La corruzione, il Mose di Venezia e il sogno di Rino Gaetano (Nuntereggae più)

Le dighe mobili alla bocca di porto del Lido ANSA/ MEROLA
/5
di

Maurizio Dalla Palma

Le mazzette pagate per il Mose di Venezia, gli scandali dell'Expo a Milano. E una canzone di 36 anni fa. Tutto fa pensare che l'Italia non cambia mai. Potremo un giorno sconfiggere il malaffare?
Un'opinione di:
Giornalista di Grazia, ha lavorato anche a Donna Moderna, alla tv dell’Unione Europea,...

Gli scandali della corruzione e del Mose di Venezia mi hanno scosso e questa notte ho fatto un sogno angosciante che vi voglio raccontare.

Dovete innanzitutto sapere che nella città della Serenissima sono nato e cresciuto. Lì ho dato il mio primo bacio. E la mia tesi per diventare giornalista riguardava proprio il progetto di dighe mobili per fermare le inondazioni di calli e campielli.

Insomma, le news su mazzette e false consulenze che sarebbero state pagate, pare oltre un miliardo di euro in 10 anni, per me sono state uno choc.

 

E questa notte mi è successa una cosa strana: in sogno mi è venuto a trovare Rino Gaetano. Sì, quello di Gianna. Si è messo a cantare Nuntereggae più, uno dei suoi successi.

La canzone è uscita nel giugno del 1978, un anno di terrorismo, politica in panne e sfiducia della gente.

 

Rino, nel sogno, canta a squarciagola, come se fosse a The Voice.

Abbasso e alè (Nuntereggae più)

Abbasso e alè (Nuntereggae più)

Abbasso e alè con le canzoni

senza fatti e soluzioni

 

 

Mi sembra che ci sia un riferimento occulto a suor Cristina, vincitrice del talent.

la castità (Nuntereggae più)

la verginità (Nuntereggae più)

la sposa in bianco

 

Ma poi Rino passa alla politica. E va alla grande.

super pensioni (Nuntereggae più)

ladri di stato e stupratori

il grasso ventre dei commendatori

diete politicizzate

evasori legalizzati (Nuntereggae più)

auto blu

sangue blu

cieli blu

rock and blues

 

I partiti politici nel frattempo sono cambiati. Per il resto in questa Italia tutto è uguale:

pci psi (Nuntereggae più)

dc dc (Nuntereggae più)

pci psi pli pri

dc dc dc dc

 

La canzone è uscita in un anno di Mondiali di calcio, come il 2014: quella volta in Argentina,  oggi in Brasile.

avvocato Agnelli Umberto Agnelli

Susanna Agnelli Monti Pirelli

dribla Causio che passa a Tardelli

 

E nel sogno mi metto a cantare anch’io:

Marchisio come Altobelli

Pirlo è più bravo di Tardelli

E facci un gol Balotelli

 

Nel 1978 c’era odore di scandali nella Chiesa. Come quelli affrontati con forza da Papa Francesco.

onorevole eccellenza cavaliere senatore

nobildonna eminenza monsignore

vossia cherie mon amour (Nuntereggae più)

 

Gli italiani stavano per andare in vacanza: uguali a noi, stesso spirito.

Se quest’estate andremo al mare

Solo soldi e tanto amore

E vivremo nel terrore che ci rubino l’argenteria

È più prosa che poesia

 

Le conclusioni sono da Movimento 5 Stelle (me lo aspettavo):

mentre vedo tanta gente

che non c'ha l'acqua corrente

e non c'ha niente

ma chi me sente

ma chi me sente

 

dove sei tu? Non m’ami più?

Dove sei tu? Io voglio tu

 

Verso l’alba mi sveglio di soprassalto, in un bagno di sudore, e grido:

 

«Rino Gaetano, sei un qualunquista. Se l’Italia non cambia mai è anche per colpa tua, che ridi sempre e non ti indigni mai».

 

Ma a mattina fatta, mentre bevo il caffelatte, rifletto:

«La canzone è di 36 anni fa e tutto sembra rimasto uguale».

 

Così, poco fa, sono uscito di casa con il dubbio.

Tag:
Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te