del

Food truck, cresce la mania per lo street food

di Fabio Brinchi Giusti
Vota la ricetta!

Gli italiani amano sempre di più mangiare per strada. Ma non si tratta di fast food: i cibi che si gustano grazie ai food trucker, i camioncini colorati, sono genuini e di qualità

Un caffè con Donna Moderna

Gli italiani amano sempre di più mangiare per strada. Ma non si tratta di fast food: i cibi che si gustano grazie ai food trucker, i camioncini colorati, sono genuini e di qualità

Addio ristorante! E addio anche al bar! Se sempre meno italiani mangiano in giro in maniera tradizionale (-8% fra il 2010 e il 2014; dati Confesercenti), vola invece il food truck, la nuova frontiera del cibo da strada.

Camioncini di alto design
Dimenticate le patatine untuose o gli hamburger duri di un tempo, dimenticate anche quei furgoncini gialli ai margini delle piazze più belle. Oggi il cibo da strada diventa raffinato, una cosa da intenditori perché anche mangiare per strada può essere un piacere. Il food truck cura ogni minimo dettaglio: a cominciare dal furgoncino che ora diventa una struttura di alto design: esistono aziende apposite che si occupano di proposito di modificarli ad hoc. Abbiamo così il camioncino che ricorda le atmosfere dell'America anni '50 o l'ape-car futuristico o ancora il furgoncino ridisegnato coi colori della campagna, a ricordare di riflesso i sapori buoni di una volta. Niente viene lasciato al caso: professionisti studiano i marketing plan per catturare l'attenzione del pubblico desiderato.

Cibi di alta qualità
Già, perché l'altra caratteristica del nuovo food truck è l'alta qualità dei cibi. Niente più punk food d'importazione ma bontà locali e selezionate. Il food truck rivaluta e riscopre le ricette della tradizione italiana e rielabora le merende della nonna in chiave gourmet. I food trucker si rivolgono direttamente agli allevatori e agli agricoltori per comperare cibi a chilometro zero. Cercano così di seguire l'andamento della natura offrendo solo prodotti di stagione e del territorio circostante, per gustare il sapore di cose preparate con cura.    
App e social network per appassionati
Sempre più persone lungo la penisola decidono di investire in questo settore. Per molti diventa l'occasione di una nuova vita. Dicono addio all'ufficio e vanno a lavorare per strada, all'aria aperta, spesso all'ombra dei monumenti più belli del mondo come il Colosseo, la Torre di Pisa o il Duomo di Milano. Senza contare il fatto che può permettere grandi guadagni per un investimento, tutto sommato, non troppo oneroso. Nascono festival tematici e gruppi di appassionati che si riuniscono sui social network per commentare e valutare i vari food truck. C'è chi ha inventato apposite app che tramite la geolocalizzazione trovano il food truck di qualità più vicino.
Insomma il cibo di strada diventa sempre più qualcosa di particolare e specifico, lontano dagli stereotipi tradizionali. Una risorsa in grado di attrarre nuovi investimenti economici e fa esplorare ai consumatori le nuove frontiere del cibo e del piacere di mangiare.

Un caffè con Donna Moderna

Un caffè con Donna Moderna

Ti può interessare anche