del

Obama, 8 anni da presidente: la nostra pagella

di Oscar Puntel
Vota la ricetta!

Il presidente Barack Obama ha pronunciato il suo ultimo discorso con il Congresso a Camere riunite, la sua ultima occasione di rivolgersi alla Nazione. Ha tracciato un bilancio dei suoi otto anni da presidente, che ha cercato di dare un volto nuovo all'America. Ci è riuscito? Che cambiamenti ha davvero portato? Noi abbiamo fatto il nostro, di bilancio, dandogli i voti come in pagella

Il presidente Barack Obama ha pronunciato il suo ultimo discorso con il Congresso a Camere riunite, la sua ultima occasione di rivolgersi alla Nazione. Ha tracciato un bilancio dei suoi otto anni da presidente, che ha cercato di dare un volto nuovo all'America. Ci è riuscito? Che cambiamenti ha davvero portato? Noi abbiamo fatto il nostro, di bilancio, dandogli i voti come in pagella

Un caffè con Donna Moderna

Per Obama, il 2016 sarà l’ultimo anno alla presidenza degli Stati Uniti. Da “comandante in capo” della nazione, tornerà a diventare un privato cittadino. Ma il 44esimo inquilino della Casa Bianca, il primo afro-americano a occupare quel posto, l’uomo del “Yes We Can”, che cosa ha fatto in otto anni? Abbiamo compilato la sua pagella.

Armi
Cominciamo dall'attualità. Dopo l’ennesimo massacro (il presidente si è commosso, ricordando le piccole vittime di una scuola elementare), era riemersa l’urgenza di una legge per il “Gun Control”, il controllo sulla facilità con cui nel Paese è possibile maneggiare un’arma. Obama si è scontrato con un Congresso dove pesano ancora molto le lobby delle pistole. Niente legge, quindi. Forse bisognava pensarci prima. Lo stesso Obama ha commentato: “È il rimpianto più grande”. Voto: 6

Ambiente
Ci spiega Rossella Muroni, presidente nazionale Legambiente: “Sicuramente Obama ha rappresentato una discontinuità preziosa rispetto alle politiche ambientali condotte dai suoi predecessori. Ricordiamo che gli Usa all’epoca non firmarono il protocollo di Kyoto, mentre negli ultimi anni il tema della green economy, dello sviluppo sostenibile e di una maggiore distribuzione di risorse sono stati al centro della sua agenda. Ha avuto un ruolo propulsivo anche nella recente Cop21, la conferenza sui cambiamenti climatici. Poi si è scontrato con le lobby dei petrolieri, ma ha chiuso gli impianti di estrazione del petrolio in Alaska. Ha messo gli Usa davanti alle sue responsabilità, in tema ambientale”. Voto: 8

Sanità
La riforma del sistema sanitario americano era uno dei pallini di Obama. E infatti si chiama Obamacare. È anche l’opera incompiuta. Ha dato assicurazione sanitaria a 13 milioni di persone che prima erano “scoperti” A prezzo di un percorso molto complicato, tra tribunali e Congresso. Punti interrogativi sulla copertura finanziaria. Da completare, la riqualificazione della sanità pubblica. Voto: 7

Economia
Paolo Ermano, docente di Economia internazionale all’Università di Udine: “Ha attuato una politica molto interventista. Ha modificato i contratti di lavoro, ha detassato l’occupazione, ha investito nell’hi-tec. Anche l’intervento nella Riforma sanitaria è stato un modo per stimolare il settore. Potremmo dire che ha ridotto le disuguaglianze, utilizzando la spesa pubblica. Ma ha avuto anche fortuna: perché il denaro costava poco, così come le materie prime. Poi, dal 2008, siamo la società dell’informatica e dei computer. Non dimentichiamoci che i principali social network hanno sede negli States”. Voto: 8

Politica estera
Simone Bressan, blogger e direttore del Centro Studi “ImpresaLavoro”: “Il treno delle primavere arabe è rapidamente deragliato sotto la minaccia dell’estremismo islamista, il terrorismo si è riorganizzato nell’Isis e i rapporti con la Russia sono peggiorati. Infatti oggi Putin ha una capacità di influenza nettamente superiore a quella di otto anni fa, mentre la stella Usa si è appannata. Dalla sua, Obama porta il processo di distensione in atto con Cuba e gli accordi firmati con l’Iran. Insomma, più forma che sostanza. In otto anni davvero troppo poco. Voto: 5

Un caffè con Donna Moderna

Un caffè con Donna Moderna