Reato di omicidio stradale: che cosa prevede la nuova legge

Credits: Ansa
/5
di

Fabio Brinchi Giusti

L'omicidio stradale d'ora in poi verrà considerato un reato vero e proprio. Le pene per i responsabili di incidenti stradali verranno inasprite: il colpevole rischia fino a 18 anni di carcere. Ecco le novità previste dalla nuova legge

È stato istituito il nuovo reato di omicidio stradale. Una legge fortemente richiesta dalle associazioni delle vittime degli incidenti e che inasprirà le pene per i responsabili. Ma vediamo nel concreto cosa cambia.

Cosa si intende per "omicidio stradale"?
L'omicidio stradale sarà un vero e proprio reato. Uccidere qualcuno a causa della propria guida spericolata sarà punito con il carcere. In particolare, chi causa la morte di una persona per il mancato rispetto del codice della strada potrà ricevere dai due ai sette anni di carcere.
Pene inasprite se chi ha causato l'incidente aveva assunto grandi quantità di droga o se era ubriaco: in quel caso si rischiano fra gli otto e i dodici anni di carcere. Pene ancora più severe se il conducente omicida non aveva la patente o guidava un'automobile non assicurata. In questi casi si rischiano fino a 18 anni di carcere.
Se poi il colpevole fuggisse dal luogo dell'incidente, la pena sarà aumentata ulteriormente da un terzo a due terzi, a seconda delle circostanze.

Cosa succede se ci sono feriti gravi ma non muore nessuno?
In questo caso non si applica il reato di omicidio stradale ma quello di "lesioni personali stradali gravi o gravissime". Ma anche se ci sono feriti gravi si andrà in carcere: si rischiano dai tre mesi fino ai tre anni di carcere a seconda della gravità. Come nell'omicidio stradale, le pene saranno inasprite se il conducente era ubriaco o drogato: in questo caso si va dai tre ai sette anni di galera.

Ci si potrà rifiutare di sottoporsi al test dell'alcool o della droga?
No, non sarà più possibile. Nel caso qualcuno si rifiuti di sottoporsi al test dell'alcool o della droga, il giudice può ordinare di portare quella persona al più vicino ospedale e qui sarà obbligato a sottoporsi alle analisi necessarie.

Sarà revocata la patente agli omicidi stradali?
Sì. A chi sarà condannato verrà revocata d'ufficio la patente di guida. L'interessato non potrà riprenderla finché non saranno passati almeno quindici anni dalla condanna in caso di omicidio e dieci anni in caso di lesioni.

scelti per te
Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te