del

Pillola d’emergenza: a chi chiederla adesso

di Cinzia Testa
Vota la ricetta!

Dopo mesi di dibattito è arrivata la decisione definitiva: questo contraccettivo si può acquistare senza ricetta. Ma tra le donne ci sono ancora tanti dubbi. Facciamo chiarezza

Un caffè con Donna Moderna

Dopo mesi di dibattito è arrivata la decisione definitiva: questo contraccettivo si può acquistare senza ricetta. Ma tra le donne ci sono ancora tanti dubbi. Facciamo chiarezza

Lo ha deciso l’Aifa, l’Agenzia del farmaco. Chi ha più di 18 anni potrà acquistare la cosiddetta “pillola dei 5 giorni dopo” senza passare prima dal medico. L’obbligo di ricetta resta solo per le minorenni. A questo si aggiunge un’altra novità: finora prima di usare questo contraccettivo di emergenza si era obbligate a fare il test che escludesse una gravidanza già in atto. Adesso non più.

Ma semplificare l’acquisto e l’uso del medicinale non porterà ad abusarne? «Al contrario. In Francia e in Svezia, dove l’educazione alla contraccezione viene effettuata abitualmente anche dai farmacisti, è aumentato del 20 per cento l’uso di metodi sicuri tra le più giovani» spiega Rossella Nappi, docente di ginecologia e ostetricia all’università degli studi di Pavia. «Anche in Italia sono in fase di preparazione depliant sui metodi anticoncezionali che verranno consegnati in farmacia insieme alla pillola d’emergenza».

Vediamo, con l’aiuto dell’esperta, come muoversi d’ora in poi.

Le novità previste dall’Aifa sono già in vigore?
In questa fase è ancora richiesta la ricetta medica anche a chi è maggiorenne. Perché manca un passaggio burocratico indispensabile per poter classificare il farmaco tra quelli vendibili senza ricetta. La procedura verrà completata in un paio di mesi.

E se il farmacista si rifiuta di vendere la pillola (o il medico di prescriverla)?
La pillola dei 5 giorni dopo non è un farmaco abortivo: funziona bloccando l’ovulazione, ma non intercetta l’ovulo se è già avvenuto il concepimento. Per legge, comunque, medici e farmacisti sono tenuti a indirizzare a un collega che non sia obiettore di coscienza.

Alle minorenni può prescriverla solo un ginecologo?
No, va bene qualsiasi medico. Bisogna però tener presente il fattore tempo. È vero che la pillola può essere presa fino a cinque giorni dopo il rapporto a rischio. Ma l’efficacia è massima nelle prime 48 ore. Di notte o nel weekend meglio andare direttamente in ospedale o all’ambulatorio della guardia medica.

Può creare problemi di salute?
In rari casi viene un po’ di mal di pancia o nausea e qualche giorno dopo l’assunzione a volte si hanno leggere perdite di sangue. È importante, però, usare il preservativo fino al ciclo successivo perché non si è protette.

Un caffè con Donna Moderna

Un caffè con Donna Moderna