Siamo nelle mani di Trump

Credits: Ansa
/5
di

Michela Murgia

Ecco la domanda che tutto l’Occidente si pone ormai da 7 mesi a questa parte

Un'opinione di:
Nata in Sardegna, con il romanzo Accabadora (Einaudi, 2009), tradotto in più di 20 lingue, ha vinto...

Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha appena concluso la sua visita di Stato in Italia e ha fatto molti incontri di natura politica. Eppure l’argomento su cui i media italiani hanno speso più minuti è il gesto elegante con cui Melania ha ripetutamente scansato i tentativi di suo marito di prenderla per mano in pubblico.

In Italia - dove la vita familiare dei politici è del tutto irrilevante per determinare la loro affidabilità pubblica - questa è una notizia di gossip, ma nel mondo il fatto che i coniugi Trump non rispettino l’apparenza di una coppia felice ha anche un risvolto politico.

Quell’intimità mancata rischia di essere più significativa delle molte mani potenti strette in questi giorni, da quella del Papa al Presidente della Repubblica, perché rivela la domanda che tutto l’Occidente si pone ormai da 7 mesi: in che mani siamo, se neppure sua moglie gli affida la propria?

Che cosa ne pensi? Scrivi a dilatua@mondadori.it

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te