del

Legge di stabilità: cosa cambia su tasse, casa e famiglia

di Oscar Puntel
Vota la ricetta!

La manovra finanziaria del Governo è pronta. Dal 2016 pagheremo meno tasse, avremo alcune agevolazioni fiscali e speciali "card". Ecco come ci cambierà la vita

Un caffè con Donna Moderna

La manovra finanziaria del Governo è pronta. Dal 2016 pagheremo meno tasse, avremo alcune agevolazioni fiscali e speciali "card". Ecco come ci cambierà la vita

Il Senato ha approvato in via definitiva la legge di Stabilità, legge importante perché definisce in modo concreto gli obiettivi di politica economica che si è dato il governo, considerando anche i conti dello Stato. Nei suoi testi collegati, vengono inserite agevolazioni fiscali, sconti e tasse da pagare, bonus. Misure che incidono direttamente sulla nostra vita quotidiana. Per esempio, se ne sono decise alcune per i nonni over75, per i diciottenni, per le neo-mamme e i neo-papà. E, ovviamente, per le famiglie. Vediamo le principali misure con cui faremo i conti, dal primo gennaio 2016.

Tasi, addio
Non si pagherà più la Tasi sull’abitazione principale. E questa decisione interessa 19 milioni di italiani. Lo stesso accadrà per i terreni agricoli. Inoltre ci sarà una riduzione del 50% dell’Imu anche per la seconda casa, che viene data in “comodato” a figli o genitori. Dovranno esserci però due condizioni: il comodato dovrà essere registrato e si dovrà possedere al massimo una prima casa oltre quella data al parente. Prevista una riduzione della Tasi anche per i separati.

Iva scontata per chi acquista da un’impresa
Il pacchetto di misure per la casa vale 3,7 miliardi. Novità anche per l'acquisto di un’abitazione residenziale da un’impresa costruttrice: l’Iva pagata potrà essere scontata per il 50% dall’Irpef dell’acquirente, in 10 rate. Uno sconto del 25%, in favore del proprietario, arriva invece a chi dà in affitto l’immobile a canone concordato.

La casa si può acquistare in leasing
Infine, una novità assoluta: la possibilità di comprare una casa 'in leasing'. Si paga un canone e alla fine un valore di riscatto. Il leasing sarà agevolato per gli under35 con reddito sotto i 55 mila euro. Le giovani coppie, under 35, potranno accedere a un bonus “mobili”, per arredare la casa. Non sarà più agganciato alla ristrutturazione della stessa.

Il voucher per le neo mamme e il congedo per i papà
Per le mamme arriva la proroga del “voucher” pannolino: la possibilità per la madre lavoratrice di richiedere dei voucher per acquistare servizi di baby sitting per i figli. Sarà allargata anche alle lavoratrici autonome. Per i neo-papà, due giorni di congedo obbligatorio, anziché uno solo. Potranno anche essere non consecutivi.

Meno tasse per gli over 75
Ai nonni over75 sale la no-tax area (in pratica, il prelievo fiscale sarà “alleggerito”) e dovranno rispettare la soglia dei mille euro, per i pagamenti in contanti.

La card per le famiglie numerose
Per le famiglie numerose, cioè quelle con almeno tre figli minori residenti, anche se straniere, verrà emessa una “card”: è volontaria e servirà, in base all'Isee, a ottenere sconti a servizi privati e pubblici che aderiranno all'iniziativa. Per esempio, prezzi agevolati sui trasporti e sugli acquisti. Dentro un “Piano Povertà”, si è finanziata anche una carta acquisto per famiglie con almeno 3 figli o con disabili. Fondi anche per la legge 'dopo di noi', in favore delle persone disabili che rimangono senza genitori.

La card per i maggiorenni
I ragazzi che compiranno 18 anni nel 2016 riceveranno una card con 500 euro da spendere: servirà per concerti, musei, mostre, eventi culturali, acquisto di libri. Arriva anche uno bonus da mille euro per comprare strumenti musicali nuovi da parte degli studenti iscritti ai conservatori. Aumentano, di 23 milioni circa, anche i fondi per le scuole.

Canone Rai in bolletta
Ok definitivo anche al canone della Rai in bolletta. Pagheranno tutti e pagheremo meno: costerà 100 euro e la spesa sarà dilazionata nella bolletta della luce, a rate (aspetti tecnici sono ancora da definire). Esenti: gli over 75 che hanno meno di 800 euro di reddito.

Autovelox anche per le assicurazioni
Autovelox acchiappa indisciplinati, non solo della corsa in auto. Alle violazioni che possono essere accertate con apparecchiature di rilevamento, si aggiungono anche le revisioni dei veicoli e le assicurazioni Rc auto. Chi non ha fatto la revisione o non ha pagato l'assicurazione è avvertito: è più facile che venga “pizzicato”.

Caffè con il bancomat
Approvata anche la misura che permette il pagamento di piccoli consumi, come un caffè, con le carte elettroniche. La versione finale di questa misura è più leggera di quanto inizialmente previsto, perché l’obbligo di installare una macchinetta Pos (Point of sale), per il commerciante, non è più dovuto di fronte a “impossibilità tecniche”. Invece, da luglio 2016 anche i parcheggi si potranno pagare strisciando la propria card bancaria.

Un caffè con Donna Moderna

Un caffè con Donna Moderna