del

Victoria Beckam vuole vestire Hillary: basterà per farla amare di più dalle donne?

di Emanuela Di Pasqua
Vota la ricetta!

I sondaggi iniziano a dare la Clinton perdente e proprio le donne (sulle quali più di tutto contava) le stanno voltando le spalle. E se anche l’abito contribuisse a far risalire l’ex first lady nei sondaggi? Ma ora ci penserà Victoria a farla "vincere"

Un caffè con Donna Moderna

I sondaggi iniziano a dare la Clinton perdente e proprio le donne (sulle quali più di tutto contava) le stanno voltando le spalle. E se anche l’abito contribuisse a far risalire l’ex first lady nei sondaggi? Ma ora ci penserà Victoria a farla "vincere"

“Mi candido a rifare il look di Hillary Clinton, la adoro”, ha dichiarato in un’intervista a Good Morning America Victoria Beckam, precisando di non conoscere la candidata democratica, ma di amare molto le donne forti. “Mi piace vestire le donne affinché trovino la miglior versione di se stesse, affinché si sentano belle, sexy e sicure”, ha spiegato Victoria, ma è probabile che questa bizzarra idea sia nata proprio dal fatto che nel bel mezzo di una campagna elettorale che sembrava vincente Hillary è stata mollata. E proprio dalle donne. Un sondaggio del Washington Post e Abc News rivela infatti che la quota femminile dei suoi sostenitori è passata in solo otto settimane dal 71 al 42 per cento. Questione di look? Non solo.

Questione di marketing

La polemica scatenata dal cosiddetto scandalo delle “e-mail nascoste” pesa sicuramente molto in questo declino di popolarità, ma c’è anche un’idea generica che la forte Hillary non l’abbia mai indovinata fino in fondo quanto a storia da raccontare e sogno da trasmettere. E soprattutto che non convinca le donne, che non la sentono abbastanza vicina, normale, convincente, amica. E anche l’immagine fa la sua parte. Parliamo di marketing politico, in un Paese come l’America dove ormai le campagne elettorali vengono fatte anche a colpi di mascara e abbigliamento (e il fenomeno non riguarda solo le donne). Hillary Clinton sembra tranquilla, ma la verità è che l’incubo dei corsi e ricorsi storici si affaccia prepotente, come quando nel 2008 da favoritissima tra i democratici fu letteralmente travolta dal successo dell’outsider Barack Obama.

Tutti i look di Hillary

Che sia o no Victoria a rivestirla, Hillary non è nuova ai cambi di look. Prima ragazza secchiona con gli occhialoni, lenti spesse e caschetto con cerchietto da brava ragazza, poi avvocato e donna impegnata ma anche spontanea nel suo look vintage, poi ancora moglie tradita e rassicurante che nonostante tutto sostiene il marito durante l’impeachment (toccando il suo massimo in termini di popolarità) in tailleur pantalone femminile e total black. Infine donna di potere, con giacche colorate e pantaloni che non lasciano spazio a seduzioni. Ultimamente il suo team di comunicatori ha rispolverato alcune vecchie foto di una ventina d’anni fa (forse anche più), nel tentativo di riportarla a livello di percezione comune all’era pre-Bill Clinton: giovane, intraprendente, impegnata, di personalità, disinvolta con un cappello alla Diane Keaton e una giacca di panno molto anni Ottanta. Peccato che siano scatti in bianco e nero, decisamente datati e dunque troppo lontani nel tempo. Uno degli ultimi spot la ritrae invece nonna, con un fagottino tra le braccia e nonno Bill che fa le faccette, vestita di rosso (colore ricorrente per Hillary). Non verrà salvata dall’immagine, questo è sicuro, ma le idee di Victoria su come vestirla potrebbero aiutare un’operazione di restyling a tutto tondo della signora Clinton.

Un caffè con Donna Moderna

Un caffè con Donna Moderna

Ti può interessare anche