesi per togliere ai jihadisti la città eletta come capitale del Califfato; e 3250 morti di cui 1130 civili, 270 bambini.

  • 70 71
    Credits: Matthew Mirabelli

    17 ottobre. Ieri a Malta la giornalista e blogger Daphne Caruana Galizia, una delle protagoniste dello scandalo dei MaltaFiles e dei Panama Papers, è morta nell’esplosione della sua auto causata da una bomba. Il suo nome è diventato famoso perché in base a quegli scottanti documenti aveva indicato Malta (e il primo ministro Joseph Muscat e consorte come principali burattinai) come lo stato nel Mediterraneo base dell’evasione fiscale nell’Unione Europea. Ovviamente subito il premier ha negato ogni coinvolgimento nella vicenda e ha promesso indagini veloci per giungere alla verità. La folla l’ha salutata così.

  • 71 71
    Credits: Carl Court

    17 ottobre. Il cielo su Londra è da brivido; la colpa è tutta della tempesta Ophelia che con la sua forza ha trasportato fin in Inghilterra la sabbia dorata del Sahara. L’Irlanda è in ginocchio a causa di ingenti danni e di mancanza di luce in tutto il paese; Spagna e Portogallo sono flagellati dai molti incendi divampati. A breve la coda di Ophelia (o il figlio, come alcuni in queste ore lo stanno chiamando) arriverà anche in Italia, portando bassa pressione, maltempo e abbassamento delle temperature. Bye-bye ottobrata!

/5
di

Roberta Lancia, Mara Minoia, Samantha Pascotto

Rabbia, paura, coraggio, felicità, stupore, gioia, curiosità…sono solo alcune delle emozioni che ci regalano tutte le immagini che ogni giorno arrivano a Donna Moderna dai fotografi di tutto il mondo.

L’Italia è sempre meravigliosa…Sapete che il nostro paese è al primo posto al mondo per numero di siti Unesco? Nel 1980 è stato inserito nell’elenco il Colosseo. E finalmente è stato riaperto al pubblico il piano attico. Il quarto e il quinto livello erano destinati alla plebe, la vista degli spettacoli non era ottima, ma gli spettatori avevano il vantaggio di essere riparati dalla pioggia e dal sole. Il percorso di visita si snoda a più di 40 metri di altezza...con una vista spettacolare sull'interno dell'Anfiteatro Flavio e una veduta mozzafiato di Roma!

Continuano ad aumentare i numeri delle donne vittime di violenza. A nessuna vittima di un reato si chiede cosa indossasse al momento di un'aggressione, solo alle donne che subiscono violenza sessuale. Una delle prime domande che viene fatta alle vittime  di stupro da chi raccoglie la testimonianza è: «Com’era vestita?». Questa domanda è diventata "What were you wearing?", una mostra allestita dagli studenti dell’Università del Kansas, negli Stati Uniti. Si tratta di 18 vestiti, esposti ognuno accanto a un pannello con una storia (vera) di poche righe raccontata da una donna che ha subito abusi sessuali e che indossava un vestito simile a quello esposto nel momento della violenza. «Mi ricordo di come strisciavo sul pavimento cercando quello stupido vestito. Un prendisole. Mesi dopo mia madre, in piedi davanti al mio armadio, si sarebbe lamentata del fatto che non lo avevo più messo. Avevo sei anni», rivela un’ex bambina dall’infanzia violata.

La natura regala immagini spettacolari anche quando le fotografie testimoniano i danni che l’uomo sta provocando all’ambiente. Una colonia di oltre 18.000 coppie di pinguini Adelia in Antartide ha subito un catastrofico crollo riproduttivo nel 2017: soltanto due pulcini sono sopravvissuti agli spostamenti dei pinguini adulti in cerca di cibo per i piccoli. E in Amazzonia Il film documentario "Trading Paradise" di Daniel Schweizer denuncia i danni della deforestazione per mano dell'uomo: la metà dell’intero patrimonio forestale del mondo è stato distrutto nell'arco di un secolo e secondo le stime, se le cose non miglioreranno, tra 100 anni non avremo più risorse...Quello che succede qui influenzerà il futuro di tutto il pianeta.

Seguite quotidianamente le nostre #emozionidelgiorno su donnamoderna.com/news e sui social!



Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te