Melanoma: le scottature prese da bambini aumentano il rischio

Credits: Olycom
/5
di

Cinzia Testa

Prendere male il sole da piccoli aumenta il rischio di ammalarsi, da grandi, di melanoma. Ecco perché è molto importante proteggere i nostri figli. Ecco i consigli top

Le scottature solari prese nei primi anni di vita costituiscono un fattore di rischio importante e possono innescare un pericoloso processo che negli anni culmina col melanoma. Per questo, al mare, se non è possibile tenere i bambini sempre all'ombra, bisogna creare una barriera protettiva. La loro pelle, infatti, è più sensibile al sole rispetto a quella degli adulti e più facilmente soggetta a ustioni. Ricordiamoci infatti che il sole è vitale, ma nelle giuste dosi. 

Individua il fototipo del tuo bambino

Prima delle vacanze, qiuindi, chiedi consiglio al pediatra per individuare il fototipo del tuo bambino. Per farti un esempio, è fototipo 1 se ha la carnagione chiara, i capelli biondi-rossi, gli occhi chiari e non si abbronza mai. In base a questo, hai un’idea della risposta della sua pelle ai raggi solari. Significa quindi che, se è del fototipo uno oppure due, dovrai tenere più alta la guardia.

Ecco allora in generale, al di là del fototipo, le regole da seguire, affinché il sole rimanga un grande amico dei nostri bambini. Con un’avvertenza: durante il primo anno di vita, niente esposizione diretta ai raggi solari.

I consigli per far stare al sole ai bambini

Fai in modo che prenda il sole gradualmente per consentire alla pelle di sviluppare una naturale abbronzatura, senza che si scotti: il consiglio vale per tutti e soprattutto per chi ha un fototipo uno e due.

Evita il sole quando le radiazioni hanno la maggiore intensità, vale a dire tra le 11 e le 15. In questa fascia oraria coinvolgi tuo figlio in attività all’ombra, come i giochi da tavolo, disegnare e altro ancora.

Maglietta, cappellino e occhiali lo difendono dal sole. Scegli bene il tessuto però. Sì al cotone e a maglia stretta perché rappresenta uno schermo maggiore contro i raggi Uv. E tieni con te un paio di cambi per quando si bagna in acqua: gli indumenti bagnati forniscono una minore protezione.

Proteggi in modo particolare alcune parti del suo corpo come naso, labbra, orecchie, collo, decolletè, spalle, cuoio capelluto: sono quelle a maggiore rischio di scottatura.

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te