Spiagge italiane, la classifica delle migliori

  • 1 21
    Credits: Olycom

    Le "due sorelle" di Sirolo, sulla costa marchigiana. 

  • 2 21
    Credits: Olycom
    Lerici, Liguria.

    Il litorale di Lerici, in Liguria la regione con più bandiere blu.

  • 3 21
    Credits: Olycom
    L'isola di Panarea in Sicilia.
  • 4 21
    Credits: Olycom
    La spiaggia di Caorle, Veneto

    Caorle, in Veneto.

  • 5 21
    Credits: Olycom
    Una suggestiva veduta di Marciana Marina, Toscana
  • 6 21
    Credits: Olycom
    Le case bianche di Polignano a Mare, Puglia

    Polignano a Mare, Puglia, spesso impiegata come set cinematografico 

  • 7 21
    Credits: Olycom
    Il mare di Pollica, Campania

    Pollica, Campania

  • 8 21
    Credits: Olycom
    ll borgo di Castelsardo, in provincia di Sassari

    Castelsardo, Sassari 

  • 9 21
    Credits: Olycom
    Il porto di Gaeta al tramonto
  • 10 21
    Credits: Olycom

    Ventotene, isola dell'Arcipelago Pontino (Lazio)

  • 11 21
    Credits: Olycom

    Lignano Sabbiadoro (Fruili Venezia Giulia)

  • 12 21
    Credits: Olycom

    Cala Serena a Caprera, isola della Sardegna, nota anche come rifugio di Giuseppe Garibaldi. 

  • 13 21
    Credits: Olycom

    Positano, Campania. 

  • 14 21
    Credits: Olycom

    Il litorale di Margherita di Savoia (Puglia) durante una manifestazione sportiva

  • 15 21
    Credits: Olycom

    Fossacesia Marina (Abruzzo)

  • 16 21
    Credits: Olycom

    Una suggestiva veduta del borgo di Anacapri, Campania 

  • 17 21
    Credits: Olycom

    Finale Ligure

  • 18 21
    Credits: Olycom

    Lido di Camaiore, Toscana

  • 19 21
    Credits: Olycom

    Veduta nottura dell'isola-vulcano di Stromboli, Sicilia. Oltre al vulcano, Stromboli annovera spiagge premiate con la bandiera blu 2016

  • 20 21
    Credits: Olycom

    Il porticciolo di Ostuni, Puglia

  • 21 21
    Credits: Olycom

    Santa Teresa di Gallura, nella Sardegna settentrionale. 

/5
di

Fabio Brinchi Giusti

L'Italia è al sesto posto in Europa con il 90% di spiagge "di qualità eccellente". Ecco le migliori

C’è ottimismo sulla qualità del mare e delle spiagge italiane. I dati incrociati delle principali classifiche internazionali sono positivi per quanto riguarda il nostro Paese.

La bandiera blu

La bandiera blu, il prestigioso riconoscimento dell’associazione olandese Foundation for Environmental Education (FEE) quest’anno sventolerà su 293 spiagge sparse in 152 Comuni italiani. Lo scorso anno erano 280 in 147 Comuni. Dati in crescita, dunque, con la Liguria che domina la classifica (25 Comuni premiati) seguiti da Toscana (19) e Marche (17).

Come si assegna la bandiera blu?

“La bandiera blu” –spiega la FEE– “è un riconoscimento internazionale, istituito nel 1987, Anno europeo dell’Ambiente: viene assegnato ogni anno in 49 paesi, inizialmente solo europei, più recentemente anche extra-europei, con il supporto e la partecipazione delle due agenzie dell'ONU: UNEP (Programma delle Nazioni Unite per l’ambiente) e UNWTO (Organizzazione Mondiale del Turismo)”.

Il premio viene assegnato se la spiaggia rispetta determinati criteri, non solo esclusivamente ecologici ma giudicando anche la qualità dei servizi offerti ai bagnanti. Alle località balneari si chiede dunque di garantire la pulizia del mare e il controllo periodico della sua qualità; di organizzare e offrire ai bagnanti attività di educazione ambientale e informazioni adeguate sull’ecosistema locale e sul corretto comportamento da tenere. Si valuta, poi, il sistema di raccolta rifiuti organizzato a riva, chiedendo un numero sufficiente di cestini e il tempo in cui vengono opportunamente svuotati, l’esistenza o meno della raccolta differenziata, la pulizia dei servizi igienici e degli spogliatoi. Per la bandiera blu, inoltre, è considerata necessaria la presenza di un numero adeguato di bagnini sull’arenile e l’assenza di barriere architettoniche in almeno una delle spiagge del Comune.

Una commissione tecnica nominata dalla FEE si occupa di verificare se i Comuni candidati abbiano rispettato  questi criteri chiedendo la compilazione di un questionario accompagnato da una documentazione che prova quanto affermato. La commissione svolge anche ispezioni a sorpresa e può revocare la bandiera se la spiaggia non rientra più nei requisiti richiesti.

Le spiagge premiate 

E le spiagge che rientrano in quest'elenco sono davvero tante: solo per citarne alcune Chiavari, Santa Margherita Ligure, San Lorenzo a Mare in Liguria; Fossacesia in Abruzzo, Cervia e Comacchio in Romagna; Caorle e Chioggia in Veneto; Gaeta, Terracina, Sabaudia e Ventotene nel Lazio. 

E ancora Pollica, Positano, Castellamare, Anacapri in Campania; Ispica, Pozzallo, Tusa e le Eolie in Sicilia; Praia a Mare e Roccella Jonica in Calabria; Polignano a Mare, Margherita di Savoia, Otranto e Ostuni in Puglia; Poetto, Tortolì, Castelsardo, Palau, La Maddalena in Sardegna e tante, tante altre ancora.  

Il rapporto dell'Agenzia Europea Ambiente

Classifica stilata con parametri completamente diversa quella del rapporto dell’Agenzia Europea dell’Ambiente che ha monitorato la pulizia di 21.000 località balneari e lacustri in tutta Europa. L’Italia comunque si piazza bene, è al sesto posto nella classifica con il 90,6% delle spiagge giudicate di “qualità eccellente”, il massimo riconoscimento possibile.

Siamo superati solo da Cipro, Malta, Grecia e Croazia, ma l’Italia batte decisamente realtà ben più blasonate come la Germania, la Spagna, la Slovenia e la Francia. Secondo i dati dell’Agenzia Europea dell’Ambiente, diffusi dall’ANSA, il mare più pulito d’Italia è quello meridionale: è infatti la Sicilia a guidare la classifica delle spiagge eccellenti (733 località), seguita da Puglia (669) Sardegna (640) e Calabria (588). Liguria e Toscana, ai primi due posti nelle classifiche della bandiera blu, in questo rapporto sono invece alla sesta e settima posizione. Nel complesso le spiagge eccellenti in Italia sono aumentate da 4377 a 4399 (una ventina in più) mentre sono calati da 113 a 95 i siti giudicati di pessima qualità.

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te